La colazione aguzza la memoria

La colazione aguzza la memoria

Cibi per rinforzare la memoria: quali scegliere per la colazione? La colazione, ormai è risaputo, è ritenuta dagli esperti nutrizionisti il pasto più importante della giornata, in quanto ci fornisce gran parte dell’energia necessaria per affrontare la giornata.

Non solo: fare una colazione bilanciata, con il giusto apporto di nutrienti, aiuta a mantenere il metabolismo attivo, riducendo fortemente l’impulso della fame nervosa, contribuisce a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e diabete, riduce fortemente lo stress ed è anche, strano ma vero, un aiuto prezioso per la memoria.

Colazione sana: quali sono gli effetti sulla memoria?

Cibi per rinforzare la memoria
Cibi per rinforzare la memoria

Una colazione sana e bilanciata, nello specifico, aiuta a migliorare le capacità di memorizzazione, di ascolto e comprensione e aumentare il livello di attenzione.

Questo perché la notte comporta un digiuno di 10-12 ore, in seguito al quale si ha un calo dei livelli di zucchero nel sangue, e l’immediato apporto di carboidrati contribuisce ad un aumento del glucosio disponibile al cervello dal flusso sanguigno, e di conseguenza un miglioramento della memoria, che è possibile anche aumentare prediligendo certi cibi

Cibi per rinforzare la memoria: quali sono da prediligere?

Cibi per rinforzare la memoria
Cibi per rinforzare la memoria

Se per una serie di cause ci rendiamo conto che la nostra memoria non è così brillante come prima, possiamo darle uno sprint scegliendo attentamente gli alimenti da consumare, la cui prima prerogativa devono essere di origine naturale: spazio quindi ad esempio, al pane, meglio se fatto con cereali integrali o farina d’avena ( sono più ricchi di fibre, e questo aiuta a sostenere l’energia per periodi di tempo più lunghi), affiancato da cibi ricchi in vitamine B e C , che promuovono la memoria, oltre alla concentrazione, la stabilità emotiva e la qualità del sonno.

Frutta, come kiwi, agrumi (arance, limoni, pompelmi, mandarini, etc.), ma anche frutta secca oleaginosa (noci, mandorle, nocciole) , cioccolato fondente, che contribuisce ad aumentare i livelli di serotonina ormone importante per la concentrazione e la memoria, e uova, importante fonte di colina, essenziale che supporta le funzioni mnemoniche, e di amminoacidi essenziali.

Buona memoria: cosa evitare a colazione?

Tra i cibi da evitare assolutamente per il mantenimento di memoria e concentrazione, soprattutto a colazione, vi sono tutti i prodotti di pasticceria industriale come ciambelle, biscotti, gallette, muffin, cereali con zucchero, oltre alle bevande zuccherate, in quanto contengono un’elevata quantità di zuccheri, che può contribuire allo sviluppo di malattie neurodegenerative, oltre che il diabete.

Da evitare anche cibi ricchi in grassi saturi, come la maggior parte degli snack e biscotti preconfezionati, il cui consumo eccessivo porta ad un calo della memoria, oltre ad un volume cerebrale inferiore e declino cognitivo.

Pubblicato da martysmith89

Se dovessi descrivere la mia vita, la definerei come un paesaggio pedemontano, dove rilievi irti e rocciosi si intrecciano con ampie vallate sconfinate. La mia prima grande passione,quella per la scienza, c'è stata fin da piccola ma ha cominciato ad assumere la forma della Biologia in seconda liceo, e dell'Immunogenetica adesso. L'altra, quella per la scrittura, quasi in parallelo, grazie ad eventi casuali: per me è stato come un fulmine, che mi ha colpita e ha lasciato un segno indelebile. Io e la scrittura siamo unite da un filo invisibile ma solido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.