Organizzare una vera e propria festa stile hippie

Organizzare una vera e propria festa stile hippie

Nato negli anni ’60 come movimento di contestazione a eventi quali la Guerra del Vietnam, la cultura hippie ha avuto ampia presa sulla popolazione.

Slogan quali “Riempite di fiori i vostri cannoni”, abiti colorati  e floreali e ideali di pace e libertá continuano, anche se, purtroppo, alle volte svuotati di significato, ad essere ripresi, come dimostrato dai festival neo-hippie, quali, per citarne uno, il Coachella, che proprio alla cultura dei figli dei fiori si ispira.

Hippie

brazilienieuws.online

Dunque, visto l’impatto culturale del movimento, è più che lecito  volerne riprendere gli aspetti principali. Party, concerti, serate tra amici, tanti gli eventi ispirati a questa cultura. Vediamo insieme come si può organizzare una vera e propria festa in stile hippie!

Il floreale

Hippie
Depositphotos.com

 

Il tema floreale rende allegra ogni festa, ma diventa essenziale in una festa hippie! Il fiore è simbolo universale di pace e tolleranza, ed è parte importante della cultura da cui stiamo traendo ispirazione. Quindi sbizzarritevi,  ed evitare prodotti commerciali acquistati.

Se vi armate di pennelli, cartoncino e fantasia vedrete che una semplice camicia bianca può diventare colorata e floreale, e che da semplici fogli colorati possono nascere ghirlande e decorazioni! Il DIY renderà la vostra festa innanzitutto originale, e poi vi permetterà di immergervi e di rendere ancora più vostra questa cultura affascinante

I Volkswagen

Hippie
Luxecaravaning.com

 

Come non poter parlare di cultura hippie senza citare questi colossi dell’automobilismo, simbolo di una cultura di viaggio itinerante e senza vincoli alla Into the Wild. Anche se è piuttosto impossibile, ad oggi, reperire un pulmino Volkswagen  (a meno che vogliate noleggiarlo, il che è comunque un`opzione!), ancora una volta la fantasia può venire in nostro aiuto: da modellini lego a disegni o collage, le possibilità per rappresentare il mezzo sono infinite.

Potete, ad esempio, trasformare gli inviti o i segnaposto in pulmino! E poi, in questo caso, anche i modellini in miniatura posso essere una valida alternativa (e un bel ricordo da lasciare agli invitati!).

La musica

Hippie
Ebay.com

 

Nell`articolo si è già  citato il festival Coachella, ma anche risalendo alle origini della cultura hippie l’incontro con i festival musicali è  quasi inevitabile: basti pensare al festival di Woodstock, e all’impatto che ha lasciato nell’immaginario collettivo!

Sbizzarritevi dunque con playlist anni 70, recuperate in cantina vecchi dischi o cassette, e divertitevi sulle note di Star Spangles Banner di Jimi Hendrix o Work me Lord di Janis Joplin! 

L`abbigliamento

Hippie
Sandiegoreader.com

 

Si è già parlato del floreale, che è  strettamente collegato all’abbigliamento che può caratterizzare una festa hippie, ma l`argomento merita un paragrafo a parte!

Invitate gli ospiti a spulciare in qualche mercatino vintage, o in qualche armadio di genitori, parenti, o magari di loro stessi da ragazzi, per scovare capi anni ’60/70 autentici: abiti larghi, gilet, bande per capelli, larghe o sottili a piacimento, collane con il simbolo della pace, tutto può fare al caso vostro!

Un ultimo consiglio!

Hippie
Pinterest.com

 

La cultura hippie è ampia e complessa, e racchiudere i tratti principali in un articolo, o nel progetto di una festa, può  essere limitante. Dunque, andate oltre gli stereotipi, recuperate fotografie d’epoca, e traete ispirazione da lì. O magari chiacchierate con qualcuno che quegli anni lì ha vissuti come protagonista!  E poi divertitevi, e recuperate, almeno in parte, quello spirito di libertà e semplice gioia che contraddistingueva il movimento; in questo modo, sarete certi che la vostra festa hippie sarà un successone!

 

Pubblicato da silvia ruggeri

Mi piace raccontare il mondo così come lo vedo e cercare di mostrare l`importanza della gioia, della verità e della libertà. Credo nel viaggio come mezzo di comunicazione e di conoscenza dell`altro. Cerco di costruire un mondo migliore, anche attraverso le parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.