home livinghome living


Illuminare una casa significa
conferirle una personalità unica che si sposi perfettamente con lo stile scelto, oltre ovviamente a poter contare su lampade a basso consumo che si rivelino pratiche e versatili.

Qualità, convenienza e bassi consumi restano quindi i capisaldi dell’illuminazione per l’home living. Al giorno d’oggi, la tendenza dei consumatori è sempre più spesso quella di rivolgersi ai canali di vendita online per gli acquisti, dato che offrono un’esperienza di navigazione ottimale e un ottimo rapporto qualità-prezzo.

A questo proposito, per disporre di un’ampia scelta in fatto di lampade, lampadari e piantane è possibile affidarsi all’ecommerce di prodotti per illuminazione Animosi, che seleziona esclusivamente le proposte di design dei migliori marchi del settore.

Come illuminare la zona living

 

La zona giorno di una casa dovrebbe già essere dotata di luce naturale durante le ore diurne, ma ciò non toglie che lampade e lampadari debbano risultare comunque performanti per una serata o per i periodi più nuvolosi dell’anno.

 

Un salotto, che si tratti di uno spazio a sé stante o di un open space, può richiamare a uno stile prettamente classico o barocco, se in casa l’atmosfera ricreata dagli arredi è quella: in questi casi, un lampadario importante fatto di vetri e cristalli costituirà un vero e proprio complemento di arredo.

A livello di materiali e di forme, l’interpretazione contemporanea del classico propone spesso sospensioni in linea con lo stile richiesto, ma senza appesantire oltremodo l’ambiente: ai pesanti cristalli a goccia si sostituiscono elementi più leggeri in foggia di foglie o petali, che creano comunque un aspetto sontuoso ma con leggerezza. I colori possono cambiare dal tipico argento fino all’oro o al bronzo.

Per gli angoli più nascosti ci si può affidare a piantane anche molto moderne, dalle forme e dai colori più svariati e con saliscendi in grado di modulare l’altezza dell’illuminazione secondo le necessità del momento.

Non mancano lampadari, magari per il piano di lavoro di una cucina, che presentano la medesima peculiarità e si possono abbassare per direzionare la luce dove serve. Le tipiche plafoniere da soffitto sono una soluzione ideale per i piccoli spazi, magari in bagno o in un ingresso, dove si possono anche posizionare dei faretti per gli angoli più bui. 

Zona notte ed esterni: qual è l’illuminazione migliore

 

Sia nella zona living che in quella notte, poi, si possono anche posizionare delle lampade dimmerabili (di solito sono le piantane o quelle da tavolo): l’idea è quella di poter variare anche l’intensità della luminosità a seconda delle esigenze e ciò diventa importante, ad esempio, sulle lampade da scrivania nelle camere dei ragazzi o in uno studio.

In camera da letto la lampada da comodino o da comò è un elemento quasi d’obbligo e può davvero costituire un punto luce discreto che conferisce stile alla stanza. La classica abat-jour si può sostituire con idee più moderne dalle forme lineari ed essenziali, in materiali come il policarbonato che si può dipingere anche di tinte vivaci o a contrasto.

Infine, non vanno dimenticati gli esterni, sia che si tratti di illuminare un balcone o una terrazza oppure una veranda o un giardino: esistono lampade moderne in foggia di animali o comunque con forti richiami alla natura. 

Lampade da incasso, faretti e lampade da terra possono arredare ed essere a loro volta dimmerabili. Molto in voga sono anche le soluzioni multiuso, dove la lampada diventa anche uno sgabello o un tavolino basso per creare un ambiente davvero suggestivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *