Come risparmiare in modo efficiente? Scopriamolo insieme!

Come risparmiare in modo efficiente? Scopriamolo insieme!

Risparmiare spesso è molto difficile perché i soldi che entrano sono sufficienti a coprire le spese necessarie, ma è altrettanto vero che molte volte compriamo cose di cui non abbiamo assolutamente bisogno.

 

Le offerte ci attirano, i saldi ci spronano, la costate crescita di negozi low cost ci fa comprare cose che molto spesso non ci servono. Vediamo insieme come risparmiare qualcosina, o almeno provarci.

Controlliamo l’armadio

Abbiamo casa invasa di capi d’abbigliamento che non utilizziamo, che abbiamo comprato e lasciato in disparte. Prima di comprarne di nuovi, svuotiamo l’armadio, controlliamo cosa abbiamo e scegliamo quello che sicuramente continueremo ad usare.

Ciò che invece non volgiamo più può avere più di un destino: se siamo bravi con forbici e ago, possiamo riadattarlo e farne un nuovo capo; altrimenti possiamo donarlo ad associazioni che destineranno i vestiti a persone bisognose, oppure venderli online.

Come risparmiare facendo la spesa?

come risparmiare

Sembra cosa facile, ma anche qua molto spesso esageriamo: compriamo molte cose che poi rimangono lì, e ci dimentichiamo di aver in dispensa.

Quindi consiglio numero uno: comprare solo ciò di cui abbiamo bisogno, evitando capricci momentanei e offerte create appositamente per depistarci.

Occhio ai cartellini: controllate sempre che si riferiscano al prodotto che avete preso, perché spesso corrispondono a quello accanto (un cliente distratto ha appoggiato la confezione nel posto sbagliato), e controllate sempre che l’offerta sia veramente conveniente e vi sia utile.

Cercate di comprare generi di prima necessità, che potete trasformare in piatti finiti da surgelare in porzioni per la settimana. Qualora questo non sia possibile per ragioni di tempo, e comprate surgelati utilizzate piccoli accorgimenti: quelli più sotto, in genere, sono più nuovi (non è una regola fissa) quindi optate per quelli; se notate uno strato di ghiaccio sopra i prodotti surgelati, passate oltre perché significa che il congelatore si è spento più volte e la qualità potrebbe essere compromessa.

Come risparmiare sul cibo per animali?

Il consiglio che vi diamo è molto semplice: preparare il vecchio “pastone”, che non significa dare loro avanzi, ma pasti veri e propri.

Prendete riso, verdure (zucchine e carote vincono) carne (meglio il pollo/tacchino) e/o pesce, e lessate tutto. Per le quantità consultate i consigli veterinari, che vi diranno le giuste dosi per l’apporto al vostro animale domestico.

Una volta lessati il tutto, conservato in frigo: una volta individuate il giusto rapporto tra carboidrati, verdure e proteine, non eccedere nella quantità perché essendo alimenti freschi hanno un limite di tempo entro cui essere consumati. Non aggiungete condimenti, che non fanno bene agli amici a 4 zampe.

È un modo per risparmiare perché potete mangiare anche voi questo minestrone ricco di proprietà! Ovviamente l’animale non mangerà dalla pentola, che sarà una delle nostre in cucina, ma bella sua bellissima ciotola. Questo permette di fare pranzi equilibrati per tutti.

Voglio fare shopping, ma senza spendere un occhio della testa: come faccio?

come risparmiare

Anzitutto diciamo una cosa: le grandi marche hanno prezzi indubbiamente più alti, ma spesso questo corrisponde ad una maggiore qualità. Nei negozi low cost compriamo prodotti a poco prezzo, ma ci durano il tempo di una stagione. A voi la scelta su dove comprare, ma questo aspetto non è affatto secondario: meglio avere più capi che però usiamo pochi mesi, o meno vestiti che durano anni? A voi la risposta.

Torniamo al risparmio, consiglio numero uno: datevi un budget, e fate di tutto per non sforarlo. Uscite di casa con l’idea di spendere la cifra x, e non un centesimo di più.

Consiglio numero due: comprate cose che vi servono, evitate come la peste i negozi di chincaglierie (Tiger e affini, in cui tutto costa poco ed uscite pieni di cose bellissime che vi sono costate in totale più del budget stimato), e dirigetevi verso i negozi che vi interessano.

A fine shopping, se non avete sforato il budget, concedetevi una coccola comprando qualcosa di inutile:a volte è un toccasana, fa bene al cuore. Ma fatelo con moderazione.

Risparmiare significa rinunciare?

Si e no: dobbiamo uscire dall’ottima dell’acquisto a tutti i costi, e iniziare a guardare le cose in prospettiva. Ci sono prodotti su cui il risparmio è impossibile, come quelli per la pelle che devono necessariamente essere buoni, il che non significa costosi ma in questo caso spesso prezzo e qualità vanno di pari passo.

Ad esempio: comprare un cellulare nuovo l’anno è uno spreco? Non in assoluto, dipende dall’utilizzo che ne facciamo: se ci serve per lavoro, e abbiamo necessità di determinate prestazioni, non è spreco; se lo facciamo per sfizio, perché ci piace un modello nuovo quando quello vecchio ancora funziona…a voi la scelta.

Tutto dipende ovviamente dalle entrate e dalle esigenze che si hanno: risparmiare significa semplicemente non buttare soldi in cose inutili, e lo facciamo tutti prima o dopo perché ogni tanto togliersi uno sfizio ci sta, però cerchiamo di smettere di accumulare inutilmente e riempire casa di cose materiali che non andremo ad utilizzare.

Cerchiamo di essere selettivi, ed evitare l’acquisto selvaggio: valutiamo bene ig i cosa che pensiamo di comprare, analizziamo le offerte e anche per la spesa quotidiana cerchiamo di non comprare cibo che poi non utilizziamo. Puntiamo ad essere responsabili e razionali: le grandi rivoluzioni partono da piccoli gesti.

Pubblicato da Tania Carnasciali

Sognatrice, curiosa, amante della scrittura. Probabilmente vivo in un mondo a parte, ma ci vivo bene! Amo gli hippie, e tutto ciò che è anni 60-70. Appassionata di tutto e di niente, cerco di mettere un po' di me in ogni articolo che scrivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.