Vintage Friday: 6 idoli musicali dei primi anni Duemila

Martina Sarra

Teenager impazzite ai concerti e solo le loro canzoni alla radio, di chi stiamo parlando? Ma degli idoli italiani delle teenagers degli anni Duemila. Per il Vintage Friday ricordiamo gli artisti per cui impazzivano gli adolescenti negli anni 2000. 

 

idoli musicali anni duemila
Fonte foto: Le Rane

Ogni epoca ha avuto il suo idolo: se ne gli anni Sessanta, le ragazzine strepitavano ai concerti dei The Beatles, negli anni Novanta sono arrivate le boy-band, che si sono trascinate fino ad oggi.

Ma per quanto riguarda il panorama musicale italiano degli anni Duemila?

Si sa che la musica italiana è sempre stata un po’ indietro rispetto alla musica americana o a quella inglese per quanto riguarda i teenagers, ma negli anni Duemila sono nate diverse band o comunque artisti che si sono avvicinati di più al target adolescenziale.

Artisti che hanno fatto più o meno successo e che hanno fatto impazzire folle di teenagers. Ricordiamoli insieme.

 

Gemelli DiVersi

I Gemelli DiVersi sono un gruppo pop rap italiano formatosi nel 1998 a Milano.

Il gruppo, formato da Takaji, Thema, Strano e Grido (quest’ultimo è il fratello di J-Ax) ha scalato le classifiche negli anni Duemila, grazie alla loro componente rap, con cui trattavano argomenti molto delicati, come l’abuso sui minori (basta ricordare il pezzo Mary) ma anche alla componente pop, con pezzi più leggeri come Fotoricordo o Un attimo ancora (una sorta di rifacimento della famosa canzone dei Pooh).

Il gruppo si è presentato anche a Sanremo con la canzone Vivi per un miracolo.

Nella seconda metà degli anni Duemila, il loro successo passa un po’ in sordina, anche a causa di una totale rivoluzione dell’ambiente hip-hop e dell’arrivo di nuovi artisti.
Purtroppo i Gemelli DiVersi, anche a causa di alcuni abbandoni, non si vede più in cima alle classifiche da anni, ma noi non ci scorderemo quella “Mary” cantata a squarciagola ai loro live.

idoli musicali anni duemila
Fonte foto: Radio Margherita

 

Zero Assoluto

Svegliarsi la mattina, Per dimenticare, Appena prima di partire sono solo alcuni dei singoli di questo duo di successo degli anni Duemila.

Gli Zero Assoluto è un duo romano composto da Thomas De Gasperi e Matteo Maffucci che inizia muovendo i primi passi nella scena rap romana.

A partire dal 2005 inizia il loro grande successo con il doppio disco di platino del singolo Semplicemente, canzone scartata al Festival di Sanremo, ma che rimane nelle classifiche italiane per trenta settimane. Nel 2006 partecipano al Festivalbar col brano Sei parte di me, che conquista due dischi di platino e con cui vincono il premio Rivelazione dell’anno. Duettano anche con Nelly Furtado nel singolo All Good Thins (Come to an End).

Recentemente, durante il lockdown, gli Zero Assoluto si sono esibiti in una nuova versione virtuale di Svegliarsi la mattina, risvegliando in tutti i teenagers degli anni Duemila, l’amore per questo duo romano.

idoli musicali anni duemila
Fonte foto: L’Eco dello Jonio

 

Paolo Meneguzzi

Abbandoniamo per un attimo le band, per parlare di uno degli artisti più amati dai teenagers negli anni Duemila: Paolo Meneguzzi.
Paolo Meneguzzi è un cantautore svizzero che, nella sua carriera, ha venduto oltre 2 milioni di dischi in tutto il mondo, esibendosi in oltre 500 concerti.

Dopo diversi successi, anche in America Latina, ritorna in Italia al Festival di Sanremo nel 2001 col pezzo Ed io non ci sto più, arrivando settimo nella categoria delle Nuove proposte.

Nel 2002 pubblica il singolo In nome dell’amore e raggiunge il grande successo, anche grazie ad altri singoli balzati nei primi posti della classifica italiana, come Verofalso e Lei è.

