Le chips di mele possono sostituire la frutta in una dieta?

Le chips di mele possono, davvero, sostituire la frutta in una dieta? Da molti, queste ultime sono ritenute come leggere e genuine. Ma è davvero cosi?

Spesso, ciò che passa per “leggero” e “genuino”, viene utilizzato molto frequentemente dalle industrie alimentari  per promuovere il consumo di quei cibi comunemente chiamati “finti sani”.

Cosa dicono, invece, le etichette nutrizionali a proposito delle chips di mele?

Le etichette nutrizionali sono molto importanti, perché rappresentano la “carta di identità” degli alimenti di cui ci nutriamo giornalmente. Una porzione di chips di mele contiene ben 30 grammi di zuccheri.

Essi corrispondono, con più precisione, al quantitativo di zucchero presente in tre mele, tre cucchiai di zucchero o tre bustine del bar, per intenderci.

Inoltre, queste chips contengono meno fibre e non contengono acqua, concentrando ulteriormente gli zuccheri al loro interno.

Vogliamo parlare, poi, della masticazione? Masticare una mela è sempre più appagante e favorisce al nostro organismo il senso di sazietà.

Soffermiamoci, poi, sulla parola“chips”: in questo caso, l’industria alimentare sta tentando di proporvi uno snack sfizioso con l’illusione che sia sano.

Queste chips, allora, possono essere presenti nella nostra alimentazione?

Certo che si, ma non in sostituzione della frutta e non pensando che siano salutare, come vogliono farci credere. Per farla breve, se mi volessi concedere una merenda più dolce del solito, sicuramente opterei per qualcosa di più appagante, come ad esempio un bel gelato!

 

Vi starete a questo punto chiedendo cosa differenzia le mele vere e proprie dalle chips disidratate:

  1. Una mela ha un contenuto energetico moderato: essa fornisce al nostro organismo circa 126 kcal.
  2. L’energia è fornita principalmente dai glucidi, seguiti marginalmente dalle proteine e dai lipidi.
  3. carboidrati sono principalmente semplici, costituiti in particolar modo da fruttosio.
  4. Le mele contengono, inoltre, discrete concentrazioni di fibreò che sono in buona parte solubili
  5. Il colesterolo è assente.
  6. Per quel che riguarda le vitamine, spicca la concentrazione di quelle appartenenti al gruppo C.
  7. In merito ai sali minerali, infine, sono apprezzabili i livelli di potassio.

 

 

Fonte: https://www.my-personaltrainer.it/tabelle-nutrizionali/mele-disidratate.htm