“I’ll be there for you”: oggi è il 25° anniversario di Friends

Martina Sarra

Esattamente 25 anni fa veniva trasmesso il primo episodio di una serie che ha fatto la storia della televisione: Friends Ricordiamolo insieme.

 Friends
Fonte foto: Everyeye Serie Tv

Ormai il valore delle serie tv è stato attestato: non si tratta più di un qualcosa di passeggero, ma di un vero e proprio fenomeno che si è fatto strada lentamente nelle nostre vite.

Quindi ecco che le serie tv sono diventate parte integrante della nostra quotidianità: ne discutiamo con gli amici, cerchiamo di evitare gli spoiler morbosamente e le seguiamo facendo binge-watching selvaggi.

Passano gli anni e i network e le piattaforme streaming sfornano sempre più serie tv, ma nel nostro cuore ne rimangono solo alcune.

Una di queste è sicuramente Friends: non esageriamo nel dire che questa serie ha cambiato il modo di guardare la tv e le nostre vite.

Friends è una sitcom statunitense creata da David Crane e Marta Kauffman; la prima puntata è stata trasmessa il 22 settembre 1994, esattamente 25 anni fa.

Durante le dieci stagioni, abbiamo potuto conoscere la vita di questi 6 “amici”, che sono entrati in punta di piedi nelle nostre case e nei nostri cuori e non se ne sono più andati.
I 6 protagonisti sono:

-Ross Geller (David Schwimmer) paleontologo, divorziato da sua moglie che si è scoperta omosessuale.

-Rachel Green (Jennifer Aniston) ragazza inizialmente ricca e viziata, che dopo aver lasciato il futuro consorte all’altare, inizierà una nuova vita.

-Monica Geller (Courtney Cox) una giovane chef, sorella di Ross, fissata con la pulizia e l’ordine.

-Chandler Bing (Matthew Perry) ironico, sarcastico e perennemente sfortunato con le donne.

-Joey Tribbiani (Matt LeBlanc) giovane playboy di origini italiane e aspirante attore.

25° anniversario
Fonte foto: Vox

La serie ci ha portato nel mondo di questi sei giovani-adulti (all’inizio della serie, sono tutti under 30), raccontando le disavventure quotidiane in cui si sono rispecchiati milioni di telespettatori.

Dalla ricerca dell’anima gemella a quella del lavoro dei propri sogni, dalle delusioni amorose ai dubbi sul futuro: Friends ha incarnato la quotidianità e questo è stato il segreto del suo successo.

Oltre alla vita quotidiana, Friends ha sempre rappresentato una sorta di utopia (soprattutto per i giorni nostri): insomma, a chi non piacerebbe avere un gruppo di amici così affiatato con cui passare la maggior parte del tempo libero?

Friends ci ha fatto credere, innanzitutto, che gli amici sono le persone più importanti della nostra vita: gli amici sono una spalla su cui piangere, persone con cui ridere e vivere ogni giorno.

Oltre alla grande amicizia tra i protagonisti, Friends viene ricordato come una delle serie più progressiste di sempre. Negli anni in cui alcuni temi erano tabù, la serie è riuscita a portare sul piccolo schermo temi scottanti e mai banali.

Un esempio è sicuramente l’omosessualità, che viene presentata fin dalla prima puntata, quando ci viene detto che Ross ha divorziato dalla moglie, perché è diventata omosessuale.

Altra tematica importante è la maternità surrogata: durante la serie, Phoebe partorirà tre gemelli per suo fratello e la compagna, una tematica sicuramente scottante nei primi anni Novanta.