Negli ultimi anni si è allontanato dal mondo della musica perché, come detto dall’artista stesso, “lo stava plagiando”.
Ma noi ancora ricordiamo i versi “vero, che ti amo ancora vero, che ti ho tradita falso, è stato un gioco falso, io lì non c’ero”.

idoli musicali anni duemila
Fonte foto: Meteo week

 

 

Sonohra

Se pensiamo agli idoli delle folle delle teenagers anni Duemila non possiamo che pensare ai Sonohra.

Il duo veronese, costituito dai fratelli Luca e Diego Fainello, arriva al grande successo nel 2008 col singolo L’amore, che li fa vincere nella categoria Giovani del Festival di Sanremo. Il 29 febbraio 2009 esce il loro primo album, Liberi da sempre, che supera le 100’000 copie vendute.

I due fratelli ottengono il successo grazie al tour con Trl, il celebre programma musicale di Mtv e girando per tutta Italia. Sempre nel 2008 vincono nella categoria Tormentone dell’anno ai Kid’s Choice Awards col brano L’amore.

Il loro look tipicamente Duemila, col famoso ciuffo alla Jesse McCartney, fa scalpore negli adolescenti e le loro foto tappezzano le copertine e i poster delle riviste per adolescenti, come Cioè.

Il duo è ancora in attività, anche se con meno successo rispetto ai gloriosi anni Duemila, nonostante ciò, vi sfidiamo a non ricordare tutto il testo di Love Show (sì, lo sappiamo che lo state canticchiando).

idoli musicali anni duemila
Fonte foto: NonSoloCinema

 

 

Finley

“025613 numero di una stronza che”: iniziava così uno dei brani più famosi dei Finley.

I Finley sono un gruppo musicale rock italiano fondato nel 2002 a Legnano. Nella loro carriera hanno venduto oltre 300’00 copie, vincendo numerosi premi, tra cui due Best Italian Act agli Mtv Music, uno nel 2006 e un altro nel 2008, diventano il gruppo italiano più premiato nella storia della manifestazione insieme ai Subsonica.

I Finely iniziano la loro carriera musicale aprendo i concerti di Max Pezzali nel 2002 e tre anni dopo pubblicano il singolo Tutto è possibile, che ottiene un enorme successo in Italia, diventando disco di platino.

I Finley hanno condiviso il palco con artisti illustri come i Depeche Mode e Pink e hanno pubblicato numerosi singoli di successo come Sole di settembre o Fumo e cenere.

La band si distingueva per la sua anima pop rock nel panorama musicale degli anni Duemila, arrivando ad una grande fetta di pubblico che amava i loro pezzi e che continua, ancora oggi, a canticchiarli.

I Finley sono stati la band italiana per eccellenza per i millennials italiani.

idoli musicali anni duemila
Fonte foto: Music.it

 

Studio 3

Chiudiamo il nostro recap musicale anni Duemila con un gruppo onnipresente in ogni MP3 dei teenagers degli anni Duemila: gli Studio 3.
Il loro esordio risale al lontano 2006 con l’album Forse un angelo, col quale il gruppo vince il disco d’argento.

In questi anni pubblicano diversi singoli di successo che arrivano ai primi posti delle classifiche italiane, come Lentamente e Solo te.

I loro testi ricchi di parole d’amore e di gioventù erano la perfetta colonna sonora per le giornate annoiate del liceo, nelle quali ci si struggeva per la propria cotta.
Chiedete ad un millennial di cantarvi Forse un angelo e scommettiamo che la saprà ancora a memoria dall’inizio alla fine.

idoli musicali anni duemila
Fonte foto: Musictory

 

 

E voi quali canzoni ascoltavate quando eravate teenagers negli anni Duemila?

Views All Time
Views All Time
225
Views Today
Views Today
3
Next Post

Le 5 migliori app per rendere al top le foto per Instagram

Facebook Twitter LinkedIn Con oltre un miliardo di utenti, Instagram si piazza tra i social più usati a livello globale, affiancando i fratelli Facebook e Twitter. Milioni di foto vengono scattate e condivise ogni giorno, sia nei feed che nelle stories, dove però spariscono dopo 24 ore. L’aperitivo, lo studio, […]
Instagram

Subscribe US Now