seat arona

Seat Arona: il nuovo suv ecologico dal motore a metano

La casa spagnola lancia sul mercato la versione del suv Arona con motore a metano. La Seat propone il motore TGI, motore che vuol dire anche scelta ecologica.

Il motore TGI è a tre cilindri 1.0 turbo a benzina, di origine Volkswagen, omologata 6d-Temp. Con 95 cavalli che scendono a 90 quando si opta per il gas naturale; 160 N/m di coppia, che rende la differenza tra il TGI ed il motore a 1.3 turbo a benzina quasi impercettibile; l’accelerazione va da 0 a 100 in 12,8 secondi.

Dispone di tre bombole di gas metano per una quantità toltale di pieno del gas pari a 13,8 kg, che da al suv un’automia di circa 360 km, a cui si possono aggiungere altri 100 km se viene attinta benzina dalla mini riserva del serbatoio ( di nove litri).

L’Arona TGI, vista la presenza delle bombole, ha una riduzione di circa un terzo del bagagliaio, passa dai 400 litri a circa 300. Nasce come suv compatto sul pianale della Seat Ibiza: è lungo 4,13 metri, alto 1,55 e largo 1,7m. Esterni dinamici e interni super accessoriati di serie, ha una gamma di 68 combinazioni di colori.

Il suv offre diversi sistemi di sicurezza, il Front Assistant (frenata di sicurezza), fari Full LED, rilevatori di stanchezza e sensori pioggia. A richiesta è possibile il Rear Cross Traffic Allert ( per l’uscita dai parcheggi a retromarcia) e il Park Assist.

La tecnologia non è da meno sull’Arona: con apertura e avviamento senza chiave, touchscreen 8 pollici, caricabatteria cellulari wirless. Sincronizzazione telefono tramite Apple CarPlay o Android Auto

.Gli allestimenti disponibili sono:

  • Arona TGI a metano,
  • Arona Style
  • Arona FR

I prezzi di listino vanno dai 18.000€ ai 23.000€ per gli allestimenti più “dotati”.

Perchè scegliere l’auto a metano?

Le stazioni di rifornimento sono disponibili sul territorio italiano, con questo carburante naturale si può accedere alle Ztl e in alcune regioni sono esenti dalla tassa di possesso. E’ una scelta, appunto ecologica di grado superiore; le emissioni di CO2 che sono molto basse, i consumi sono inferiori, fino al 50% in meno rispetto ai motori a benzina ed il 30% rispetto ai diesel.

L’ambiente è prezioso dovremmo imparare a tuterarlo anche con le nostre scelte.

fonte: motorbox.com

Virginia Di Leone