Ad ogni viso la sua crema: come scegliere la più adatta?

martysmith89

C’è chi ne usa lo stretto indispensabile, chi non ne fa può fare a meno in ogni momento della giornata (tanto da tenere una piccola confezione persino dentro la borsetta). Resta il fatto che non ci sarà un mobile da bagno che non ha sopra almeno una crema viso.

Si sa, il viso insieme alle mani sono da sempre considerati il nostro “biglietto da visita”, la nostra prima “carta d’identità”, quindi è importante non solo prendersi cura del proprio viso, ma soprattutto farlo con prodotti giusti, adatti al nostro tipo di pelle e se possibile, naturali.

Nel caso specifico della crema per il viso, quando se ne acquista una si pensa che vada bene una qualsiasi, l’importante è idrati la pelle. Ed è proprio qui che, come si dice, “casca l’asino”.

La crema viso non è uguale per tutte le tipologie di pelle. 

Infatti, ogni pelle è diversa e ha bisogno d’idratazione in modo diverso.

Infatti c’è chi ha una pelle normale, chi una pelle grassa, chi una pelle secca, chi addirittura una pelle mista. Ma cosa significa esattamente?  Cerchiamo di fare chiarezza.

Innanzitutto va detto che il tipo di pelle che abbiamo è determinato ed influenzato da una serie di fattori sia “interni” che “esterni”: tra quelli interni fattori ereditari che influenzano i livelli di sebo, sudore e fattori idratanti naturali che la pelle produce, mentre di quelli esterni  fanno parte senza dubbio il clima, l’ inquinamento, i farmaci, lo stress, ma anche i prodotti che vengono usati per la cura e pulizia del nostro viso.

Vediamo ora quali sono le principali caratteristiche e soprattutto le principali esigenze di ogni tipo di pelle.

crema
Fonte : Donna Moderna
  • PELLE NORMALE

La pelle normale, detta anche eudermica, è quella che viene vista come la “pelle perfetta”: di un bel colorito rosa, liscia al tatto, senza imperfezioni o pori dilatati. Questo è dovuto all’ equilibrio in termini sia di idratazione che di produzione di sebo.

Ma questo aspetto così perfetto non deve trarre in inganno, perché anche la pelle normale ha bisogno comunque di cure, principalmente finalizzate al mantenimento dell’equilibrio idrolipidico ,oltre a prevenire le varie alterazioni responsabili di problematiche cutanee.

Per questo è importante che la crema abbia una composizione leggera, meglio ancora se a base d’acqua, in modo da garantire la giusta idratazione senza appesantire. Inoltre non va trascurato il fattore di protezione solare, importante non solo d’estate, ma tutto l’anno, per proteggere la pelle dall’invecchiamento precoce.

 

  • PELLE SECCA

Come accennato sopra, la produzione di sebo è fondamentale per garantire alla pelle del viso il giusto grado d’idratazione, oltre alla protezione dalle aggressioni esterne; tuttavia un’alterata produzione può comportare vari inestetismi ed alterazioni cutanee.

Nel caso della pelle secca, la produzione di sebo è ridotta rispetto ai livelli normali.

Tale riduzione non garantisce un’adeguata idratazione, in quanto si ha una carenza di sebo e dei lipidi necessari a trattenere l’acqua. Inoltre la pelle secca è più sensibile agli attacchi da parte di agenti esterni.

Alla base della secchezza della pelle vi possono essere diversi fattori sia “interni” che “esterni”.

Tra i primi vanno inclusi fattori genetici, ormonali, l’età o l’alimentazione, mentre nei secondi sono da annoverarsi fattori climatici, farmaci o trattamenti per la pelle inadeguati.

Qualunque sia la causa all’origine della secchezza, la pelle secca dev’essere trattata con una crema in grado di restituire, ma anche di mantenere, il grado giusto d’idratazione.

Quindi spazio a creme a base d’ingredienti naturali, come olio d’arganburro di karité miele, che mantengono inalterato il pH fisiologico della pelle.

 

Fonte: La natura ci fa belle
  • PELLE GRASSA

Al contrario della pelle secca, che ha alla base una scarsa produzione di sebo, la pelle grassa è caratterizzata da una produzione eccessiva dello stesso (fenomeno noto anche come seborrea).

Questa iper-produzione conferisce al viso un aspetto lucido ed untoso. Inoltre la pelle grassa si riconosce facilmente per la presenza di comedoni (i cosiddetti “punti bianchi” e “punti neri”), e al tatto risulta ruvida.

Le cause alla base della pelle grassa sono analoghe a quelle della pelle secca:

  • fattori genetici
  • ormoni
  • stress
  • farmaci
  • prodotti per la pulizia non corretti

In questo caso, essendo la produzione di sebo eccessiva, la crema per il viso (come pure gli altri prodotti) deve essere in grado di limitare l’eccessiva produzione di sebo, senza per questo ridurre il grado d’idratazione.

Quindi spazio a formulazioni non troppo aggressive, con ingredienti naturali dalle proprietà astringenti, come limone, pompelmo, lavanda salvia, e anti-microbiche, come il tea tree oil. 

Fonte: La natura ci fa belle
  • PELLE MISTA

É tra i tipi di pelle più complessi da trattare in quanto presenta caratteristiche sia della pelle secca, come desquamazione, sia della pelle grassa, come l’untuosità  e la presenza di comedoni (punti bianchi e punti neri). Quest’ultime si concentrano principalmente nella cosiddetta “zona T” (fronte e naso), mentre le zone soggette a maggior secchezza sono quelle degli occhi.

Data la complessità, è importante che la crema viso sia in grado di ripristinare il giusto grado d’idratazione ove esso sia carente (zone secche) e al contempo, regolare la produzione di sebo. 

In questo un valido aiuto ci viene dato da alcuni ingredienti come: 

  • olio di sesamo
  • olio di cocco
  • caffè verde
  • limone
  • salvia
  • lavanda

     

E voi che tipo di pelle avete?

 

Views All Time
Views All Time
390
Views Today
Views Today
2
Next Post

Brunei: gli omosessuali saranno lapidati

Facebook Twitter LinkedIn L’omosessualità è sempre esistita, sia tra gli uomini che tra gli animali, in tutti i secoli e in tutti i luoghi, ma sembra che Brunei non ne sia consapevole. Addirittura, in epoca antica non vi era alcuna differenza fra eterosessuali e omosessuali: gli antichi non sentivano neanche […]
Brunei omosessuali

Subscribe US Now