Le mostre d’arte oggi: riflessioni sulle diverse tipologie di esposizioni

In questi ultimi anni è possibile assistere ad una maggior diffusione di eventi legati all’arte –in particolare sotto forma di mostre temporanee- che risultano spesso essere interessanti, agli occhi del pubblico, soprattutto per le nuove forme di comunicazione e narrazione

Tali forme sono prettamente tipiche dell’arte contemporanea e riescono, dunque, ad attirare sempre di più l’attenzione di un’ampia fetta di pubblico.

Inoltre, nell’ultimo periodo, con sempre più frequenza esse apportano anche nei centri minori eventi che sembrano di gran lunga appagare ed istruire il visitatore.

Oggi, alla tradizionale forma della mostra monografica dedicata all’opera di un solo artista, si stanno affiancando altri modelli di esposizione che hanno lo scopo di imporsi come nuovi mezzi comunicativi: l’opera d’arte, in tal modo, diventa soprattutto parte fondamentale ed imprescindibile di una narrazione “in fieri”.

mostre
Fonte: Pixabay

 

Possiamo definire le mostre monografiche come “tematiche”, perché caratterizzate da una forte scientificità e da un assetto espositivo rigido e piuttosto “scolastico”, come viene definito dagli esperti.

Questo ultimo concetto -si badi bene- non deve star a significare che, tali forme espositive, rappresentino un noioso mezzo di comunicazione.

Tuttavia, la nuova frontiera dell’arte, è oggi maggiormente rappresentata da eventi che riescono soprattutto a creare dei contesti culturali che l’occhio di un pubblico più attento può cercare di ricostruire nella propria mente: sfruttando semplicemente l’immaginazione, ognuno di noi si rende parte attiva di un percorso espositivo.

Fonte: Pixabay

 

Per quanto riguarda la mia esperienza personale, sono proprio queste mostre d’arte ad avermi colpita di più, e credo siano quelle che meglio riescono a comunicare con lo spettatore.

A tal proposito, ruolo particolarmente importante viene affidato alla creatività di chi organizza ed allestisce una mostra che,  dunque, non appare più come una semplice esposizione di opere ma sta a rappresentare un vero e proprio racconto costituito da immagini.

Questa nuova formula, oggi, spesso non risulta essere troppo apprezzata da quella fetta di pubblico e dagli storici dell’arte più tradizionalisti: essa richiede infatti, soprattutto a chi lavora nell’ambito, di abbandonare i vecchi schemi narrativi per confrontarsi con i nuovi paradigmi comunicativi della società, una società che sempre più fonda le proprie esperienze sulle immagini e che quindi si pone al passo con i tempi

La forma e l’obiettivo di tali esperienze esulano, dunque, dalla tradizione e si adeguano alle esigenze odierne, mettendo organizzatori ed allestitori in una posizione inedita di veri e propri “creatori” di una mostra, in grado di rendere questi eventi meno “scientifici” ma più adeguati ai tempi che cambiano.

mostre
Fonte: Pixabay

 

 

Fonti:

http://www.shan-newspaper.com/web/arte

https://blog.zooppa.com/it/2017/07/

Milena Vittucci

Views All Time
Views All Time
469
Views Today
Views Today
4
Next Post

Personaggi Disney e lucchetti vestono la collaborazione autunnale tra Moschino e H&M

Facebook Twitter LinkedIn Amanti della moda, ma, ahimè, “senza portafoglio” attenzione! Arriva la collaborazione Moschino- H&M L’autunno è appena iniziato e, come ogni anno, i negozi si riempiono di novità che tutti vorremmo portare nei nostri guardaroba. Anche questa stagione A/W il colosso del Fast Fashion H&M ci aiuta nel […]
moschino

Subscribe US Now