• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Beauty
Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono

Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono

Parliamo di sottotono della pelle, un aspetto non trascurabile nella scelta del make up ideale. La scelta del come truccarci è come sappiamo influenzata da tanti fattori, alcuni soggettivi, come può essere i nostri gusti o il fatto di volere magari imitare il look di un’attrice o di una cantante che amiamo, ma altri sono oggettivi, e sono proprio questi a fare la differenza e che possono fa risaltare il nostro viso truccato: uno di questi è appunto il sottotono della pelle.

Cos’è esattamente il sottotono della pelle?

Colore-pelle20190401020153_07d13fa92ad25b7ab6adc6f60075c4f520190401020153_f5fe4eb2ad420c7d470d02f047a14bed Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono

Spesso pensiamo che il colore della nostra pelle, quello su cui ci basiamo per la scelta del make up, sia unicamente quello che si vede esternamente; in realtà quello è solo uno dei due, ed è definito sovratono, mentre il sottotono della pelle rappresenta il colore di fondo della nostra carnagione.

Questa differenza tra i due “toni” che costituiscono la nostra pelle venne individuata per la prima volta nei primi anni ’40 dal designer americano Robert Dorr che applicò al mondo del make up le sue osservazioni sugli armoniosi effetti dei colori della vernice quando raggruppava quelli di un sottotono blu o giallo, ideando Il Color Key System,  che permette di definire la carnagione umana come Key I (sottotono blu freddo) o Key II (sottotono giallo caldo)

Nel concreto: come facciamo a capire il nostro sottotono della pelle? 

sottotono Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono

Tante parti del nostro corpo ci permettono di individuare il sottotono della nostra pelle, anche se il colore delle vene resta ancora il metodo più diffuso. Ad esempio:

  • Se il colore delle vene tende al verde il vostro sottotono sarà caldo
  • Se tendono al blu il vostro sottotono sarà freddo
  • Se invece sono di un colore indefinito la pelle avrà un sottotono neutro

Un altro modo è quello di vedere il colore delle labbra e della sclera degli occhi. Se le vostre labbra sono sui toni del pesca e le sclere non sono di un bianco candido, ma tendono più ad un colore avorio, allora la vostra pelle avrà un sottotono caldo; se invece le vostre labbra sono di colore rosa tendente al viola, e le sclere sono perfettamente bianche.

Sottotono della pelle: perchè è così importante conoscerlo?

come-riconoscere-sottotone Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono

Il sottotono della pelle, contrariamente al sovratono, è una caratteristica scientifica che cambia nel tempo, e dipende non solo dalla quantità di melanina prodotta dal nostro organismo, ma anche dalle quantità di carotene ed emoglobina.

Conoscerlo è importante soprattutto a livello di makeup, in quanto la scelta delle giuste tonalità aiutano a risaltare al meglio il nostro viso, ma è anche a livello di outfit, perchè anche i giusti colori nell’abbigliamento possono aiutare a valorizzarci.

Sottotono della pelle: i vari tipi e le loro caratteristiche

sotto5 Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono

Sottotono caldo

  • caratteristiche principali: pelle leggermente ambrata, labbra di color simil-pesca, capelli ed occhi dalle sfumature calde
  • pelle che tende ad abbronzarsi facilmente, senza rischio di scottature
  • attrici famose “calde”: Nicole Kidman, Julia Roberts

Sottotono freddo

  • caratteristiche principali: pelle molto chiara, simil-porcellana, labbra di color simil-pesca, capelli biondi o castani ed occhi dai colori intensi (blu, verdi, grigi, castani, neri)
  • pelle particolarmente sensibile e suscettibile a scottature ed arrossamenti, soprattutto su guance, orecchie e collo/decolletè
  • attrici famose “fredde”: Naomi Watts, Anne Hathway

Sottotono della pelle: il makeup ideale è una questione di “stagioni”

cosmetics-2258300_1920 Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono

Come accennato in precedenza, conoscere il sottotono della pelle è importante a livello soprattutto di make up, per scegliere le nuances ideali a risaltare al meglio il viso e di conseguenza, esaltare la nostra bellezza. Nel caso specifico del make up, oltre ai sottotoni “caldo” e “freddo” vanno anche considerate le cosiddette “stagioni”, sulla base dei colori della natura in quelle quattro fasi dell’anno solare, e come questi si armonizzano con le caratteristiche cromatiche della pelle, secondo i principi della cosiddetta “armocromia”.

Nel dettaglio: l’armocromia

ARMOCROMIA-STAGIONI-SOTTOGRUPPI Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono

L’armocromia è una scienza che in base alla combinazione di pelle, occhi e capelli definisce la palette di colori ideale per ciascuna persona; essa ha origine nei primi del ‘900 grazie a Johannes Itten, pittore che insegnando si accorse come i colori di contorno attorno al soggetto di un quadro fossero in grado di risaltarlo, se in armonia con le caratteristiche somatiche del soggetto stesso (colore di pelle, occhi e capelli). A questo seguirono anni si studi che portarono poi all’ armocromia applicata alla persona, e in particolare in ambito cosmetico e della moda, e al “sistema delle 4 stagioni” , secondo il quale scegliere il mix di colori (palette), che meglio valorizza l’incarnato.

