Quattro rimedi naturali per abbassare il colesterolo cattivo in eccesso

Tra le principali cause di malattie cardiovascolari, serio pericolo per la salute dell’essere umano, troviamo la sedentarietà, uno stile di vita sregolato e un alto livello di colesterolo nel sangue.

Un regime alimentare equilibrato, sulla base della dieta mediterranea, ed un’attività fisica aerobica quotidiana, di almeno mezz’ora, influiscono molto sulla riduzione del colesterolo, ma non sono gli unici metodi naturali che si possono adottare.

Abbassare il colesterolo con i rimedi naturali

Quando la situazione non è patologica, ma si tratta di leggere alterazioni che non richiedono l’utilizzo di farmaci, si può ricorrere ad alcuni metodi per una naturale riduzione dei livelli delle LDL nel sangue.

Integratori, bevande funzionali, piante e cibi: i rimedi per abbassare il colesterolo senza ricorrere a cure farmacologiche, ove possibile, esistono.

1. Riso rosso fermentato

Il riso rosso fermentato è un prodotto ottenuto dalla fermentazione del riso con un particolare lievito: il lievito rosso. Durante il processo di fermentazione, il lievito acquisisce una serie di proprietà e di sostanze, tra cui la monacolina K.

Venduto sotto forma di integratore, il riso rosso fermentato contribuisce al mantenimento dei livelli normali di colesterolo nel sangue.

2. Danacol

La bevanda funzionale di Danone, a base di latte scremato fermentato ed arricchita con steroli vegetali, è utile per una naturale riduzione dei livelli di colesterolo cattivo nel sangue. 

Già solo dopo tre settimane, se assunto quotidianamente dopo il pasto principale ed abbinato ad uno stile di vita attivo e sano, è possibile vederne i risultati di utilizzo. 

Se ti stai chiedendo se Danacolfa male qualora lo si assumesse per lunghi periodi, la risposta è no. Ovviamente è bene verificare la propria condizione clinica con un medico, in modo che possa scoprire eventuali intolleranze o allergie.

3. Betulla

La betulla è una pianta con proprietà diuretiche ed antinfiammatorie. Le foglie, la corteccia e perfino le gemme vengono utilizzate, a scopo fitoterapico, contro il colesterolo cattivo al fine di favorirne la naturale riduzione.

4. Rosmarino

Gli infusi a base di rosmarino, erba aromatica molto utilizzata nella cucina degli italiani, vengono spesso utilizzati per purificare le funzioni del fegato, inducendo una maggior produzione di bile. 

Oltre ad avere caratteristiche digestive ed astringenti, il rosmarino è fondamentale nello smaltimento dei trigliceridi, quindi utile alla diminuzione delle LDL nel sangue.

I rimedi naturali non sempre bastano

Bere Danacol tutte le sere dopo cena o assumere integratori a base di riso rosso fermentato non sempre è sufficiente. La riduzione naturale del colesterolo è possibile solo qualora si svolga dell’attività fisica quotidiana e si segua uno stile di vita sano. Diversamente, si potrebbe assistere ad un’inefficacia dei rimedi naturali, ma questo non significa che davvero non funzionino.

Ovviamente, prima di procedere con una terapia, seppur naturale, è sempre bene chiedere un parere medico. Verificando la condizione clinica del paziente sarà lui stesso a definire il metodo più adatto per prevenire (o ridurre) il colesterolo alto, anche in base ad eventuali intolleranze e / o interazioni con altri farmaci assunti.