Sabato gossip: team Meghan vs team Kate. Meglio la ribellione o la sobrietà?

Sabato gossip: team Meghan vs team Kate. Meglio la ribellione o la sobrietà?

Meghan Markle e Kate Middleton: ribellione vs sobrietà. Da che parte stare?

Ci siamo abituati alla tranquilla e rassicurante Kate che con i suoi modi perfetti, e i colori pastello ci fa vivere la sua perfetta vita da Cenerentola.

Poi, all’improvviso Meghan Markle: americana, attrice, divorziata, nata sui tacchi a spillo, stilosa, con capelli e trucco sempre perfetti.

Meghan
express.co.uk

 

Kate non può essere ribelle: sarà Regina un giorno, e di sicuro madre del futuro sovrano. Il suo ruolo prevede sobrietà e compostezza, a volte ai limiti della noia. 

Meghan, invece, è una donna molto forte e risoluta, al punto che storiche collabotraci del palazzo hanno dato le dimissioni dopo aver lavorato per lei.

Sarebbe stakanovista e per nulla comprensiva, ed è pure incinta: alla fine si licenzierà pure la Regina (per la gioia di Carlo).

Pare che stia anche valutando di partorire in casa, contro ogni tradizione reale. Non contenta di ciò, partecipa agli eventi con lo smalto nero (mentre il colore ammesso da sua Maestà sarebbe il nude), porta vestiti troppo corti, e si espone a favore del femminismo. 

Meghan è amata dalle telecamere, Kate ci ha dovuto lavorare.

Meghan è arrivata nella famiglia reale da adulta affermata, con una solida professione alle spalle e una fervida attività online che ha dovuto lasciare in nome del suo ruolo di duchessa.

A differenza di Kate, che ha conosciuto William a 19 anni durante il college, Meghan e Harry si sono conosciuti da adulti con caratteri e abitudini ben formati, e nel giro di poco più di due anni si sono sposati e hanno deciso di diventare genitori.

Tutto questo all’interno delle rigide regole di Buckingham Palace, che negli anni si sono molto ammorbidite ma che forse ad una donna come Meghan, abituata a schierarsi e a dire la sua, vanno comunque un po’ strette. 

Meghan
mirror.co.uk

 

Ha fatto una scelta coraggiosa, le va riconosciuto, ma allo stesso tempo sapeva che non sarebbe stato semplice.

I paragoni con la compianta suocera Diana si sprecano, e pare che proprio il non far vivere alla moglie quello che ha passato la madre stia alla base del trasferimento dei duchi del Sussex.

Pettegolezzo reale

Voci maligne dicono che in realtà la colpa sia da attribuire a Kate, che non tollera molto i comportamenti della cognata. Le stesse voci dicono che si senta messa in ombra dall’atteggiamento di Meghan, molto naturale di fronte alle telecamere e ai sudditi, cosa che Kate ha dovuto invece imparare. 

Se questa rivalità sia vera o solo frutto di gossip, non lo sappiamo ma possiamo capire lo stato d’animo della futura Regina: si è dovuta sudare e costruire il suo ruolo, ha combattuto contro mille pregiudizi e nonostante tutto ha formato una famiglia reale da cartolina, secondo tutti i protocolli.

Poi le arriva Meghan Markle, attrice abbastanza amata, esperta in trucco e stile, che non sbaglia un colpo e a cui vengono perdonate le ribellioni alle regole reali….insomma un po’ di rabbia da parte di Kate bisogna capirla.

E voi siete team Meghan o team Kate?

 

Pubblicato da Tania Carnasciali

Sognatrice, curiosa, amante della scrittura. Probabilmente vivo in un mondo a parte, ma ci vivo bene! Amo gli hippie, e tutto ciò che è anni 60-70. Appassionata di tutto e di niente, cerco di mettere un po' di me in ogni articolo che scrivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.