Riforma del copyright, Wikipedia Italia oscurata e a rischio la creatività

Alla vigilia del voto sulla riforma del copyright, Wikipedia Italia oscura la pagina ed invita i suoi lettori a mettersi in contatto con gli europarlamentari. Lo stesso accade per le pagine in lingua tedesca, slovacca, ceco, danese, gallega australiana e catalana.

In vista del voto a Bruxelles del 26 marzo 2019 sulla riforma del copyright, Wikipedia ha deciso di oscurare la sua pagina in segno di protesta.

Questa potrebbe essere la nostra ultima opportunità. Aiutaci a salvare il diritto d’autore in Europa.

Questo è l’appello lanciato da Wikipedia ai suoi lettori,sollecitandoli poi a contattare gli eurodeputati e a manifestare il proprio dissenso.
Un episodio analogo si era verificato lo scorso anno, quando Wikipedia aveva oscurato le voci dell’enciclopedia, per poi restaurarle al rinvio del voto. Voto che però oggi è nuovamente oggetto di discussione.
Nonostante Wikipedia sappia che la riforma non sortirebbe alcun effetto diretto su di essa, ha comunque deciso di intervenire perché “parte dell’ecosistema di Internet”, che verrebbe indebolito e così ne risentirebbe anche lei.

Cosa prevede la normativa e perché è osteggiata

I due articoli più combattuti della Riforma sono l’11 e il 13.
L’articolo 11 prevede un compenso equo per gli editori da parte delle grandi aziende come Google per poter utilizzare il loro materiale, anche parzialmente. Sebbene tale normativa miri a proteggere la stampa, al contempo potrebbe distruggerne una parte. Se, infatti, i colossi dovessero pagare dei compensi per i contenuti, allora deciderebbero di pagare i siti più rinomati e con più lettori. Tutto ciò metterebbe a repentaglio i siti minori e l’opportunità di leggere una notizia da più fonti e di coglierne così più sfumature.
Inoltre, una legge simile era già stata varata in Spagna, con il risultato della perdita degli investimenti di Alphabet in quel Paese.

L’ articolo 13 prevede che “Qualsiasi piattaforma digitale che ospita contenuti caricati online da terzi, incluso YouTube, sarà ritenuta responsabile, al momento del caricamento, di qualsiasi violazione del copyright”.
Le modalità del controllo che le aziende dovrebbero effettuare nei confronti di terzi non sono ancora chiare. Nel frattempo questo sta generando malcontento e incertezza.

La posizione della SIAE

Se Wikipedia manifesta il suo dissenso nei confronti di questa riforma, la Siae auspica invece che vada in porto.

Questa Direttiva serve a ristabilire che il lavoro creativo deve essere remunerato, così come la storia dei nostri Padri Fondatori ci ha insegnato.[…] Va a vantaggio dei tanti, tantissimi autori che ricchi non sono

Questa è la dichiarazione della Siae, che invita l’Europarlamento a non tirarsi indietro e ad approvare la riforma.

Autore: Rosaria Scialpi

Views All Time
Views All Time
326
Views Today
Views Today
1
Next Post

Apple sfida Netflix con la nuova piattaforma Streaming

Facebook Twitter LinkedIn Streaming: il salto di qualità Apple e la sfida a Netflix E Streaming sia! Oggi 25 Marzo 2019 alle ore 18:00 circa, ora Italiana, Apple ha ufficialmente lanciato Apple Tv +, la nuova piattaforma per la trasmissione di film e serie TV online. ITunes, Apple Pay, Apple […]
Streaming

Subscribe US Now