Apple sfida Netflix con la nuova piattaforma Streaming

Streaming

Streaming: il salto di qualità Apple e la sfida a Netflix

E Streaming sia!

Oggi 25 Marzo 2019 alle ore 18:00 circa, ora Italiana, Apple ha ufficialmente lanciato Apple Tv +, la nuova piattaforma per la trasmissione di film e serie TV online.

ITunes, Apple Pay, Apple Store erano state già le chiavi di volta per spedire il colosso mondiale nell’Olimpo della tecnologia. Ora, però, le porte  di Cupertino si aprono anche verso una frontiera, un campo in cui la nota azienda americana ancora non si era addentrata: lo streaming, completando la sua offerta.

All’evento del lancio intitolato non a caso “It’s show time” erano presenti alcuni tra i volti noti dello star set americano, tra cui Jennifer Aniston, Reese Witherspoon, Steven Spielberg e molti altri che pare stiano lavorando per realizzare contenuti esclusivi . Il teatro è esploso in una standing ovation per Ophrah Winfrey. 

La piattaforma permetterà agli utenti di guardare film, serie tv e materiale esclusivo targato Apple, proprio come i suoi diretti concorrenti.
I contenuti sono ancora un mistero, ma i clienti sono certi che sarà un nuovo successo della multinazionale americana.

Neanche il tempo di dirlo che le sue azioni schizzano alle stelle.

Il progetto è ambizioso ed i fan della Apple trepidanti.

La nuova piattaforma rivolta a tutti ?

La guerra a Netflix è aperta e la strategia parte dal coinvolgimento dei fedelissimi.

Anche i costi saranno competitivi: si parla di un abbonamento mensile che costerà tra i dieci ed i quindici dollari al mese.

Pare che stiano valutando l’opportunità di rendere fruibile Il nuovo Channel TV anche sui dispositivi dei concorrenti com Samsung, Sony , Lg e file tv ( Amazon).


Le indiscrezioni

La Apple svilupperà show, commedie e contenuti di ogni genere e si è preannunciata una serie tratta dal film di Terry Gilliam, “i banditi del tempo” e il dramma “See”, che vedrà come protagonista Jason Momoa.

Pare che non manchino serie Tv per gli amanti della letteratura, tra cui una commedia dedicata alla celebre poetessa Emily Dickinson.

Il colosso di Steve Jobs non si ferma però solo a film ed intrattenimento TV. Indiscrezioni parlano di ampliamenti a musica, notizie e una ricca gamma di videogames in tempi brevi.

Il servizio sarà inizialmente disponibile in 10 paesi ma a breve sarà accessibile in ben cento nazioni, tra cui l’Italia.

Per contrastare l’iniziativa, pare che Netflix stia già pensando ad un abbonamento particolarmente economico, da circa 4 $ al mese, ma non vi sono notizie ufficiali in merito.