• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Salute e Benessere
Insonnia: si può contrastare anche a tavola

Insonnia: si può contrastare anche a tavola

La lunga permanenza in casa e l’isolamento di questi ultimi mesi hanno sconvolto e non poco le nostre abitudini quotidiane, i nostri ritmi portando alla ribalta sintomi come depressione, fame nervosa (o inappetenza), ma soprattutto insonnia.

bear-2382779_1920 Insonnia: si può contrastare anche a tavola
Fonte: Pixabay

I motivi sono tra i più disparati: l’ansia delle continue notizie che hanno portato molti di noi a stare incollati alla TV fino a notte inoltrata, oppure la noia di molti giovani che li porta a divorarsi una serie TV dopo l’altra  (con grande gioia di piattaforme, come Netflix o Disney Plus, che in questo periodo sembrano aver fatto davvero la loro fortuna).

Qualunque sia l’origine, al di là della situazione eccezionale in cui ci si trova, questo disturbo è comunque una problematica seria.

Cos’è esattamente l’insonnia?

sleepwalker-3499584_1920 Insonnia: si può contrastare anche a tavola
Fonte: Pixabay

L’insonnia è uno dei disturbi più comuni riguardanti il sonno, ed è caratterizzata principalmente da un’ insoddisfazione relativa alla quantità o alla qualità del sonno.

Tale disturbo può riguardare sia l’atto dell’addormentarsi, che la permanenza del sonno, o anche entrambi.

Pur essendo legato strettamente alla sfera del sonno, esso può aver ripercussioni anche sul periodo di “veglia”, in particolare sulle capacità lavorative, oltre a sviluppare altri disturbi come ansia e depressione.

Come combattere l’insonnia “a tavola”

L’insonnia può essere trattata e curata attraverso varie metodiche, sia a livello  farmacologico, che psicoterapeutico agendo a livello cognitivo-comportamentale.

Sotto quest’ultimo aspetto, si può agire eliminando abitudini che possono risultare deleterie, come può essere la lettura o la visione di film; un altro valido aiuto è il ritagliarsi piccoli spazi extra-lavorativi, in modo che eventuali tensioni legate ad esso non vadano ad incidere sulla qualità del sonno.

Un valido aiuto contro l’insonnia è dato anche dall’ alimentazione. Infatti, diversi studi scientifici hanno osservato come un regime alimentare sano che predilige particolari cibi a discapito di altri, ci aiuti a dormire meglio, permettendoci inoltre di essere in forma nello studio e sul lavoro.

Come contrastare l’insonnia: cibi consigliati

AVENA

oat-1391682_1920 Insonnia: si può contrastare anche a tavola
Fonte: Pixabay

Considerato uno dei “cereali da colazione” per eccellenza, l’avena è un alimento dall’elevato valore nutrizionale, in quanto, oltre ad essere povero di grassi, è   ricco di fibre, proteine e soprattutto sali minerali, soprattutto zinco. Inoltre è ricco in triptofano, amminoacido precursore della serotonina, ormone in grado di regolare non solo l’umore ma anche il regolare ciclo del sonno.

ALBICOCCHE

apricots-3433818_1920 Insonnia: si può contrastare anche a tavola

Un frutto ancora sottovalutato, ma ricco di proprietà e benefici a livello circolatorio, della pelle e degli occhi. Le albicocche, inoltre, presentano un’elevata concentrazione di antiossidanti e di vitamine, soprattutto del gruppo B, che insieme al potassio, rendono questo frutto un ottimo calmante, soprattutto se consumate secche.

 

LATTE E MIELE

Schermata-2019-01-21-alle-23.14.50-2 Insonnia: si può contrastare anche a tavola
Fonte: GreenMe

Quante volte alla sera, soprattutto quando fa freddo, ci concediamo un buona tazza di latte caldo con il miele, e il più delle volte crolliamo come pere cotte?

Questo perchè questi due alimenti sono un connubio perfetto per favorire il sonno, in quanto il latte soprattutto se caldo è un’ottima fonte di triptofano, precursore di melatonina e serotonina, importanti ormoni coinvolti nel ciclo sonno-veglia; a questo si aggiunge il miele, ricca fonte di glucosio che va a contrastare.

CIOCCOLATO 

chocolate-183543_1920 Insonnia: si può contrastare anche a tavola

Un peccato di gola che tuttavia fa bene all’umore, e ci aiuta pure a dormire meglio: il cioccolato, come sappiamo, è una delle fonti per eccellenza di serotonina, ormone del buonumore, ma non è la sua unica proprietà. Infatti, soprattutto il cioccolato fondente è ricco di magnesio, che contribuisce al corretto funzionamento del sistema nervoso, regolando anche il ciclo sonno-veglia.

ASPARAGI

appetite-2039_1920 Insonnia: si può contrastare anche a tavola
Fonte: Pixabay

Nonostante un sapore forte, innumerevoli sono i benefici: gli asparagi, infatti, sono  l’alimento ideale se si vuole depurare il proprio organismo. Inoltre sono ricchi in minerali, come silicio, cloro e zolfo (importanti per la salute di capelli e pelle) ed amminoacidi, soprattutto triptofano, importante nella regolazione del ciclo del sonno.

Come contrastare l’insonnia: cibi da evitare

sleepwalker-3499578_1920 Insonnia: si può contrastare anche a tavola

Per quanto riguarda i “cibi no” per contrastare l’insonnia, vanno contemplati i cibi eccessivamente grassi, come insaccati e in generale la carne rossa, i superalcolici o le bevande eccitanti, come thè e soprattutto caffè.

Importante è non solo il cosa mangiare o non mangiare, ma anche il come, inteso come quantità del cibo consumato; di sera è importante prediligere pasti leggeri, consumati mangiando lentamente. Mangiare lentamente impedisce di avere quella “sensazione di gonfiore” che spesso va a complicare il sonno.

Inoltre può essere d’aiuto attendere almeno tre ore dalla fine della cena prima di coricarsi, al fine di garantire una corretta digestione.

 

icon-stat Insonnia: si può contrastare anche a tavola
Views All Time
510
icon-stat-today Insonnia: si può contrastare anche a tavola
Views Today
1