Stefano Bombardieri: il ruolo degli animali nelle sue opere

Stefano Bombardieri: il ruolo degli animali nelle sue opere

Gli animali sono i protagonisti di buon parte del lavoro artistico di Stefano Bombardieri che mette l’uomo al centro della sua riflessione. 

L’artista considera gli animali l’anello di congiunzione tra uomo e terra; perché ritiene  difficile per l’uomo rapportarsi direttamente con gli elementi naturali e comprenderne l’ importanza della preservazione .

L’animale, invece, interagisce con noi in qualche modo, ci somiglia, in esso ritroviamo noi stessi, addirittura in alcuni tratti se non in alcuni gesti e comportamenti; è più facile per noi capire chi siamo e capire le problematiche della terra attraverso la loro osservazione.

Nelle sue opere gli animali sono metafore della complessità esistenziale umana.

Stefano Bombardieri, la simbiosi tra uomo e animali nelle sue opere

A Stefano Bombardieri  interessa l’uomo, in particolare come reagisce di fronte agli eventi, più o meno inattesi, che mettono in discussione il suo  precario equilibrio.

Anche quando gli animali rappresentano loro stessi,  l’uomo fa sempre parte del discorso, perché distruggere il pianeta sul quale abitiamo è distruggere noi stessi.

L’opera che più gli somiglia è Il peso del tempo sospeso/rinoceronte, questo lavoro è nato da un’immagine che l’artista ha visto molti anni fa: parliamo di una fotografia tratta dal film E la nave va di Federico Fellini, raffigurante un rinoceronte malato sospeso con cavi e corde, che veniva caricato su un transatlantico con destinazione l’America.

 

Paolo Bombardieri
Fonte: HOFA Gallery – The Web Coffee

 

In questa sospensione ha visto una sorta di previsione della sua stessa condizione anni dopo.

Ha messo questa foto in un cassetto e come d’incanto è riapparsa quando era diventato lui il rinoceronte sospeso.

Stefano Bombardieri sostiene di non essere sempre consapevole del significato associato alle sue opere, o quantomeno razionalmente cosciente,

In parte lo scopre quando esse vengono lette dal pubblico con più chiavi interpretative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.