Nel caso, ad esempio, delle donne la cui pelle ha sottotono caldo, le stagioni indicate sono “primavera” ed “autunno”, mentre le donne dal sottotono della pelle freddo rientrano nelle stagioni “estate” ed “inverno”; a loro volta queste stagioni si suddividono ulteriormente su altri parametri, quali:

  • il contrasto, ossia quanto l’incarnato della pelle si distacca dal colore di occhi e capelli
  • il valore cromatico, che indica quanto è chiara, media o scura l’immagine
  • l’ intensità, ossia il grado di saturazione del colore della pelle cioè quanto sia carico e pieno

Sulla base di queste caratteristiche, quindi, si possono avere i seguenti “sottogruppi cromatici”:

  • L’inverno sarà dunque Puro, oppure particolarmente Scuro, Freddo  o Brillante
  • L’autunno sarà Puro, oppure particolarmente Scuro, Caldo o Soft
  • La Primavera sarà Pura, oppure particolarmente Chiara, Calda o Brillante
  • L’Estate sarà Pura, oppure particolarmente Chiara, Fredda o Soft

Ma focalizziamoci ora sull’ armocromia applicata al makeup, in particolare sui singoli prodotti e sulle tonalità ideali per ogni sottotono di pelle.

Sottotono della pelle : make up viso

based-texture-1142094_1920-2 Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono

Rappresenta l’unico prodotto makeup per la cui scelta della tonalità bisogna far riferimento non all’ armocromia o al sottotono della pelle, ma bensì al sovratono, ossia il colorito o carnagione della pelle, che analogamente al sottotono, può essere caldo,freddo oppure neutro. Talvolta sovratono e sottotono si confondono, per questo il fondotinta va scelto di un colore che si amalgami bene ad entrambi: per verificare questo è importante testare il prodotto nella zona mascella collo tenendo basandosi sulla teoria dei colori complementari in modo che la pelle appaia uniforme né troppo rosata né troppo olivastra. Discorso analogo va fatto per la scelta del correttore, che deve basarsi sul principio dei “colori complementari”.

Per quanto riguarda, invece, prodotti makeup per il viso, quali blush e illuminante, la scelta dev’essere fatta in base alla propria stagione armocromatica, ma anche al valore della pelle (da bianca a nera): per esempio, per pelli dal sottotono caldo sono indicati blush sui toni del pesca, o salmone o terracotta, mentre tonalità tendenti al rosa baby-fucsia sono indicate per pelli dal sottotono freddo.

Make up occhi

woman-3096664_1920 Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono

Contrariamente al makeup viso, la scelta dei giusti colori per il makeup occhi si basa sul proprio sottotono della pelle e sulla propria stagione armocromatica (oltre che sulla forma degli occhi stessi), e nello specifico il proprio sottogruppo: vediamo qualche esempio.

Primavera

Le donne primavera sono caratterizzate da un sottotono della pelle caldo, colori chiari, ed un intensità alta, per questo la scelta di colori per il makeup occhi, devono ricadere su tonalità vivaci, calde e brillanti; in particolare:

  • per il sottogruppo “chiaro” sono indicati il blu petrolio, il terracotta e il marrone
  • per il sottogruppo “caldo” sono indicati colori come il bronzo o il nocciola, ma anche oro e terracotta
  • per il sottogruppo “brillante” sono indicati il blu petrolio, viola caldo,bronzo e il marrone cioccolato

Autunno

Sono donne caratterizzate, analogamente a quelle primavera da un sottotono della pelle caldo, ma tonalità soft a bassa intensità. Per questo la scelta di colori per il makeup occhi, devono ricadere su tonalità scure e opache; in particolare:

  • per il sottogruppo “soft” sono indicati il verde oliva, il marrone, il beige e l’oro delicato.
  • per il sottogruppo “caldo” sono indicati colori come il bronzo, il terra di Siena, ma anche color cammello oppure oro
  • per il sottogruppo “scuro” colori come marrone scuro, verdone, bronzo intenso, l’oro risaltano al meglio lo sguardo 

Estate

Sono donne caratterizzate da un sottotono della pelle freddo, con un valore chiaro e una bassa intensità. Per questo la scelta di colori per il makeup occhi, devono ricadere su colori tenui e quasi polverosi; in particolare:

  • per il sottogruppo “chiaro” sono indicati colori rosati, che vanno dall’azzurro carta da zucchero, al rosa pastello e rosa cipria, fino al marrone rosato
  • per il sottogruppo “soft” sono indicati colori come il grigio chiaro, il greige e il marrone rosato
  • per il sottogruppo “scuro” colori intensi e profondi, come il blu e il viola, ma vanno bene anche argento e tonalità pastello

Inverno

Sono donne caratterizzate, analogamente a quelle estate da un sottotono della pelle freddo, ma a differenza di queste, presentano un contrasto alto e valore scuro. Per questo la scelta di colori per il makeup occhi, devono ricadere su tonalità scure e opache, cariche di mistero; in particolare:

  • per il sottogruppo “brillante” sono indicati colori come verde brillante, viola acceso,  nero o blu scuro
  • per il sottogruppo “freddo” sono indicati colori che vanno dalla scala dei grigi al blu intenso al color malva
  • per il sottogruppo “scuro” optare per colori come nero, grigio scuro o blu notte 

     

icon-stat Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono
Views All Time
949
icon-stat-today Come truccarsi al meglio: una questione di (sotto)tono
Views Today
1