Come truccarsi al meglio: scegliere il make up occhi in base alla loro forma

martysmith89

Parliamo di forma degli occhi, perchè al pari delle ciglia e delle sopracciglia, rappresenta un elemento chiave del nostro sguardo, e conoscerla permette di individuare il make up giusto per valorizzare i nostri occhi.

Forma degli occhi: come facciamo ad individuarla?

forma degli occhi

Per capire che forma hanno i nostri occhi bisogna servirsi di due semplici strumenti, che chiunque di noi ha in casa: uno specchio ed una fonte luminosa. Ma va bene qualsiasi specchio e qualsiasi luce? 

Per quanto riguarda lo specchio, il migliore è quello ingranditore, in quanto ci permette di avere una visione migliore dei nostri occhi, ma qualsiasi tipo di specchio va bene, a patto che ci si avvicini in modo tale da avere la visione netta di almeno uno dei due occhi. 

Per quanto riguarda la luce, l’ideale sarebbe sfruttare la luce naturale, ma se non è possibile andrà bene anche una fonte di luce “artificiale”

Le caratteristiche importanti che andranno individuate per identificare la nostra tipologia di occhi sono forma,appunto, distanza, profondità e dimensione.

Forma

forma degli occhi

Per quanto riguarda la forma, uno dei primi aspetti da osservare è se gli occhi presentano una specie di “piega”: questo permette di capire se si hanno degli occhi cosiddetti “monopalpebra”.

Un secondo aspetto relativo alla forma degli occhi riguarda gli angoli esterni, che in base alla loro posizione sopra o sotto alla linea immaginaria che passa al centro degli occhi, permettono di capire se si hanno gli occhi “all’insù” o “all’ingiù”.

Altro aspetto da valutare è quello relativo alla piega palpebrale, se è visibile oppure meno (per valutarlo basta semplicemente spalancare gli occhi): se scompare, allora si hanno degli occhi incappucciati” . Lo spazio bianco intorno all’iride, inoltre, permette di distinguere gli occhi “a mandorla” dagli occhi “rotondi”

Distanza

Per capire al meglio la distanza tra gli occhi, contrariamente alla forma, lo specchio dev’essere posizionato in modo tale che entrambi gli occhi siano ben osservabili. Primo aspetto da prendere in considerazione sono i lati interni degli occhi : questo permette di distinguere se si hanno degli occhi ravvicinati o distanti.

Profondità

Aspetto spesso poco preso in considerazione, ma importante per capire se si hanno degli occhi infossati oppure sporgenti.

Dimensione

Per valutare al meglio la dimensione degli occhi, occorre osservare attentamente il rapporto degli occhi rispetto alle altri parti del viso, come naso. Se le parti sono più o meno in proporzione, gli occhi avranno una dimensione media,  mentre saranno piccoli se sono più piccoli o grandi se hanno dimensioni maggiori rispetto alle altre parti del viso.

Forma degli occhi: qual’è il trucco occhi più indicato?

forma degli occhi

Occhi monopalpebra

Detti anche “all’orientale”, si caratterizzano per la piega palpebrale poco visibile; per questo il trucco occhi ha il compito di valorizzare la palpebra mobile, utilizzando ombretti dello stesso colore, ma di tonalità diverse.

Quello chiaro ha lo scopo di illuminare le sopracciglia e va applicato sotto di esse, quello medio va applicato nella zona in cui si vuole valorizzare la palpebra mobile, mentre quello scuro ha lo scopo di creare profondità all’occhio.

Inoltre l’utilizzo di una matita nera sulla rima inferiore aiuta ulteriormente a valorizzare questa tipologia di occhi, tranne nel caso in cui siano troppo piccoli, così come l’utilizzo di un mascara ad effetto volumizzante.

Occhi incappucciati

Per poter valorizzare al meglio questa forma degli occhi è importante mettere in risalto al massimo le ciglia,per evitare che queste vengano nascoste dal “cappuccio” di pelle che copre la palpebra mobile.

Per questo il pezzo forte del trucco occhi in questo caso dev’essere il mascara, meglio ancora se dall’effetto incurvante e volumizzante. Se si vuole truccare la palpebra mobile, utilizzare ombretti chiari per la parte centrale, mentre quelli scuri vanno applicati a lato per allungare lo sguardo.

Occhi all’ingiù

Per questa forma degli occhi è importante sviluppare il trucco in verticale per farli risaltare al meglio, alzando virtualmente la parte finale dell’occhio; è importante puntare su ombretti mat, dal finish opaco per creare profondità. Un altro valido aiuto per risaltare lo sguardo deriva dal correttore, a patto che questo venga distribuito correttamente, creando un effetto più naturale possibile e non appesantendo ulteriormente la zona oculare.

Occhi all’insù

In questo caso il trucco occhi deve seguire la forma naturale dell’occhio stesso, senza tuttavia esagerare; un primo passo è quello di delineare le rime palpebrali, utilizzando un eyeliner o una matita spessa:  la rima superiore andrà bordata completamente, mentre quella inferiore solo da metà andando verso l’esterno. Un’alternativa valida per gli occhi all’insù è il cosiddetto “smokey eye

Occhi ravvicinati e occhi distanti

Per quanto riguarda gli occhi ravvicinati è importante creare l’illusione di più spazio, utilizzando un ombretto chiaro negli angoli interni ed esaltando con il mascara quelli esterni.

Views All Time
Views All Time
94
Views Today
Views Today
1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Klimt: Il pittore che amava dipingere le anime sfaccettate delle donne

Facebook Twitter LinkedIn Gustav Klimt, il celeberrimo pittore austriaco, nacque il 14 luglio 1862 a Baumgarten, un sobborgo di Vienna, è il secondo di sette fratelli. Dotato di una naturale predisposizione al disegno, Klimt perfezionò la sua tecnica frequentando la Scuola d’arte e mestieri di Vienna, la Kunstgewerbeschule. Insieme ai […]

Subscribe US Now