Salute di stagione – Gennaio

Gennaio: primo mese dell’anno, un mese di nuovi inizi e spesso “buoni propositi”, primo fra tutti rimettersi in forma dopo le abbuffate delle feste.

E la natura, seppure sepolta dai freddi invernali, ci viene incontro con una serie di frutti e verdure deliziose che proprio a Gennaio raggiungono la loro piena maturazione e gusto: scopriamoli insieme.

Gennaio
Fonte: Pixabay

 

BANANA

In una canzone tormentone dell’estate è “l’unico frutto dell’amore”, ma soprattutto è uno tra i cibi più consumati nel mondo: stiamo parlando della banana.

Frutto esotico (anche se la prima traccia della banana risale addirittura al 500 a.C. e si dice che ad assaggiarla fu per primo Alessandro Magno), viene coltivato in paesi caldi, dove a Gennaio è estate, ed essendo molto esportato, non è difficile trovarlo  negli scaffali dei nostri supermercati in questo periodo.

Nonostante l’ elevato contenuto di carboidrati, la banana può vantare un ridottissimo apporto calorico, ma soprattutto un elevato contenuto di potassio, completamente disponibile se consumata cruda, che la rende un toccasana per cuore, muscoli ed ossa. A questo si aggiunge il suo potere antidepressivo, in quanto ricca in serotonina e adrenalina.

 

Fonte: Pixabay

 

POMPELMO

Dopo queste abbuffate natalizie, abbiamo tutti bisogno di disintossicarci un pò, e il pompelmo può fare al caso nostro.

Non fatevi frenare dal suo sapore leggermente amarognolo (dovuto al limonoide, un composto fitochimico che favorisce la produzione di S-glutatione transferasi, importante per contrastare la formazione dei tumori), perchè questo agrume è ricco in :

  • vitamine, soprattutto A, B e C, importanti per il buon funzionamento del sistema immunitario e non solo.
  • fibre, che favoriscono la digestione, oltre ad aumentare il senso di sazietà.
  • pectine, fondamentali per il buono stato della mucosa intestinale, oltre a contribuire a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue.

 

Gennaio
Fonte: Pixabay

 

PERA

Insieme a mele ed agrumi, le pere sono senza dubbio uno dei frutti più apprezzati della stagione invernale, non solo per il loro gusto leggero e gradevole, ma anche per gli innumerevoli benefici che apportano al nostro organismo.

Innanzitutto, contiene una buona dose di fibre, ma al contrario di quelle contenute nei cereali, quelle della pera non sono affatto dannose.

Al contrario, favoriscono l’eliminazione delle tossine legandosi ad esse e diminuendone l’efficacia.

Inoltre sono ricche in minerali, soprattutto rame, importante nel contrastare la produzione di radicali liberi, ma anche potassio, ferro, silicio (indispensabile per la pulizia dell’organismo) e in acido folico, che aiuta a proteggere l’organismo da disturbi gastrointestinali.

 

PORRO

In molti lo usano nei soffritti al posto della cipolla perché ha un sapore meno forte, ma il porro non si presta solo come “base” , ma è usato in diverse preparazioni, dai primi ai secondi, ai contorni.

Inoltre è ricco di nutrienti, presenti in quantità maggiore rispetto ad altre verdure della stessa famiglia (come la cipolla, appunto); tra questi:

  • β-carotene, luteina e zeaxantina, importanti per la vista.
  • cicloallina, fondamentale per contrastare i coaguli nei vasi sanguigni.
  • zolfo e composti sulforati,che favoriscono la produzione di bile e di conseguenza la digestione dei grassi.
  • acido folico
  • vitamine B6 e K

 

CAROTE

Fin dall’antichità se ne conoscono le proprietà benefiche e curative, tanto che oggi è tra gli ortaggi più coltivati al mondo: stiamo parlando della carota.

Pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Apiaceae è presente in diverse varietà e colori, ma  la più comune e consumata è quella arancione, la più ricca in carotene.

Il carotene è una pro-vitamina, che è presente in natura in due forme, l’ α-carotene, di origine animale e il β- carotene, di cui le carote sono la miglior fonte. Ciò rende questa verdura un alimento prezioso per mantenere in buona salute l’intestino e gli occhi in quanto:

  • rinforza il sistema immunitario
  • migliora la vista
  • favorisce il processo di guarigione delle ferite
  • purifica il fegato

Inoltre le carote sono ricche in silicio, ferro,cloro selenio, antiossidante naturale.

 

SPINACI

Quante volte, da piccoli, i nostri genitori c’ hanno invogliato a guardare “Braccio di Ferro” sottolineando come lui, per diventare forte, mangiasse spinaci, e quindi anche noi per diventare forti ed in salute, dovevamo mangiarli?

Infatti, sebbene l’odore e il sapore non siano dei più “gradevoli”, gli spinaci sono un’ottima fonte di diversi nutrienti: in primis luteina zeaxantina, carotenoidi importanti per la salute della vista, in quanto proteggono le cellule della retina dalla degradazione.

A questi vanno aggiunti diversi minerali, dal ferro al potassio,ma anche acido folico vitamina K (che, tuttavia, viene distrutta in fase di congelamento; pertanto si consiglia di consumare gli spinaci freschi o al massimo cotti in vapore).

 

SITOGRAFIA/BIBLIOGRAFIA

M.U.Kock ” Enciclopedia degli alimenti per la salute e il benessere” , ed. Elika

https://www.donnamoderna.com/salute/diete/pompelmo-benefici-e-proprieta