Memories – Chi ama non dimentica. Recensione del libro di Antonella Carullo

Silvia Campus

Chi ama non dimentica è l’ultimo libro di Antonella Carullo ripubblicato nel gennaio di quest’anno da Porto Seguro Editore. Nato con l’intento di essere usato per una fiction, in questa sua nuova veste Chi ama non dimentica diventa il primo capitolo di una trilogia, “Memories“. Il romanzo, che aveva visto la luce già nel 2016, è il vincitore del primo premio nella sezione “Narrativa e libri”, assegnato dall’Accademia Partenopea Federico II.

Sinossi

Antonella Caruso ha trentanni e per il suo compleanno riceve una strana telefonata da un notaio. Quando arriva nel suo studio scopre che il Cavaliere Caruso, il bisnonno che lei non ha mai conosciuto, le ha lasciato in eredità un manoscritto anonimo dal titolo Chi ama non dimentica.

Sfogliando le pagine, Antonella scopre il passato misterioso della sua famiglia: una storia di fede e passione per una squadra di calcio ma anche di inganni, tradimenti e morte…

Siamo a Forcella, Napoli. Antony Caruso, Paco Merolla e Cardillo hanno nel cuore una sola fede: la Dinamo. Il loro grande amore convive, però, con alcuni demoni, bugie e inganni troppo grandi per essere raccontati.

Dietro a una vita apparentemente normale, i protagonisti faranno di tutto per celare le loro verità. Ma, prima o poi, le carte vengono scoperte.

Per i tre arriva allora il momento di far cadere la maschera e di prendere in mano il proprio destino, con una sola certezza : nulla sarà più come prima.

Recensione

Chi ama non dimentica è un libro che ha la capacità di far battere il cuore ad ogni capitolo.

Le vicende del Presidente, dell’allenatore e del giovane n.10 si intrecciano attorno alla sorte della Dinamo Partenope, squadra di calcio militante in Lega Pro.

Ogni protagonista cerca di tenere segrete le bugie e gli inganni, per amore o per paura. Ogni motivazione è lo spunto per affrontare tematiche importanti e attuali che vanno dalla mafia, all’uso delle droghe, all’importanza di mantenere la parola data e all’onore. Sopra tutto questo, c’è la volontà di trovare il coraggio per superare ogni difficoltà, un coraggio che porta, purtroppo, anche a fare scelte sbagliate. La trama mescola fatti realmente accaduti con altri di fantasia, in un mix perfetto che rende le vicende narrate più sentite e coinvolgenti.

Il lettore non può fare a meno di volerne sapere di più man mano che la storia procede fino all’incredibile finale, ricco di colpi di scena.

Il libro di Antonella Carullo è appassionante, potente e a tratti anche emozionante; un romanzo in cui traspare tutto l’amore per Napoli e per uno sport, il calcio, che è più di una semplice passione.

Con l’occasione ringrazio l’autrice per avermi dato la possibilità di recensire il suo romanzo.

 

Views All Time
Views All Time
93
Views Today
Views Today
1
Next Post

Musica che unisce: lo show da casa per non sentirsi soli

Facebook Twitter LinkedIn Musica che unisce, il grande show si raiuno! Il periodo che stiamo vivendo è indubbiamente strano, e ci sta costringendo a vivere in un modo che ci risulta difficile. La musica è un linguaggio universale, che viene parlato da tutti e che a prescindere dal genere, unisce […]
musica che unisce

Subscribe US Now