Donne expat e single: come affrontare le nuove relazioni dopo i 30 anni?

Donne expat e single: come affrontare le nuove relazioni dopo i 30 anni?

Siamo sempre di più ad essere expat, e sempre di più ci troviamo ad affrontare nuove situazioni in posti che non ci sono familiari. Il che implica anche nuove relazioni.

Ammettiamolo: abbiamo avuto coraggio a lasciare la vita di sempre, fatta di facce conosciute, di comfort e di casa per iniziare una nuova vita, ma dopo il periodo iniziale in cui tutto è bello…ci rendiamo conto che le cose non sono così semplici come pensavamo.

Quindi, come sopravvivere alla singletudine da expat? Ecco alcuni consigli sperimentati in prima persona.

Rilassati e pensa che sei expat!

Non è la fine del mondo non avere qualcuno accanto, e poi sei all’estero, vivi una vita fighissima e puoi sempre ricorrere al fidato Netflix, se proprio non te la senti di socializzare.

Non sei obbligata a farti degli amici fin dal primo secondo, prenditi il tuo tempo, conosci l’ambiente e poi decidi come muoverti. Le relazioni nascono nelle maniere più impensate, quindi non abbiate fretta!

Esci per una passeggiata

donne expat relazioni
donne expat relazioni

Ok questo al momento non vale e non si può fare, ma lo possiamo mettere in pratica più avanti. Esci per fare una passeggiata, per svuotarti la mente e per ottenere un nuovo punto di vista sulle cose e anche per fare shopping, che male non fa mai.

Visto che al momento non è possibile uscire, frequenta corsi online e stringi nuove relazioni a distanza: chissà magari un giorno conoscerai tutti di persona, e nel frattempo ti sentirai meno sola.

Non aver paura di stare sola, le relazioni prima o poi arriveranno

Non c’è nulla di male nello stare sole, anzi è un momento importante per ritrovare l’equilibrio. Ci troviamo in un posto nuovo e prima ancora di pensare ad incontrare persone, dobbiamo ritrovare noi stesse.

Cambiare paese non è facile, chi scrive ha scelto la Spagna che come abitudini è indubbiamente simile all’Italia, ma comunque ci si trova ad affrontare situazioni nuove, che non conoscevamo. Anche se non ci trasferiamo in un Paese molto diverso dal nostro, resta il fatto che ci si debba riassestare e abituarsi a nuovi stili di vita. Non ci sono tempistiche, può accadere in pochi giorni come in anni, non mettetevi fretta rispettate i vostri tempi e ritmi.

Siate voi stesse in ogni occasione, su questo si basano le relazioni durature

Non rinunciate mai ad essere voi stesse, adattatevi alle situazioni ma siate sempre naturali. Non siate persone diverse da quelle che siete sempre state, rafforzate il vostro modo di essere e non rinunciate mai alla vostra spontaneità: sarà sempre bene accetta, anche lontano da casa.

Le relazioni sono importanti, e si basano sull’essere onesti soprattutto sul chi siamo: non mostratevi per quello che non siete, non fingete di avere interessi che non avete, perché prima o dopo verrà fuori la verità.

Tenete gli occhi bene aperti

Siate socievoli, spigliate, simpatiche e carine, ma non abbassate mai la guardia. Vivere in un paese nuovo, significa imparare a leggere anche le gestualità, i modi di fare e capire come si approcciano le nuove persone. Quindi non gettatevi a capofitto in nuove relazioni, ma aspettate di capire chi avete davanti.

Questi sono accorgimenti che valgono ovunque, ma nel momento in cui cambiamo Paese, siamo di conseguenza più fragili e spaesate, e quindi più dispostI a credere alle parole di chi abbiamo di fronte. Non diffidate, ma nemmeno gettatevi tra le braccia di chi ve le apre improvvisamente. Soppesate le persone, e seguite il vostro istinto.

Take it easy and be expat

Non sta scritto da nessuna parte che dobbiate avere relazioni, amici con cui passare il tempo e uscire (quando si potrà ovvio), quindi fate le cose con calma, con i vostri tempi e le vostre modalità.

Nessuno vi corre dietro, e anche se abbiamo più di 30 anni non significa che ci si debba accontentare o sentirsi in obbligo di metterci accanto qualcuno. Voi venite al primo posto, sempre e comunque. E non abbiate fretta di trovare qualcuno: la solitudine da expat, passato il primo momento di euforia, è dietro l’angolo ma non lasciate che questo offuschi il vostro giudizio. 

Ambientatevi, imparate a conoscere il posto, e a muovervi con scioltezza, non abbassate la guardia e godetevi il vostro nuovo inizio!

Pubblicato da Tania Carnasciali

Sognatrice, curiosa, amante della scrittura. Probabilmente vivo in un mondo a parte, ma ci vivo bene! Amo gli hippie, e tutto ciò che è anni 60-70. Appassionata di tutto e di niente, cerco di mettere un po' di me in ogni articolo che scrivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.