Belle e di corsa: make up tips per le donne dalla vita frenetica

Casa, lavoro, figli ( e a volte ci si mettono pure marito, suocera..)…alzi la mano chi di noi al giorno d’oggi non ha una vita frenetica, dove si deve sempre correre e si ha poco tempo da dedicare a sé stesse, e il nostro corpo ci comincia a lanciare qualche “segnale” .

Ma se pensate che quel poco tempo non sia sufficiente, e quindi si debba poi una volta alla settimana, a volte anche una volta al mese “correre ai ripari”, bé sappiate che non è così.

Perché basta davvero poco tempo, tutti i giorni, per dare qualche “coccola” al nostro corpo, al nostro viso, ed apparire sempre belle ed in forma, anche con una vita frenetica e piena di impegni.

Coccola n°1: una buona detersione

Si sa che la pelle rappresenta la prima barriera del nostro organismo a contatto con l’ambiente esterno e tutto ciò che ne consegue (polveri, microrganismi, tossine di varia natura). E proprio per questo che è fondamentale mantenere sempre questa “barriera” efficiente con una buona detersione.

La detersione, infatti, ha diversi benefici:

  • Conferisce maggiore luminosità dell’incarnato del volto
  • Dona un colorito più roseo, in quanto si vanno ad eliminare le impurità
  • Elimina punti neri e brufoli
  • previene la comparsa di rughe e altri segni dell’invecchiamento

Benefici, che però diventano effettivi solo se la detersione viene effettuata in maniera adeguata, con i prodotti giusti e adatti al nostro tipo di pelle.

Tempi. La pelle del viso dev’essere detersa almeno due volte al giorno: alla sera per rimuovere il make-up e al mattino per rimuovere il sebo prodotto durante la notte

Modalità. La barriera cutanea è costituita dallo strato più esterno della nostra pelle, ossia l’epidermide, a sua volta costituita da uno strato più esterno (o strato corneo) e da alcuni strati più interni.

Lo strato corneo è ricoperto dal film idrolipidico, il quale rappresenta un’ulteriore barriera contro le tossine.

Una buona detersione a proteggere la pelle e a rinforzare e ripristinare le sue naturali difese.

Prodotti giusti. Non tutti i tipi di pelle sono uguali, in quanto ciascun tipo ha delle proprie esigenze, che devono essere “soddisfatte” con i prodotti adatti, e i detergenti non fanno di certa eccezione.

Aspetti importanti dei detergenti viso che bisogna tenere in considerazione in funzione del tipo di pelle sono:

  • consistenza: ad esempio, per una pelle secca, sono più indicati detergenti oleosi, mentre una pelle sensibile necessita di prodotti detergenti in crema
  • ingredienti (prestare molto attenzione all’INCI)

Coccola n°2: maschere che passione

Quante volte abbiamo pensato “come sarebbe bello avere una pelle immediatamente idratata, rivitalizzata in poco tempo”? soprattutto quando coi tempi che corrono, si ha sempre meno tempo per noi stesse.

Fonte: PensieriParole

Ed ecco che entrano in gioco le maschere viso, divenute sempre più un autentico salvavita per quelle donne che vogliono conciliare “cura di sé stesse” con “tempo ridotto”.

Che tempo dedicare alla maschera viso? La risposta è nella maschera stessa.

Non tutte le maschere sono uguali, non solo in termini di componenti, ma anche in termini di effetto che vogliamo ottenere, ma soprattutto di posologia:

  • maschere con effetto idratante vanno applicate ogni qualvolta che la pelle ne sente la necessità, stando comunque ad evitare un’eccessiva idratazione. Le migliori sono quelle in tessuto, che hanno un tempo di applicazione rapido e non richiedono successivo risciacquo. Inoltre possono essere preparate anche in casa.
  • maschere come quelle ad esempio all’argilla, che hanno un’ azione purificante, vanno invece applicate con una cadenza minore, ossia una volta a settimana. Questo affinché la funzione sebo-regolatrice non venga alterata, provocando anziché una scomparsa, un aumento della produzione di sebo.
  • se invece dal trattamento con la maschera viso vogliamo ottenere una pelle più luminosa, bisogna tenere conto delle componenti, e in particolare a quelle esfolianti: se l’effetto è un’ esfoliazione leggera, allora si può usare una/due volte a settimana. Se l’ esfoliazione è più aggressiva, è consigliato aumentare il tempo tra una maschera e l’altra.

Coccola n° 3: Layering, bellezza made in Japan

Un altro valido aiuto alla nostra bellezza spesso “segnata” dalla vita frenetica ci arriva dal Giappone, come risaputo paese “principe” dei rituali di bellezza: il cosiddetto layering.

vita frenetica

Si tratta di beauty routine molto diffusa in Oriente, che si basa sulla stratificazione dei trattamenti viso (infatti, in inglese, “layering” significa proprio “stratificazione”): sette, numero simbolo della bellezza giapponese.

  1. Struccarsi, utilizzando un olio naturale per il viso, a base vegetale (di argan, avocado, jojoba, rosa), in grado di sciogliere le impurità cutanee
  2. Detergere il viso ancora bagnato, con un prodotto schiumoso, che oltre a pulire garantisce una prima idratazione
  3. Tonificare e riequilibrare. Spesso, se si abita in grandi città, l’inquinamento e lo smog possono causare depositi di calcare sulla nostra pelle; pertanto è importante eliminare questi depositi con lozioni (come ad esempio l’acqua di rose o di lavanda)
  4. Siero. Una fase importante di questa “stratificazione”, che ottimizza gli effetti della crema idratante, senza per questo sostituirla.
  5. Trattamento occhi: un’attenzione in più. La zona occhi è senza dubbio una delle più delicate del viso perciò l‘attenzione nella scelta dei prodotti da usare dev’essere massima . Quindi spazio a prodotti delicati, la cui texture dev’essere adatta al tipo di pelle, e non troppo aggressiva
  6. Crema idratante. Applicata al mattino, permette di proteggere la pelle dai raggi solari e dagli effetti dell’inquinamento e di altri agenti esterni. L’importante è scegliere la texture adatta alla nostra tipologia di vita, frenetica o meno che sia.
  7. Trattamento labbra. Le nostre labbra, come tutto il nostro viso, sono quotidianamente esposte agli agenti esterni, pertanto è importante tenersi sempre addietro un balsamo labbra, in grado di idratarle e proteggerle al tempo stesso.

Un trattamento complesso, e sicuramente in molte di voi avranno pensato subito “chissà quanto tempo mi ruberà?”. La risposta vi stupirà : solo 7 minuti. Possibile? Basta vedere la bellezza delle donne giapponesi e in generale asiatiche.

E per voi, qual’è il vostro rituale di bellezza irrunciabile, anche se siete “di corsa”?

Fonti:

Glamour.it

Naturalover.com