Confermato: Benedict Cumberbatch sarà la voce di Satana in “The good Omens”

Confermato: Benedict Cumberbatch sarà la voce di Satana in “The good Omens”

Benedict Cumberbatch sarà la voce di Satana nella serie Tv “The good Omens”, targata Amazon Prime. La serie prende spunto dall’omonimo romanzo

E’ stata finalmente confermata la partecipazione di Benedict Cumberbatch nella serie TV The good Omens. Come aveva fatto precedentemente con Smaug, nel 2° e 3° capitolo de Lo Hobbit, Cumberbatch presterà la sua voce a Dio.

Le vicende della serie non sono originali, ma traggono ispirazione dall’omonimo romanzo pubblicato nel 1990 e scritto a quattro mani da Neil Gaiman e Terry Pratchett, entrambi scrittori britannici.

Il libro, appunto, The good Omens (in italiano è stato tradotto con Buona Apocalisse per tutti), parla in modo umoristico dell’apocalisse. Infatti, tutto si svolge affinchè essa avvenga. Ma cercano di evitarla, Crowley (un demone) e Azraphel (un angelo) che ormai si sono ambientati, e anche affezionati, alla terra. E, dunque, andranno in cerca dell’Anticristo affinchè l’apocalisse non avvenga.

La data di uscita della serie è stata programmata per il 31 maggio 2019, e sarà subito disponibile sulla piattaforma Amazon.

benedict cumberbatch
cinematographe

 

Benedict, l’attore che è riuscito a non farsi ingabbiare nel personaggio di Sherlock

Benedict, sicuramente, è da annoverare tra gli attori più capaci, poliedrici e affascinanti che, finalmente e giustamente, sta riuscendo a “imporsi” nel mondo cinematografico e non.

Il suo viso, dagli zigomi alti e taglienti e gli occhi di ghiaccio, sono noti ai più grazie alla serie TV Sherlock, ispirata ai romanzi di Sir Arthur Conan Doyle, e realizzata da Moffat e Gatiss (nonchè l’attore che impersona Mycroft, fratello maggiore di Sherlock).

La serie l’ha consacrato al grande pubblico che, ancora oggi, attende e spera in una 5° stagione. Tuttavia, non bisogna dimenticare la sua precedente partecipazione a film grandiosi come Amazing grace, L’altra donna del re e Espiazione.

Sherlock, però, gli è servito sicuramente a farsi notare, tant’è che alla serie seguono pellicole dal successo spettacolare come 12 anni schiavo, The Imitation Game, Doctor Strange, Zoolander 2.

E ogni progetto a cui ha partecipato è sempre stato un successo con apprezzamenti da parte di pubblico e  critica.

Con delle premesse del genere, The good Omens, che annovera un cast eccezionale, può solo riservare belle sorprese piacevoli per il pubblico.

Deborah Pellicola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.