Nostalgia del fandom: 5 effetti negativi e come superarli

Nostalgia del fandom: 5 effetti negativi e come superarli
nostalgia del fandom
nostalgia-del-fandom-5-effetti

A proposito di nostalgia del fandom: hai mai speso soldi in merchandising per promuovere la tua squadra sportiva preferita? Hai trascorso ore a discutere del remake estivo di successo di un film che a te e a molte altre persone era piaciuto quando eravate bambini? Hai scritto una storia di fanfiction alternativa perché quello che è successo al tuo OTP (One True Pairing, alias il tuo scenario di collegamento preferito con i personaggi) non era accettabile per te? Se la risposta almeno ad una di queste domande è sì, probabilmente sei stato, a un certo punto, un membro di un fandom.

Al giorno d’oggi, ogni fandom è gigantesco, nascosto e, sfortunatamente, polemico. Le fazioni in guerra sono amareggiate dalla mancanza (o da una sovrabbondanza) di rappresentazione di gruppi specifici, dall’ansia per gli adattamenti del canone precedente a uno nuovo e persino dalla natura dello sviluppo per quanto riguarda il canone nuovo di zecca. Probabilmente, però, ciò che infonde al fandom moderno la maggior parte della sua tossicità è legato a un senso di nostalgia e diritto. Mentre la nostalgia stessa implica una malinconia per il passato (l’Oxford English Dictionary descrive specificamente il fenomeno come “‘desiderio sentimentale'” [University of Southampton, 2017], implicando un focus su cose che un individuo ricorda come “buone” o piacevoli, spesso per motivi intimi e personali, gli effetti della nostalgia quando i desideri di più individui si incontrano e si scontrano possono essere tutt’altro che piacevoli.

Scopriamo nel dettaglio i 5 effetti più rilevanti della nostalgia del fandom.

La nostalgia del fandom può accecare i fan sui propri difetti

Solo due decenni fa, la nostalgia veniva trattata come un disturbo, un’afflizione mentale in cui i sofferenti hanno una predilezione per il passato. Oggi, la nostalgia ha una buona reputazione. Digitando il termine in Google, ad esempio, tra i risultati appaiono negozi o siti web i quali rendono la nostalgia un punto di forza, descrivendola come un aiuto per mantenere il proprio stile di vita all’avanguardia.

D’altra parte, la nostalgia può andare troppo oltre. Non a caso, all’interno del pensiero nostalgico esistono tensioni sia di “rimuginazione” che di “pensiero controfattuale”, che possono essere entrambi utilizzati per rafforzare emozioni specifiche, indipendentemente dalla loro accuratezza. Mentre la nostalgia può certamente agire da contrappeso a “solitudine, noia e ansia”, può anche inculcare in coloro che la praticano la convinzione a ritirarsi in una serie di circostanze e complessi mentali che possono essere ostinatamente radicate in un passato impreciso. E molti lo fanno.

Questo concetto può essere estrapolato, soprattutto, dalle abitudini e dai processi di pensiero dei membri del fandom di lunga data. Si considerino, ad esempio, i decenni di tifo per la propria squadra sportiva preferita che li rendono ciechi metaforicamente sui difetti e le colpe della politica di quella squadra, come nel caso di uno scandalo che coinvolge l’uso di steroidi, la controversia sulla sua mascotte che ha origini razziste, o il suo protagonista che è stato recentemente arrestato per abusi domestici. Il tifoso in questione può ben riconoscere che gli imbrogli o gli abusi sono inequivocabilmente sbagliati, mentre contemporaneamente tenta una ginnastica mentale a volte incredibilmente complicata per deviare la colpa dalla loro preziosa squadra, arrivando persino a demonizzare le persone o le istituzioni responsabili di offuscare il suo buon nome, e i bei ricordi del tifoso.

La nostalgia del fandom può provocare ostilità verso i nuovi arrivati

Naturalmente, gli aspetti della nostalgia precedentemente riconosciuti possono anche causare il contrario. In questo caso, la nostalgia comune ha l’arma a doppio taglio di permettere alle persone di legarsi con degli estranei attraverso un’esperienza condivisa (un amore per un film, per esempio), aumentando anche il potenziale per un gruppo a sviluppare sentimenti negativi o pregiudizi nei confronti di un altro.

In effetti, se un “vero” fan può essere misurato solo dalla quantità di isolamento sociale che subisce in relazione, per quanto vagamente, a un amore palese per il franchise, un gruppo di “veri” fan può facilmente mettere in discussione l’autenticità dell’affetto da parte di chi non sembra aver vissuto quella precisa esperienza.

Questo tipo di nostalgia del fandom comporta l’esclusione di tutti coloro che per i fan veterani sono arrivati “troppo tardi”.

