Vintage Friday: 6 scrittrici famose che hanno lasciato il segno

Vintage Friday: 6 scrittrici famose che hanno lasciato il segno

Sono tante le scrittrici donne che hanno segnato la letteratura. Per il Vintage Friday, ne ricordiamo cinque da recuperare assolutamente.

 

5 scrittrici che hanno lasciato il segno
Fonte foto: Pinterest

Nel mondo della letteratura, moderna e contemporanea, ci sono state tante scrittrici donne che hanno lasciato il segno. Molte sono state costrette a usare degli pseudonimi per poter pubblicare i propri romanzi, altre sono state rifiutate spesso dalle case editrici, per poi riprendersi la loro rivincita.

 

Nella Giornata Mondiale del Libro, ci teniamo a ricordarne cinque che hanno segnato in modo indelebile il mondo della letteratura.

 

 Jane Austen

 Iniziamo da una delle scrittrici britanniche maggiormente influenti nella storia della letteratura.

Jane Austen nasce nel 1775 a Steventon e inizia, fin da giovane, la sua carriera nella scrittura, scrivendo le prime bozze di due dei suoi romanzi più famosi: Orgoglio e pregiudizio e Ragione e sentimento.

La sua scrittura è caratterizzata da poche scene descrittive e diverse digressioni narrative, oltre al discorso indiretto libero. La scrittura di Jane Austen permette al lettore di immedesimarsi completamente nella storia, entrando nella mente dei personaggi.

Tra i suoi romanzi più famosi, oltre ai due già citati, troviamo anche Emma, Persuasione e Masnfield Park.
Jane Austen ha influenzato moltissimo la letteratura dell’Ottocento, così come quella attuale, scrivendo della società in cui viveva e di personaggi (soprattutto femminili) ribelli e che hanno rotto le regole del tempo, diventando anche simboli di un femminismo storico.

Dai suoi romanzi, sono state fatte diverse trasposizioni cinematografiche di successo, tra cui quella di Orgoglio e pregiudizio del 2005.

5 scrittrici che hanno lasciato il segno
Fonte foto: Wikipedia

 

Emily Brontë 

 Rimaniamo in Inghilterra, con una delle scrittrici dell’età vittoriana più celebri di sempre: Emily Brontë. Si tratta della più celebre delle tre sorelle Brontë, famosa per il suo unico romanzo Cime Tempestose, scritto nel 1847.

Cime Tempestose è sicuramente un capolavoro della letteratura inglese, che sviscera il rapporto tra Catherine e Heathcliff, mostrando la crudeltà della natura umana, ma anche le sue fragilità. Quella fra Catherine e Heatchliff non è la classica storia d’amore, ma è il racconto di quanto l’animo umano possa essere tormentato e di quanto possiamo essere crudeli, quando il dolore fa parte della nostra vita.

In Cime Tempestose, Emily Brontë racconta molto più della sua vita di quanto possiamo immaginare: la crudeltà, la vita ai margini della società, la solitudine sono tutte tematiche che possiamo riscontrare sia nel romanzo che nella vita di Emily.

Il romanzo ruppe gli schemi preimpostati della letteratura del periodo, soprattutto a causa di una mancanza di redenzione da parte dei protagonisti del romanzo e costruendo una delle storie più belle e tormentate della letteratura.

5 scrittrici che hanno lasciato il segno
Fonte foto: Books Room

 

Virginia Woolf

 Tra le grandi scrittrici donne da leggere assolutamente, non può mancare Virginia Woolf, scrittrice, saggista e attivista britannica. Viene considerata come una delle principali figure letterarie del XX secolo, continuamente impegnata nella lotta per la parità dei diritti tra i sessi.

Tra le sue opere più famose abbiamo La signora Dalloway, Gita al faro e Una stanza tutta per sé.

Virginia Woolf abbandonò la tecnica della narrazione tradizionale, per adottarne una più moderna: eliminò la forma del dialogo diretto, dando maggiore attenzione al monologo interiore dei protagonisti, oltre ad adottare una narrazione senza una cronologia precisa, ma continui salti avanti e indietro nel tempo.

Virginia Woolf, oltre alla sua strabiliante carriera letteraria, è riuscita a influenzare molto il femminismo dell’epoca, sviluppando anche quello attuale: probabilmente, senza di lei, non avremmo mai avuto molti dei saggi femministi che sono stati essenziali per noi oggi.

La sua scrittura sperimentale e la sua esplorazione delle figure femminili la rendono una delle scrittrici più influenti di sempre.

5 scrittrici che hanno lasciato il segno
Fonte foto: Wikipedia

 

Mary Shelley

 Mary Shelley è stata una scrittrice, saggista e filosofa britannica e, a soli 19 anni, ha scritto il romanzo gotico Frankenstein, rivoluzionando il genere. Nella sua carriera, curò anche le edizioni delle poesie del marito Percy Bysshe Shelley.

La sua vita è stata segnata dalla relazione col celebre poeta romantico: un amore doloroso e travagliato a causa delle visioni differenti dei due.

Ma Mary Shelley è stata anche la scrittrice che ha riscritto le regole del romanzo gotico, superando gli schemi classici della paura verso l’ignoto e prediligendo una visione scientifica, in chiave fantascientifica, con un’enorme visione metaforica.

La scrittrice britannica riesce a racchiudere nel suo romanzo le paure della sua epoca, un periodo segnato dalle numerose scoperte scientifiche, in cui l’uomo era protagonista del cambiamento.

Frankenstein è il capolavoro di una scrittrice che è riuscita a scrivere di diverse tematiche, come l’amore, il dolore e la società.

5 scrittrici che hanno lasciato il segno
Fonte foto: Wikipedia

 

J.K. Rowling

 Se pensiamo alle scrittrici contemporanee, non possiamo che citare J.K. Rowling, autrice della famosa saga letteraria dedicata al maghetto più famoso della letteratura: Harry Potter.

L’idea della saga nacque su un treno, mentre andava a lavoro e iniziò a sviluppare la storia nelle pause pranzo. Dopo la nascita della prima figlia e il divorzio dal marito, la scrittrice britannica ebbe numerosi problemi legati alla depressione, causati anche da una situazione finanziaria disastrosa.

Nel 1995 terminò Harry Potter e la Pietra filosofale, ma il libro fu accettato solo dopo 12 rifiuti da parte di case editrici che etichettarono il romanzo “fin troppo lungo”.

Sicuramente quelle case editrici, oggi, si sono mangiate le mani: la saga di Harry Potter ha ottenuto un successo stratosferico in tutto il mondo, anche grazie alla fortunata trasposizione cinematografica iniziata nel 2001.

Non solo J.K. Rowling ottenne un enorme successo, ma riuscì a riavvicinare tantissimi bambini e ragazzi alla lettura, grazie al magico mondo nato dalla sua creatività.

Harry Potter è ormai un fenomeno mondiale, ha segnato intere generazioni, diventando una delle saghe letterarie più amate di sempre.

5 scrittrici che hanno lasciato il segno
Fonte foto: Orgoglio Nerd

 

Queste erano alcune delle scrittrici femminili da leggere almeno una volta nella vita. Il loro contributo alla letteratura moderna e contemporanea è stato essenziale e non potremo mai ringraziarle abbastanza. 

E voi chi preferite?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.