Disturbi del sonno: 4 consigli per dormire bene

Ti sei accorto che durante la notte ti giri e rigiri nel letto per ore? Senti che la stanchezza prende il sopravvento sul tuo corpo, sulla tua mente ma non sui tuoi occhi? Ti capita di svegliarti più volte, rompendo drasticamente l’equilibrio notturno del tuo sonno?

Non preoccuparti, non sei il solo.

I disturbi del sonno sono più frequenti di quanto si pensi e con pochi accorgimenti, potrai recuperare il sonno perduto e svegliarti il mattino seguente pieno di forze.

Il team di The Web Coffee, ha pensato a quattro, semplici tips per risolvere velocemente il problema.

 

1 – Non usare il pc fino a tarda notte

I disturbi del sonno spesso dipendono dalle attività che si svolgono fino a pochi momenti prima di mettersi a letto. In primis, l’utilizzo del pc che, con tutti gli stimoli luminosi, provoca nel nostro cervello degli input che causano la perdita del sonno. O, almeno, non ci permettono di godere di una lunga notte di riposo.

Prima dell’avvento delle tecnologie, la fisiologia del corpo non era soggetta a queste situazioni. Con l’arrivo dei computer, della televisione e di tutti i dispositivi elettronici (tra cui lo smartphone), le abitudini hanno subito un cambiamento radicale. Questo cambiamento, però, non ha inciso sulla struttura del nostro cervello, poiché è rimasta sempre la stessa.

Cosa vuol dire?

In parole povere, i disturbi del sonno provocati dall’utilizzo del pc o di altri dispositivi dotati di luce artificiale, alterano la produzione di melatonina, l’ormone in grado di modificare (anche negativamente) il ritmo sonno-veglia.

Il computer ci permette di lavorare, giocare, sfruttare le piattaforme per fare binge watching e moltissime altre attività. Non dimentichiamoci, però, che la notte è fatta per dormire.

sonno
Fonte: Pixabay

2 – Modera l’assunzione di liquidi

Questo non vuol dire non bere più prima di andar a dormire, però mette un campanello di allarme a chi, solitamente, cede alle abbuffate seria di liquidi. Infatti, bere troppo prima di andare a letto, potrebbe provocare l’insonnia, dal momento dovrete alzarvi di notte per urinare, interrompendo bruscamente il sonno.

Sì, a tisane, camomilla e tutto ciò che adorate bere, ma fermate la sete almeno due ore prima di andare a dormire, così da permettere allorganismo di assimilare ed espellere i liquidi in eccesso.

Noterete subito una grande differenza nella qualità del vostro sonno.

Naturalmente, restano al bando le bevande zuccherate o che contengono eccitanti, come caffeina, Coca-Cola e teina.

3 – Colazione da re, pranzo da principe e cena da povero

I vecchi detti non sbagliano mai. Forse, già si immaginava quanto una cena pesante potesse influire sul sonno. Cene particolarmente abbondanti, infatti, richiedono allorganismo un lavoro molto più intenso per la loro digestione. Puntate sulle proteine vegetali, come quelle contenute nei legumi, associandole, prevalentemente, a carboidrati complessi, che ne favoriscano l’assorbimento. Questo mix vincente, infatti, produce seratonina, una vera alleata per il sonno.

sonno
Fonte: Pixabay

 

4- Abitua il corpo

Cerca di non cambiare continuamente l’orario in cui vai a dormire, proprio perché il corpo umano è un organismo abitudinario. Per ottenere un sonno di qualità, cerca di andare a dormire e svegliarti sempre alla stessa ora. Certo, le eccezioni sono contemplate, purché non diventi un’abitudine. Ricordatevi sempre di lasciare al corpo il tempo di recuperare il sonno perduto.

Avrete sentito dire che “chi dorme non si ammala” e avete accolto con scetticismo questa affermazione. In realtà è proprio così. Un buon sonno aiuta a guarire, proprio perché questo aiuta a regolare la risposta immunitaria. Ciò non vuol dire che chi soffre di insonnia si ammali prima o più facilmente. È chiaro, però che l’organismo di chi non rispetta il proprio ritmo sonno-veglia possa incorrere più facilmente a malattie ed infezioni.

sonno
Fonte: Pixabay
Views All Time
Views All Time
162
Views Today
Views Today
2
Next Post

Ennio Morricone: Buon viaggio Maestro

Facebook Twitter LinkedIn Questo 2020 non smette di lasciare tracce. Diamo oggi l’addio ad uno dei più celebri compositori della musica italiana: Ennio Morricone. Ennio Morricone: vita e carriera Ennio Morricone  viene ricordato principalmente per la sua collaborazione con Sergio Leone. I due sono stati compagni di scuola e proprio […]
Ennio Morricone

Subscribe US Now