Couscous: tutta la verità sul suo ruolo nella dieta alimentare

Il couscous riveste un ruolo cardine nelle principali diete. Ma come cucinarlo per renderlo ancora più gustoso?

Il Couscous è un alimento vegetale a base di cereali. A livello di proprietà è costituito soprattutto da amido, ma apporta all’organismo anche buone quantità di fibre alimentari

Il Couscous, a livello nutrizionale, è un cibo molto calorico – e non ipercalorico come molti pensano sbagliando – e svolge una funzione principalmente energetica anche se, una volta cotto, la sua densità nutrizionale si abbassa di circa un terzo.

couscous
Fonte: Pixabay 

Il Couscous contiene una buona quantità di fibre, fosforo e vitamine (B1,B2,B6), ed è totalmente privo di colesterolo ma non di glutine. Contiene, infine, limitate quantità di amminoacidi.

Livello alimentare: tutto ciò che devi sapere

Generalmente, il couscous si presta alla maggior parte dei regimi alimentari. Avendo però una densità energetica non trascurabile, deve essere assunto nelle giuste porzioni e con un’adeguata frequenza di consumo.

Ti starai chiedendo il motivo, vero? Si tratta di un alimento sostanzialmente calorico e che fornisce, dunque, al nostro organismo carboidrati in forma complessa. Il couscous non è una fonte primaria di proteine; il suo consumo può essere accompagnato a cibi vegetali o di origine animale, o alternato con essi.

Couscous
Fonte: Pixabay

Tieni in considerazione il fatto che una porzione media di cuscus secca è di 80-90 g (circa 300-338 kcal). Non dimenticare, quindi, che tutti i cereali secchi – e loro derivati- una volta cotti, assorbono dal 100 fino al 300 % del loro peso in acqua raddoppiando, triplicando o addirittura quadruplicando di volume.

A livello culinario: come si cucina?

Il couscous non è difficile da cucinare, ma bisogna tenere bene a mente che, sia i tempi di cottura, sia le proporzioni con l’acqua necessaria possono cambiare notevolmente da un marchio all’altro. Tieni, dunque, d’occhio l’etichetta specifica ed eventualmente correggi il procedimento in base ai gusti personali.

CousCous
Fonte: Giallozafferano

Se la tua ricetta ha avuto una cattiva riuscita, è perché non hai tenuto in considerazione l’apporto d’acqua dei condimenti!  Per un’ottima riuscita:

  • Prepara gli ingredienti di accompagnamento, ad esempio verdure saltate, pesce stufato, carne alla piastra..privandoli di un po di acqua, se ne rilasciano molta
  • Utilizza erbe aromatiche fresche e spezie di vario genere
  • Tosta il couscous in una casseruola con una piccola quantità di olio evo
  • Calcola bene quanto liquido (acqua o brodo) è necessario utilizzare per la cottura e la reidratazione del tuo couscus. Recupera eventuali liquidi messi da parte (del pesce, della carne o delle verdure) e porta infine il tutto ad ebollizione in un’altra casseruola.
  • Appena l’acqua giunge a temperatura, uniscila al couscous tostato in una bowl o terrina. Copri il tutto con una pellicola trasparente e lascia riposare almeno 2 minuti
  • Sgrana, in ultimo, il couscus con una forchetta, aggiungi un filo di olio evo e servi in tavola!

Fonte: https://www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette/Primi_piatti/couscous-vegetariano-salsa-yogurt.html

Milena Vittucci

Views All Time
Views All Time
415
Views Today
Views Today
1
Next Post

Consigli di shopping per donne viaggiatrici e fashion!

Facebook Twitter LinkedIn Oggi per un motivo o per un altro, ad un certo punto ci troviamo a vivere lontani da casa. Ed è tutto bello, perché conosciamo altre culture e altri luoghi. Ma il vero problema, per noi donne, si presenta quando i nostri amati capo do abbigliamento hanno […]

Subscribe US Now