Olimpiadi di Tokyo 2020: che lo spettacolo abbia inizio

Olimpiadi di Tokyo 2020: che lo spettacolo abbia inizio

Una cerimonia suggestiva, voglia di sport ed emozioni per le olimpiadi di Tokyo 2020

Dopo il clamoroso rinvio dello scorso anno a causa della pandemia e i dubbi delle ultime settimane, le olimpiadi di Tokyo sono iniziate!

Venerdì 23 luglio si è tenuta la cerimonia di apertura. Uno spettacolo ridotto rispetto a quelli delle ultime edizioni ma portatore di grandi emozioni, in particolare quando la tedofora  Naomi Osaka ha acceso la fiamma olimpica.

Una sfilata ordinata a composta quella delle 205 nazioni partecipanti, gli atleti con il volto coperto dalle mascherine ma lo sguardo di chi può e vuole affrontare le sfide. L’Italia ha scelto delle tute bianche come simbolo della purezza dello sport e ha adottato un atteggiamento brillante, quasi giocoso, un messaggio di speranza e dignità al tempo stesso.

 

Italia olimpiadi di Tokyo
La delegazione italiana alle Olimpiadi di Tokyo – The Web Coffee

 

Portabandiera Paola Egonu, giovane pallavolista, che ha seguito la salita del nostro tricolore accanto alla bandiera del Giappone con sguardo emozionato ma già proiettato a quello che potrebbe essere il suo primo oro olimpico.

La cerimonia ideata per dare il via alle olimpiadi di Tokyo ci ha permesso di rivivere parte della storia del paese ospitante per poi concludersi con una suggestiva proiezione del globo terrestre accompagnata dalle suggestive note di “Imagine” nel momento in cui la tennista Naomi Osaka ha acceso la fiamma.

Una curiosità, per sottolineare il concetto di sostenibilità le medaglie saranno realizzate con materiali riciclati raccolti da vecchi smartphone e sono state progettate da Junichi Kawanishi, che ha vinto un concorso a cui hanno aderito 400 designer

 

Gli azzurri in gara

L’Italia è ben rappresentata in questi giochi olimpici, un mix di giovani talenti e atleti di maggior esperienza pronti a mettersi in gioco per conquistare il podio.

L’obiettivo è quello di superare il record di 36 medaglie conquistate nell’edizione romana del 1960.

Il ventenne Vito Dell’Aquila (taekwondo 58 kg) si è aggiudicato l’oro olimpico già nella prima giornata di gara e Simone Alessio che gareggia nella categoria 80 kg ha buone probabilità di portare a casa un buon risultato.

 

Dell'Aquila oro olimpico
Dell’Aquila oro olimpico alle Olimpiadi di Tokyo – The Web Coffee

 

Ci si aspetta molto anche dalla scherma e il tiro a volo, due discipline che ci hanno regalato grandi soddisfazioni nelle edizioni passate. A Tokyo 2020 parteciperanno atleti di alto livello come Daniele Garozzo, Arianna Errigo e Rossella Fiamingo, Jessica Rossi e l’ex marito Mauro Defilippis.

Federica Pellegrini, in quella che potrebbe essere la sua ultima olimpiade farà il possibile per terminare in bellezza e dimostrare di essere ancora la “divina”. Sulle lunghe distanze Partinieri e Detti non intendono sfigurare e le più giovani Quadarella, Panziera e Pilato sono alla ricerca di risultati importanti.

Rimanendo in tema acquatico come non citare il Settebello di pallanuoto e il canottaggio ( che ci ha abituati a medaglie e successi ininterrotti dal 1984).

Nell’atletica toccherà a  Filippo Tortu ,Marcel Jacobs, e Gianmarco Tamberi tenere alto il nome italiano.

Possibili successi anche nella lotta libera con Frank Chamizo e nel karate con  Busà e Bottaro.

Nel ciclismo Bettiol ha disputato un’ottima gara per gran parte della gara anche se nel finale i crampi lo hanno stoppato.

Altri ciclisti da “tenere d’occhio” saranno Filippo Ganna per la gara a cronometro ,Elisa Longo Borghini nel settore femminile, Elia Viviani su pista.

Vanno inoltre ricordati anche gli sport di squadra.

Il Medagliere olimpico delle olimpiadi di Tokyo

 

Medaglie
Medaglie Olimpiadi di Tokyo – The Web Coffee

 

Dopo la prima giornata di gare l’Italia può già vantare un oro ( Vito Dell’Aquila -taekwondo 58 kg) e un argento ( Luigi Samele- sciabola individuale maschile)

Di seguito il medagliere aggiornato

  • Cina 4 (3 oro, 0 argento, 1 bronzo)
  • Italia 2 (1, 1, 0)
  • Giappone 2 (1, 1, 0)
  • Corea del Sud 3 (1, 0, 2)
  • Ecuador 1 (1, 0, 0)
  • Ungheria 1 (1, 0, 0)
  • Iran 1 (1, 0, 0)
  • Kosovo 1 (1, 0, 0)
  • Thailandia 1 (1, 0, 0)
  • Russia 2 (0, 1, 1)
  • Serbia 2 (0, 1, 1)

 

Un inizio promettente che fa presagire competizioni avvincenti, da non perdere nonostante il fuso orario differente.

 

Pubblicato da Raffaella

Raffaella (Lella ) Dellea. Eclettica e curiosa, ama leggere, imparare, capire. Ha recentemente pubblicato un romance e segue personalmente la sezione dedicata a lettura e scrittura in un blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.