• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Spettacolo
I contenuti più sottovalutati di Disney+: alla ricerca dei tesori nascosti della piattaforma

I contenuti più sottovalutati di Disney+: alla ricerca dei tesori nascosti della piattaforma

Disney+, quali sono i contenuti più sottovalutati?

È passato quasi un mese da quando la piattaforma Disney+ è stata lanciata nel mercato europeo, Italia inclusa. Il successo è stato strabiliante, tanto che da pochi giorni il numero di abbonati ha raggiunto la cifra esorbitante di 50 milioni di utenti. Con il suo vasto catalogo, che spazia dai classici Disney, alla Pixar e National Geographic, senza considerare gli universi Marvel e Star Wars, ha attirato a sé sia i nostalgici che sono cresciuti con la Disney, sia i più curiosi. Chi ha avuto modo di provare Disney+ avrà sicuramente notato quali sono i titoli più in voga, come Togo o lo strappalacrime Coco. Ma quali sono i contenuti più sottovalutati e meno conosciuti? Vediamone alcuni.

Quattro bassotti per un danese

Questo film della Disney è del 1966 ed è stato uno dei più popolari di quel decennio. Vede in uno dei protagonisti l’attore Dean Jones, che recitò in numerosi film della casa produttrice di Topolino, e racconta la storia di Fran (Frances) e Mark Garrison, una giovane coppia proprietaria di una bassotta. Quando Mark porta la cagnolina dal veterinario per partorire i suoi cuccioli, finirà per adottare Brutus, un cucciolo di danese che era stato messo da parte dalla madre, a cui mancava il latte. Così i due si troveranno alle prese con quattro bassotti e un danese che, man mano che crescerà, combinerà sempre più pasticci, e sarà convinto di essere un bassotto.

Corto circuito

La nuovissima serie, creata appositamente per il servizio di streaming, è attualmente composta da una stagione e 14 episodi molto brevi, della durata inferiore ai dieci minuti. Direttamente dal sito, l’idea da cui è nato il progetto: “se aveste la possibilità di raccontare qualsiasi tipo di storia con il talentuoso team di animazione della Disney, cosa creereste?“. La creatività, quindi, viene stimolata direttamente nello spettatore.

Taron e la pentola magica

Uscito nel 1985 come 25esimo classico Disney, è uno dei più dimenticati ma ugualmente reperibile nel catalogo. Nonostante le tecniche di grafica utilizzate, assolutamente innovative per il periodo, e il grande lavoro di animazione che vi fu dietro, fu un insuccesso e cadde nel dimenticatoio negli anni a venire. La storia gira intorno alla misteriosa pentola magica, bramata dal malvagio re Cornelius. Taron è un ragazzo che aiuta il vecchio, ma saggio, guardiano di maiali Dallben, che gli regalerà Ewy, una maialina in grado di prevedere il futuro e di individuare la famigerata pentola. Assieme a lei, e a un gruppo di variegati personaggi che si uniranno a lui, Taron cercherà di sconfiggere Cornelius.

Tutto quella notte

Chris Parker è una ragazza che, dopo esserle saltato un appuntamento da sogno con il suo ragazzo, viene chiamata a fare la babysitter ai tre figli della famiglia Anderson. Mentre sta trascorrendo una serata noiosa e tranquilla, Chris viene improvvisamente contattata dall’amica Brenda, che è rimasta bloccata da un incidente in città e le chiede aiuto. La ragazza parte quindi con i tre bambini al seguito, per mantenere il suo impegno, ripromettendosi di tornare prima dei genitori.

Da quel momento, inizierà una catena di avvenimenti che si susseguono in una pericolosa e notturna Chicago. Pellicola del 1987 che ha segnato l’esordio dello sceneggiatore Chris Columbus, che successivamente è stato il regista del colossal “Mamma ho perso l’aereo” e di “Mrs Doubtfire – mammo per sempre“.

RicreAzione

Tornando nel campo delle serie Tv, ecco un altro titolo legato all’infanzia di molti di noi, prodotta tra il 1997 e il 2001. Parliamo di RicreAzione, serie animata ambientata in una città non specificata degli Stati Uniti, in una scuola elementare mal gestita e scarsamente finanziata. Gli episodi narrano le avventure di alcuni dei bambini che frequentano l’istituto: Vince, Gretchen, Gus, Spinelli, Mikey e T.J.

Flubber – un professore tra le nuvole

Concludiamo la rassegna con questo film degli anni ’90 interpretato dal compianto Robin Williams, nei panni del professor Philip Brainard, creatore dell’organismo gelatinoso denominato, appunto, Flubber. A causa della creazione, lo stravagante professore di chimica dimentica per la terza volta il matrimonio con Sara, la sua fidanzata, complice anche Weebo, la robot-assistente segretamente innamorata di lui. Riuscirà il professor Brainard a riconquistare la sua amata in questa simpatica commedia?

795b44b239d4f300afcab6b9ce6488a3 I contenuti più sottovalutati di Disney+: alla ricerca dei tesori nascosti della piattaforma
Disney film serie tv

Li conoscevate o li avevate già visti? Quali sono gli altri titoli di Disney+ che a vostro parere sono sottovalutati? Fatecelo sapere in un commento!

icon-stat I contenuti più sottovalutati di Disney+: alla ricerca dei tesori nascosti della piattaforma
Views All Time
513
icon-stat-today I contenuti più sottovalutati di Disney+: alla ricerca dei tesori nascosti della piattaforma
Views Today
1