Coronavirus: Il primo morto in Europa è un turista cinese ricoverato in Francia

È  ufficiale. In questi ultimi minuti è accertata la prima vittima di coronavirus. Si tratta di un turista cinese, uno dei tanti casi ricoverati in Francia. Gravi le sue condizioni negli ultimi giorni.

Coronavirus in Europa : Primo morto in Francia

Un paziente affetto da Coronavirus è morto in Francia: si tratta del primo decesso in Europa e fuori dall’Asia, epicentro dell’epidemia di Covid-19. A dare l’annuncio, intorno alle 11, è stata la ministra della Salute francese Agnes Buzyn.

Il paziente, secondo quanto riportato da France Presse, era di nazionalità cinese, originario della provincia dello Hubei, aveva 80 anni, si trovava in Francia dal 16 gennaio ed era stato ricoverato il 25 gennaio. Le sue condizioni — ha spiegato la ministra — «sono peggiorate rapidamente: da qualche giorno era in condizioni critiche».

Le conseguenze del virus nel mondo

Secondo gli ultimi aggiornamenti, il bilancio è di oltre 63.851 contagiati, e di quasi 1400 vittime, quattro delle quali fuori dalla Cina. In Cina si contano 1.380 morti, tra circa 66 mila casi, nella provincia di Hubei. A Hong Kong i casi registrati sono 51 e 1 decesso, in Giappone 251 episodi, a Singapore 58, in Thailandia 33, in Corea del Sud 28. Negli Stati Uniti si arriva a 15.

In Cina, la provincia dell’Hubei , epicentro dell’epidemia, è isolata da tre settimane. Nel mentre Pechino sta ora adottando misure drastiche: la capitale ordina a chi rientra in città di sottoporsi ad autoquarantena di 14 giorni. «Chi non si adegua sarà responsabile davanti alla legge». Moltissime attività restate in sospeso, e diverse le aziende che hanno imposto ai propri dipendenti di utilizzare il telelavoro.

In Europa si contano 16 casi in Germania , 11 e un decesso in Francia 11 , 9 nel Regno Unito, 2 in Russia , 2 in Spagna , 1 in Belgio, 3 casi e 1 decesso nelle Filippine. Sembrerebbe inoltre presente un caso anche nel continente africano, precisamente in Egitto.

In Italia, i casi sono 3 di cui nessuno in gravi condizioni. All’alba di sabato è rientrato il 17enne italiano dalla Cina, Niccolò, che si trovava a Wuhan per un programma di studio e il cui rientro era stato bloccato per due volte in quanto il ragazzo, non positivo al virus, presentava qualche linea di febbre. Il giovane, si trova ora in quarantena all’ospedale Spallanzani di Roma.

coronavirus
Fonte: Social

Ma in cosa consiste il coronavirus? E quali sono le precauzioni da attuare ?

A Dicembre 2019, dalla città di Wuhan in Cina, ha iniziato a diffondersi il virus che oggi conosciamo con il nome di Coronavirus (Covid-19).

Sostanzialmente si tratta di un’influenza ma con complicanze respiratorie che nei casi più seri possono condurre alla morte.

Tuttavia, proprio perché i sintomi iniziali, quali tosse, raffreddore, mal di gola e dolori muscolari sono simili a quelli di una normale influenza, i falsi allarmi che si sono creati stanno portando al panico generale, una vera e propria psicosi collettiva.

Il che comporta una corsa in massa verso le farmacie per acquistare mascherine e amuchina, come se questo bastasse a proteggersi. Il Coronavirus però ha spinto il ministero della salute a stabilire una serie di regole alle quali attenersi, che se rispettate possono sicuramente garantire maggior prevenzione:

  1. Innanzitutto è bene lavarsi sempre le mani, con frequenza
  2. Disinfettare le superfici ogni volta, dopo l’utilizzo
  3. Far arieggiare le stanze, così da mantenere l’ambiente fresco 
  4. Mantenere una distanza dagli altri di massimo un metro
  5. Evitare il contatto fisico con altre persone
  6. Cercare di uscire il meno possibile, solamente se necessario o per fare la spesa.

A partire dal mese di Marzo, il Presidente del Consiglio ha stabilito un nuovo decreto a cui attenersi: con l’aumento di casi di Coronavirus è stato proclamato uno stato di sicurezza per tutta l’Italia, il che comporta a partire dall’8 Marzo il divieto assoluto di uscire e il restare a casa

 

Fonte: Corriere.it

 

Views All Time
Views All Time
95
Views Today
Views Today
2
Next Post

Recensione del film premio Oscar Parasite di Bong Joon-ho

Recensione di Parasite del film sudcoreano di Bong Joon-ho, premio Oscar per la miglior regia, film internazionale e per la miglior sceneggiatura originale.

Subscribe US Now