Ragioni per cui i piedi possono far male appena svegli

Chi di voi non ha mai avuto dolore ai piedi di prima mattina? Beh a, quanto pare, almeno un milione di italiani hanno questo problema: ecco le ragioni per cui possono far male appena svegli.

Ovviamente, la prima cosa che si deve tenere in considerazione per una valutazione del problema, è l’anatomia ossea e muscolare del piede.

I piedi, con un appoggio plantare scorretto ad esempio, distribuiscono in modo sbagliato il peso del nostro corpo; faranno, perciò, un lavoro maggiore per mantenere l’equilibrio causando dolori muscolari.

Cosa si deve fare in caso di dolore ai piedi

Le diagnosi effettuate per i dolori ai piedi possono essere molteplici e tutte da non sottovalutare.

Non bisogna mai prendere sotto gamba i sintomi dei dolori ai piedi, se non si vuole incorrere in problematiche difficili e lunghe da debellare.

La prima cosa da fare è rivolgersi ad uno specialista che saprà indicarvi, in base al tipo di dolore ed alla localizzazione di quest’ultimo, quale migliore strada di indagine intraprendere.

Solitamente, il primo esame da effettuare che consigliano i medici, è un RX ovvero un esame diagnostico per vedere le immagini dell’ arto ed evidenziare se ci sono fratture o lesioni.

Dopo aver valutato lo stato osseo-muscolare del piede, non ci si sofferma mai al singolo arto ma si controlla tutta l’articolazione e, in questo caso, la gamba per valutare eventuali problematiche di postura.

Quali sono le più comuni ragioni per cui i piedi possono far male appena svegli?

Ci sono diversi motivi peri cui possono fare male i piedi, perciò si distinguono diverse aree:

  1. Dolore al retro-piede
  2. Dolore al mesopiede
  3. Dolore dell’avampiede

Retropiede

  • Il dolore del retro piede si può di stinguere in dolore dietro al tallone, causato solitamente dalla scarpa, o causato dalla presenza di una patologia a carico dell’inserzione del tendine di achille sul calcagno.
  • Oppure, può presentarsi dolore sotto al tallone: questa situazione è legata ad una patologia chiamata Tallonite o Spina calcaneare. 

Il dolore si presenta maggiormente la mattina, appena svegli, ma può arrivare con fitte molto forti anche durante il giorno, non permettendo a volte una normale deambulazione.

Mesopiede

  • Qando il dolore è situato nella zona del mesopiede, ossia la zona centrale parleremo di fascite plantare.

È l’infiammazione della fascia plantare, zona inferiore del piede a forma di cordone fibroso, che decorre dal calcagno fino alle dita.

Il dolore, in questa patologia, si ha spesso la mattina appena svegli o anche dopo una normale camminata.

Il fastidio si avverte durante il movimento di rotolamento del piede nella camminata, proprio quando la fascia viene stirata.

Per questo è molto invalidante durante la quotidianità, perché non permette di svolgere normalmente qualsiasi attività come, ad esempio, lo spostarsi da una stanza all’altra.

Le cause sono sempre da ricercare nello squilibrio posturale, ma possono essere dovute anche ad aumento di peso, uso di calzature scorrette o fattori di rischio come sport ripetitivi.

Avampiede

  • Quando il dolore è localizzato nella zona anteriore del piede o Avampiede , si parlerà dii Metatarsalgia, ossia l’infiammazione del matatarso, parte superiore del piede.

E’ il più diffuso, poichè è l’ articolazione che subisce il maggior carico del corpo quando si portano le scarpe col tacco e quindi si ha una scorretta postura, ma può essere causata anche dall’età per la scomparsa di un piccolo cuscinetto adiposo posto sotto al metatarso.

Purtroppo, anche per questo dolore, il paziente accusa dolore ad ogni passo.

Alluce valgo

  • Infine, un altro dolore può essere causato dall’alluce valgo , una deformità del primo raggio verso l’interno del primo metatarso e all’esterno del primo dito.

In presenza di questa patologia, il primo metatarso e l’alluce non sono più allineati, ma formano un cosiddetto angolo di valgismo.

A volte possono essere efficaci terapie antinfiammatorie, come la laser terapia o il bendaggio, per evitare lo sfregamento ma la soluzione definitiva è l’operazione chirurgica.

Dolore ai piedi? non sottovalutarlo.

I dolori ai piedi sono molto diffusi tra la popolazione, ed è importante conoscerne la causa per iniziare subito un protocollo riabilitativo che possa essere efficace subito perché, come in tutte le cose, a lungo andare sono difficili se cronicizzate da risolvere.

Perciò, se la mattina vi svegliate e non siete in forma e avete dolore ai piedi, andate subito da un medico che vi aiuterà a risolvere il problema prima che diventi insopportabile!

 

Fonti:

https://www.mdmfisioterapia.it/dolori-ai-piedi-guida-completa/

https://it.seniorcare-e.com/boljat-stupni-nog-prichiny

https://www.benessere360.com/mal-di-piedi.html

Views All Time
Views All Time
1811
Views Today
Views Today
23
Next Post

Smuoviamo le acque: la campagna per spingere più persone a bere dal rubinetto‌

Facebook Twitter LinkedIn Una campagna social, nata dalla Rete per contrastare una minaccia concreta e reale, quella della plastica e in generale dei “rifiuti marini”: così nasce “Smuoviamo le acque”, mirata a sensibilizzare al consumo di acqua potabile, riducendo l’utilizzo dell’acqua in bottiglia. Una delle prime cose che ci insegnano […]
Smuoviamo le acque

Subscribe US Now