25° anniversario Friends
Fonte foto: Tv Serial

Tanti sono i ricordi legati a questa serie: le prese in giro a Ross per essere “l’uomo divorzio”; la papera e l’anatroccolo di Joey e Chandler; l’appartamento di Monica e Rachel come luogo di ritrovo; Monica che improvvisa un balletto a Chandler con la testa infilata in un enorme tacchino; le dubbie doti attoriali di Joey; le strazianti canzoni di Phoebe (una fra tutte “Gatto Rognoso”); il terribile cane di ceramica che usano Joey e Chandler per entrare nell’appartamento di Monica e Rachel; lo stile perfettamente in linea con gli anni Novanta dei protagonisti; il sarcasmo al vetriolo di Chandler; la commovente proposta di matrimonio di Monica e Chandler e ovviamente il meraviglioso Central Perk, la caffetteria dove i nostri protagonisti passano la maggior parte del tempo libero insieme (e che noi gli invidiamo ancora moltissimo).

Nel corso della serie, soprattutto nella versione originale, troviamo molte gag ricorrenti. Alcuni esempi sono: “We were on a break”, la frase che Ross usa per giustificare il “tradimento” nei confronti di Rachel.

Oppure “How you doin’?”, la celebre frase che Joey usa per rimorchiare. Un metodo di approccio che ebbe molto successo durante gli anni della serie e che venne usato da molti ragazzi in fase di rimorchio.

Friends ha spadroneggiato anche nel campo della moda: il taglio alla Rachel (lungo, scalato e leggermente gonfio sulle radici) impazzò in tutto il mondo e migliaia di donne copiarono il suo look.

Ma non solo: il look delle tre protagoniste è stato un perfetto manifesto della moda anni Novanta: vestiti lunghi con sotto t-shirt bianche e mom jeans sono solo alcuni esempi del look di Phoebe, Monica e Rachel, che ha conquistato tutti.

25° anniversario Friends
Fonte foto: Pinterest

Friends ha cambiato le regole in tavola: le sit-com sono diventate uno dei format più vincenti nel campo delle serie tv.

Tante serie venute dopo (basti vedere How I Met Your Mother e New Girl) hanno preso e assorbito molto da Friends, che possiamo facilmente definire come “la capostipite delle sit-com”.

Friends è una sorta di “comfort-food”, non passerà mai di moda ed è per questo, anche a distanza di 25 anni, che la serie è un must anche per chi non li ha vissuti quei meravigliosi anni Novanta.

A distanza del 25° anniversario della serie, tanti sono stati gli eventi in programma.

Ralph Lauren (marchio per cui lavora Rachel, nella serie) ha ideato una capsule ispirata allo stile della stessa Rachel.

A Roma, il 21 ed il 22 settembre, sarà presente il celebre divano del Central Perk, da immortalare assolutamente.

Negli Stati Uniti, invece, alcune puntate della serie verranno trasmesse al cinema.

25° anniversario Friends
Fonte foto: WWD.com

Di Friends se ne potrebbe parlare per ore: tutti noi abbiamo un ricordo legato alla serie e per molti, il rewatch è una specie di tradizione personale.

Perché le storie di questi sei amici sono entrate nelle nostre case e nei nostri cuori. Ci sono e ci saranno sicuramente serie tv bellissime, ma nessuna di queste potrà avere il valore affettivo che ha Friends.

Friends ci ha insegnato che i legami importanti sopravvivono a tutto: agli anni che passano, agli amori ed alla vita; ci ha fatto credere che l’amicizia, quella vera, vivrà per sempre.

Festeggiamo insieme questo 25° anniversario, che Friends possa vivere in eterno.
“I’ll be there for you”

Views All Time
Views All Time
178
Views Today
Views Today
1
Next Post

Le donne iraniane possono tornare allo stadio per una partita di calcio.

Facebook Twitter LinkedIn Gli stadi di calcio sono aperti alle donne iraniane, anche se solo per partite della nazionale, ma è già un grande passo avanti per un paese come l’ Iran. Dopo la rivoluzione islamica del 1979 alle donne iraniane venne vietato l’ ingresso allo stadio per evitare contatti […]
Donne Iraniane

Subscribe US Now