Dads Not Daddies: un blog per mostrare che la famiglia va oltre il concetto uomo-donna

Dads Not Daddies: un blog per mostrare che la famiglia va oltre il concetto uomo-donna

Che cos’é la famiglia? In Italia da pochissimo tempo si parla di famiglie omogenitoriali, ma negli Usa sono una realtà consolidata da anni.

Tutti noi ne parliamo, tutti noi abbiamo un’opinione ma la realtà è che queste famiglie esistono da tantissimo tempo e devono essere riconosciute al pari delle altre.

Devon e Rob vivono a Salt Lake City, Utah. Devon aveva due figli, Rob aveva divorziato da poco. I due si sono conosciuti online. Si sono frequentati per un po’ e poi si sono sposati.

Oggi sono una famiglia come tante, che viaggia e ha come motto “non tutte le famiglie sono uguali, ognuna ha i suoi percorsi” e non c’è nulla di più vero.

Un post condiviso da Devon & Rob (@dadsnotdaddies) in data:


Siamo abituati a vedere la famiglia composta da padre, madre e figli, e non c’è nulla di sbagliato in questo, nessuno chiede che venga cancellato, ma prendiamo atto che esistono diversi tipi di famiglie.

La famiglia é una piccola comunità che costruiamo giorno per giorno, che va molto più in lá del sesso dei suoi componenti.

E perfavore non credete a chi sostiene che l’omosessualità sia contagiosa o una malattia: niente di tutto ciò è vero.

L’omosessualità in natura é più che normale, gli animali hanno istinti sessuali a prescindere da maschio o femmina.

Ma noi siamo umani e alla sessualità aggiungiamo anche sentimenti e voglia di costruire qualcosa. Esattamente come é accaduto a Devon e Rob.

Un post condiviso da Devon & Rob (@dadsnotdaddies) in data:


I due hanno costruito un nucleo fatto di qultidianitá e routine: scuola, feste di compleanno, viaggi. Nessuna famiglia é facile da gestire, e che il monopolio sia in mano alle donne é tutto da vedere.

Devon e Rob ci dimostrano che é possibile prendersi una pausa (bella lunga pure) dall’idea che la donna sia l’angelo del focolare per definizione: anche un uomo (anzi due) può mettersi aureola e ali, e gestire la casa senza gettarla nel caos.

Casa e famiglia sono i luoghi in cui ti senti libero, in cui tornare nei momenti grigi, in cui si respira amore e comprensione. E tutto questo va ben oltre l’essere omo o eterosessuali.

Devon e Rob combattono una piccola rivoluzionaria battaglia: dimostrare che omosessualità non significa perversione, ma solo amare una persona dello stesso sesso. Vogliono mostrare che i bambini sono felici con due padri, che le turbe psicologiche di cui molti parlano dipendono da ben altri fattori.

Per chi ancora avesse dubbi che possano essere considerati famiglia, date un’occhiata alla loro pagina Facebook.

 

 

 

 

 

Pubblicato da Tania Carnasciali

Sognatrice, curiosa, amante della scrittura. Probabilmente vivo in un mondo a parte, ma ci vivo bene! Amo gli hippie, e tutto ciò che è anni 60-70. Appassionata di tutto e di niente, cerco di mettere un po' di me in ogni articolo che scrivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.