Microsoft contro Apple: Surface Studio 2 è la nuova risposta a iMac

Microsoft contro Apple: Surface Studio 2 è la nuova risposta a iMac

Il mercato dei computer, lo conosciamo bene, è una costante battaglia tra le case costruttrici per cercare di accaparrarsi sempre la maggior fetta di mercato possibile. La lotta di Microsoft contro Apple è sempre più serrata. La casa del processore più famoso del mondo sfida il simbolo intero di una generazione, quella millenial: una mela morsa.

iMac: il prodotto che ha dominato il mercato dei computer desktop e all-in-one

Dopo Surface Go, infatti, il gigante tecnologico comandato da Bill Gates ha deciso di sfondare sul mercato con il Surface Studio, il primo desktop di sempre della casa di Redmond, pronto a dare battaglia agli iMac. 

Da anni, quest’ultimo prodotto ha letteralmente dominato nel mercato dei pc fissi e all-in-one, poiché capace di rispondere ad un numero infinitamente vasto di richieste. Con fasce di prezzo che vanno dai 1000 ai 3000 euro, gli iMac sono i perfetti compagni di lavoro di un gran numero di professionisti, che sempre più spesso si affidano ai sistemi operativi iOs.

Apple contro Microsoft: cosa contraddistingue il prodotto con la mela?

microsoft-contro-apple-The-Web-Coffee
microsoft-contro-apple-The-Web-Coffee

iMac, infatti, ha tra i propri cavalli di battaglia il sistema operativo chiuso. Questa particolare conformazione di iOs permette al computer di essere meno propenso a scaricare virus e malware, rendendolo il perfetto prodotto per chi deve operare con dati sensibili. Inoltre, il rivoluzionario Catalina ha dato un nuovo power up alla potenza della macchina, rendendo iMac un prodotto versatile e adatto ad ogni esigenza.

I campi dove viene principalmente utilizzato è quello della grafica e della pubblicità. Sono rinomate, infatti, le schede grafiche in dotazione ai prodotti Apple. Nella sfida di Microsoft contro Apple, è stato proprio questo dettaglio a rendere iMac il prodotto più desiderato dai professionisti di ogni settore.

Infine, l’ultimo grande punto di forza di Apple è l’iCloud, un gigantesco magazzino virtuale dai costi decisamente contenuti in cui condividere ogni scatto, ogni video e ogni applicazione presente su un dispositivo Apple in tuo possesso. Un’arma decisiva nella lotta di Microsoft contro Apple.

iPhone, iPad e iMac comunicano tra di loro attraverso questa piattaforma virtuale e questo permette ad un professionista di lavorare, in tempo reale, un’immagine scattata appena qualche secondo prima con un altro dispositivo. Anche a chilometri di distanza, senza bisogno di cablaggio. Geniale, semplicemente.

Microsoft contro Apple: i numeri stanno dalla parte di Bill Gates

microsoft-contro-apple-The-Web-Coffee
microsoft-contro-apple-The-Web-Coffee

Microsoft, in questi anni, non è rimasta però a guardare crescere lo strapotere di Apple. Fino ad ora, infatti, i prodotti con la Mela sono rimasti un’esclusiva di una ristretta élite di persone. Nonostante il successo dirompente di iPhone nel campo della telefonia mobile, non tutti sono stati disposti ad abbinare al proprio telefono un’altra macchina iOs. In questa fascia di mercato ha trovato la propria perfetta nicchia di mercato Microsoft.

Attraverso il nuovo Windows 10, il sistema operativo più usato al mondo, Microsoft è riuscita a rendere funzionale l’interfaccia leggera presentata con Windows 8. La perfetta armonia con i sistemi operativi prodotti da Ryzen e Intel, inoltre, hanno permetto alla casa di Redmond di essere presenti sulla quasi totalità dei prodotti presenti sul mercato. Acer, Hp, Toshiba, Samsung, Asus o Lenovo: non vi è casa di computer disposta a rinunciare a Windows in favore di Linux.

Il dato fortemente interessante, infatti, è che Microsoft possiede circa l’80% dei sistemi operativi presenti sul mercato. Nonostante il maggior prestigio, alla mela viene riservato appena il 18%. Al terzo posto, distante anni luce, vi è Linux, con un misero 1,8%. Bill Gates e soci, dunque, possiedono una fetta gigantesca di questa torta. Eppure, con l’approdo sul mercato di Surface Studio 2, la casa di Redmond è decisa sferrare un altro colpo nella lotta di Microsoft contro Apple.

Microsoft, da sistema operativo a computer: il passo avanti del gigante americano rivoluziona il mercato

Il nuovo prodotto Microsoft, lanciato sul mercato da circa un annetto, si è dimostrato un prodotto eccellente, con una linea accattivante e pensato per professionisti dall’ampio portafoglio e che non vogliono compromessi. Dimostra senza fronzoli che il mercato dei fissi non è ancora mosso e che la comodità non è solo quella di potersi spostare di stanza in stanza.

Surface Studio 2, nella lotta tra Microsoft e Apple, rappresenta un’autentica svolta. Vuoi lavorare seduto? Lo schermo si aggiusta in altezza. Vuoi farlo seduto? Puoi inclinare il prodotto sino a 90°, in modo tale da rendere possibile anche presentazioni a piccoli gruppi di persone. Il touchscreen e la penna inclusa nella confezione sono la ciliegina sulla torta di un prodotto destinato a imporsi sul mercato in maniera decisa.

La lotta infinita di Microsoft contro Apple si è arricchita di un nuovo, affascinante, protagonista. La ditta di Bill Gates, infatti, era rimasta sempre un passo indietro rispetto ad Apple, proprio per l’assenza di prodotti propri. Sarà il mercato a decretare il vincitore.

Pubblicato da Alex Rossi

Nato con i piedi storti, questo ragazzo ha iniziato ad approcciarsi al giornalismo per colmare la distanza tra sé stesso ed il campo da calcio. Crescendo, ha capito che il mondo è una tavolozza, e ci sono colori molto più belli da descrivere o raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.