Marco Di Noia racconta il system 4.0 allo Sport Digital Marketing Festival

Si terrà il 13 e 14 giugno al Palacongressi di Riccione il primo Sport Digital Marketing Festival. L’unico evento in Italia di formazione e aggiornamento sul Digital Marketing nel settore dello sport.

Marco Di Noia

Ma cos’è effettivamente e cosa rappresenta questa manifestazione? È un percorso formativo e professionale che servirà per comprendere tecniche e strategie dei grandi club e delle organizzazione internazionali, anticipare le tendenze del mercato sport-business e conoscere i protagonisti dello sport system 4.0.
Saranno spiegate le basi per costruire o allargare la propria rete di contanti, facendo networking e tessendo la tela per nuovi business che sfruttino le potenzialità dei social media.

I relatori racconteranno con dei case study concreti, come attraverso la crescita esponenziale dei social media hanno saputo raggiungere ottimi traguardi in termini di business, sviluppando campagne innovativi e vincenti. Dal calcio italiano alla Liga spagnola, dalla Serie A Volley alla Federazione basket, fino al rugby e alla scherma.

La kermesse vedrà alternarsi diversi ospiti, tra questi Marco Di Noia, social media manager e strategist FIGC.  Intervistato per l’occasione dagli ideatori del SDMF ha spiegato come quotidianamente, si occupi dell’ideazione, produzione e gestione strategica di contenuti sia testuali sia delle campagne digital, pubblicate attraverso i canali social delle Nazionali di Calcio Italiane, sia direttamente sul sito della Federazione.

“Curo il sito e i social media azzurri – la cui community supera ormai 7,5 milioni di utenti – dalle  loro rispettive nascite (2010 e 2012) e recentemente ho iniziato a gestire la presenza digital di alcuni atleti e personaggi famosi”.

Il punto di forza di  Marco è stato quello di aver intuito per tempo l’importanza di una comunicazione digital a 360 gradi, sapendo evolversi nel tempo, specializzandosi nel settore sia a livello teorico che pratico. In particolar,e grazie ad un carattere a dir poco geniale e vincente, ha saputo portare in auge il digital nello sport. Di fatti racconta come sia legato particolarmente a quella che potrebbe definirsi una piccola storia di Sport Digital Marketing.

Durante l’ultimo Europeo di calcio, giocatosi nel 2016 in Francia, ha saputo inventare tra follia e coraggio (parafrasando quasi un Stay Hungry Stay Foolish, di Steve Jobs), delle gif animate con le esultanze personali dei calciatori azzurri.

“Avevano una veste un po’ retrò, quasi da videogame anni ’80/’90, dall’estetica quantomai soggetta al gusto personale. Benché a me piacessero molto, utilizzarlo fu un atto di coraggio, che poi venne premiato dai numeri”.

Marco Di Noia

I numeri. Quello che oggi giorno contano per un Social Media Strategist. La gratificazione personale, che esprime in quantità l’apprezzamento della qualità.

“Ricordo che durante Italia-Germania ricevetti anche un messaggio su WhatsApp da parte del  social media manager di ua blasonata nazionale straniera che mi scrisse: “spero che l’Italia segni perché voglio vedere la prossima esultanza su Twitter”.

Quantità e qualità sono anche le armi vincenti del business. Allora verrebbe lecito pensare e chiedersi se, ci possa essere un futuro per il social dello Sport Business.

Di Noia partendo dall’assunto fondamentale che il business non prescinderà dal digital, conclude lasciando aperta una porta a questo binomi.

“Mi aspetto continue evoluzioni nelle piattaforme, nella tipologia di contenuti e nella loro rilevanza strategica. A mio modo di vedere il web continuerà ad attrarre attenzioni mediatiche ed interessi economici, nonostante i prevedibili cambiamenti tecnici, legali, le mode o le variazioni dei gusti degli utenti: le forme di interazione potrebbero evolversi e cambiare, ma il teatro dello sport business resterà il web.”

Lo Sport-Business è uno dei settori con crescite esponenziali ed è alla portata di tutti: dalle squadre, agli atleti passando per gli sponsor, fino a raggiungere le media agency. Come afferma Arianna Ioli, content manager e storyteller dello #sportmarkentingfest (hastag ufficiale dell’evento):

“Stiamo costruendo un vero e proprio evento di formazione su basi concrete”.

 Il Festival sarà dunque un’esperienza imperdibile per chiunque abbia già iniziato o voglia intraprendere un percorso professionale di successo nel mondo dello sport e imparare dai migliori professionisti.

Ora che allo sport si stanno unendo tutte le potenzialità del Marketing Digitale, si può affermare che un’ispirazione può divenire esplosiva.

 

Simone Alessandrini

Views All Time
Views All Time
406
Views Today
Views Today
1
Next Post

Il viaggio di una fashion blogger: ci vorrebbe un app (o più)

Facebook Twitter LinkedIn Nel mio smartphone ho (quasi) tutto quello di cui ho bisogno Non ho fatto in tempo a tornare nella mia bella Parma che già è tempo di ripartire, per un’altra sfilata di moda da seguire, questa volta oltreoceano, nella bellissima Los Angeles; il tempo di togliere i […]

Subscribe US Now