Digrignare i denti nel sonno: cause, rimedi, consigli

Digrignare i denti nel sonno: cause, rimedi, consigli

“Grrrr…..”: un suono inquietante che può turbare il sonno notturno; il suono di un gesto involontario ma che, a lungo andare, può portare a delle conseguenze: il digrignare i denti.

Un gesto involontario, appunto, perché nella maggior parte dei casi avviene durante il sonno e che, a lungo andare, può portare a conseguenze anche gravi. Involontario perché, il più delle volte, chi ne soffre non sa di soffrirne. 

Cerchiamo, quindi, di fare un po’ di chiarezza su questo fenomeno.

Il digrignare i denti, noto anche come bruxismo, è dovuto alla contrazione della muscolatura masticatoria, soprattutto durante il sonno; ha una durata breve (dai 5 ai 10 secondi), ma gli episodi possono ripetersi più volte durante la notte.

E proprio questo ripetersi può ripercuotersi gravemente sui denti, causando un’erosione parziale -se non addirittura totale- della superficiale dentale, a seguito dello sfregamento.

  • Cosa può causare il bruxismo?

Anche se ancora non sono del tutto note, le cause del bruxismo possono essere ricondotte a malformazioni mandibolari ,problemi d’occlusione dentari oppure stati psicopatologici alterati (tensione emotiva, stress, aggressività). Tuttavia si è riscontrata anche una una certa predisposizione familiare.

  • Bruxismo: conseguenze

Il digrignamento, come accennato in precedenza, può portare ad un’erosione della superficie dentale, ma questa non è l’unica conseguenza: infatti, il bruxismo -in particolare quello notturno- può produrre anche:

  1. dolore all’articolazione temporo-mandibolare
  2. usura dentale
  3. l’ipersensibilità dentinale, che facilita la formazione di carie

Nei casi più gravi, si arriva persino alla caduta e/o frattura dei denti, alterazione della sensibilità caldo/freddo ed alla difficoltà ad aprire la bocca.

Fonte: davidedalbo.it

 

A tutto questo vanno aggiunte, inoltre, problematiche a livello respiratorio che rendono difficile il sonno, cefalea, stanchezza, dolori alle spalle o al collo.

  • Come contrastare tale problematica?

digrignare i denti
Fonte: bite bruxismo

 

Il rimedio più noto ed efficace è, senza dubbio, il cosiddetto bite. Si tratta di un’apparecchiatura che consente alla muscolatura masticatoria di rilassarsi, oltre a proteggere i denti dall’erosione durante il sonno. Inoltre, l’utilizzo del bite, favorisce il rilassamento della muscolatura masticatoria oltre ad attenuare cefalee, cervicalgie, vertigini ed acufeni.

 

Fonte:

https://www.msn.com/it-it/salute/medicina/perch%C3%A9-di-notte-spesso-si-stringono-e-digrignano-i-denti/ar-BBRYf5I

https://www.my-personaltrainer.it/benessere/bruxismo.html

Pubblicato da martysmith89

Se dovessi descrivere la mia vita, la definerei come un paesaggio pedemontano, dove rilievi irti e rocciosi si intrecciano con ampie vallate sconfinate. La mia prima grande passione,quella per la scienza, c'è stata fin da piccola ma ha cominciato ad assumere la forma della Biologia in seconda liceo, e dell'Immunogenetica adesso. L'altra, quella per la scrittura, quasi in parallelo, grazie ad eventi casuali: per me è stato come un fulmine, che mi ha colpita e ha lasciato un segno indelebile. Io e la scrittura siamo unite da un filo invisibile ma solido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.