La nostalgia del fandom crea aspettative irremovibili e irrealistiche

cos'è la nostalgia del fandom
nostalgia-del-fandom-5-effetti

La nostalgia può anche predisporre i fan a un’opinione molto specifica su quale “dovrebbe” essere la natura del film o della serie TV o dell’album o del gioco che amano. Questo è in guerra contro una tendenza incredibilmente popolare negli ultimi anni per “riavviare” o “aggiornare” i vecchi media.

Anche qui, però, gli effetti della nostalgia sono sfumati. Per i fan inclini a tenere sotto controllo i loro amati franchise, l’idea che un riavvio o un remake possa portare a fan alle prime armi e non autentici che sicuramente invadono le “loro” bacheche Internet con pappa da principiante, è uno scenario peggiore. Quando un remake tutto al femminile del popolare Ghostbusters è stato annunciato nel 2016, i fan irritati dall’idea ha votato negativamente più di 600.000 volte il trailer del reboot su YouTube, apparentemente per dispetto. Si dice persino che questo gesto sia stato uno sforzo di gruppo concentrato, un altro cenno alle conseguenze potenzialmente negative della nostalgia comunitaria.

In risposta, il regista Paul Feig, che postula che un grande aspetto dell’odio sia effettivamente dovuto al fatto che i quattro personaggi di Ghostbuster ora sono donne, ha osservato che “È molto facile una volta che sei predisposto ad essere incazzato per qualcosa, guardarlo e trovare un difetto”.

La nostalgia del fandom può provocare animosità sui creatori

In relazione ai fan amareggiati, la nostalgia può anche essere uno slancio per la loro animosità nei confronti di coloro che creano e producono un film o uno show. Per quanto riguarda Ghostbusters , insieme a Feig, l’attrice Leslie Jones è stata attaccata su Twitter con insulti razzisti a causa del suo coinvolgimento nel film perché non solo non è un uomo non sarebbe caucasica(Non importa che uno degli acchiappafantasmi originali fosse Ernie Hudson, un uomo di colore).

Un altro esempio è Star Wars, in particolare l’attesissimo settimo episodio della saga cinematografica, Il risveglio della forza, che ha suscitato ira al momento del rilascio a causa delle sue apparenti somiglianze con Star Wars, Episodio IV: Una nuova speranza . Mentre il regista dell’episodio VII , JJ Abrams, ha affermato che Il risveglio della forza è servito da “‘ponte'” tra il materiale originale precedente e quello che sarebbe arrivato negli episodi VIII e IXla difesa si è resa necessaria solo dopo il successo virale dell’uscita di un video comparativo fianco a fianco dei due film. Ancora una volta, la logica di avere personaggi ed eventi paralleli in un franchise cinematografico che copre circa 70 anni – per non parlare dell’universo ampliato di libri e fumetti che si espandono ben oltre nel passato e nel futuro dei film – è irrilevante di fronte alla rabbia del fandom.

La nostalgia del fandom può portare a un diritto ingiustificato dei fan.

nostalgia del fandom
nostalgia-del-fandom-5-effetti

Purtroppo, la controversia su Il risveglio della Forza non è certo la prima per Star Wars . Le accuse rivolte a George Lucas, il creatore del franchise, sono così numerose e comunemente espresse in modo monolitico che un documentario del 2011, The People vs. George Lucas è stato creato come una sintesi di tutte. (Il titolo del documentario fa satira sul caso giudiziario, The People vs. OJ Simpson, incentrato sull’omicidio della moglie di Simpson e del suo amico Ron Goldman e implica mestamente la severità nella mente dei fan dei cosiddetti reati di Lucas.) I punti salienti includono il rifiuto di Lucas di rimasterizzare i tre film originali degli anni ’70 e Anni ’80 con il contenuto originale intatto, piuttosto che tagliarlo con materiale aggiuntivo e aggiornare molti degli effetti speciali. Allo stesso modo, molti fan hanno disprezzato con veemenza la trilogia del prequel, il retroscena di tre film realizzato tra il 1999 e il 2005 che offriva un retroscena per il grande cattivo Darth Vader e la sua compagnia.

Nel complesso, mentre la nostalgia ha la capacità di suscitare sentimenti positivi, non vogliamo che la nostalgia del fandom prenda il sopravvento sulla realtà, o scolorisca i nostri ricordi rosei con amarezza. Quasi certamente sottolineerebbe l’importanza di esercitare la nostalgia come strumento per confrontare esistenzialmente il proprio passato con il presente, piuttosto che permettere a chiunque fosse una volta di sbilanciarsi su chi è ora.

E tu, conoscevi la nostalgia del fandom?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.