Belle ed abbronzate, anche col pancione

martysmith89

L’estate è entrata nel vivo, e nonostante le mille attenzioni dovute al pericolo Covid che ancora non è passato del tutto, la gente ha voglia di vacanza, relax ed abbronzatura, e non è difficile avere come vicina d’ombrellone o incontrare sulla battigia donne in gravidanza, con i loro bei pancioni lisci che riflettono la luce del sole.

abbronzatura
abbronzatura

Una cosa che spesso divide la gente, che spesso pensa che una donna in dolce attesa dovrebbe prestare attenzione a tante cose: questo è senza dubbio, perchè il corpo di una donna che porta dentro di sè una creatura per 9 mesi subisce durante questo periodo tutta una serie di cambiamenti, fisici e non solo, legati specialmente agli ormoni che vengono prodotti in questa fase della vita.

Tuttavia come per tante altre tematiche, anche la gravidanza ha i suoi miti e luoghi da sfatare, tra questi anche il fatto che una donna incinta non possa stare al sole con la pancia esposta .

Pelle in gravidanza : cosa cambia?

gravidanza

Come accennato in precedenza, durante la gravidanza sono diversi i cambiamenti che il corpo di una donna subisce, che non si limitano semplicemente alla “pancia che cresce”, ma riguardano anche pelle, capelli e unghie.

Uno dei primi effetti a livello di pelle è la cosiddetta iperpigmentazione, ossia la produzione eccessiva di melanina, il pigmento responsabile del colore della nostra pelle. Tale produzione si può sviluppare in una o più aree specifiche del nostro corpo e può essere scatenata da una serie di fattori, quali l’esposizione al sole, fattori genetici, età, ferite della pelle, infiammazione ma anche alterazioni ormonali, come quelle che si verificano durante la gravidanza e la cui azione s’esplica proprio con effetti a livello cutaneo.

Altra alterazione delle pelle molto comune in gravidanza sono le smagliature, causate anch’esse da alterazioni a livello ormonale che, in questo caso vanno a causare l’ indebolire le fibre elastiche, le fibre collagene e i mucopolisaccaridi che formano il sostegno della cute.

Quante volte si sente dire che in gravidanza si ha una pelle diversa, più luminosa più “lucida”; anche in questo caso c’entrano gli ormoni che contribuiscono alla produzione di olio nelle ghiandole facciali, facendo apparire la pelle del viso più radiosa.

Abbronzatura e gravidanza: a cosa bisogna prestare attenzione?

Per quanto riguarda l’abbronzatura, anche per la donna in gravidanza valgono le stesse “regole d’oro” di chi si espone al sole, ma con qualche attenzione in più.

1) Protezione alta contro macchie e scottature

Indipendentemente che sia la prima esposizione della stagione che si sia già abbronzate, per la donna in gravidanza è importante la protezione della pelle. Per questo è fondamentale scegliere una crema a  protezione elevata (SPF 50/50+) da applicare quotidianamente, e dopo ogni bagno.

2) Attenzione alle varie fasi della gravidanza

La gravidanza non è tutto uguale dal punto di vista della protezione solare, in quanto ogni trimestre prevede specifiche attenzioni e precauzioni, come pure specifiche “libertà” per quanto riguarda l’abbronzatura.

Nel primo semestre, l’attenzione dev’essere massima, in quanto rappresenta un periodo cruciale per il corretto sviluppo del feto; per questo l‘esposizione al sole in questa fase va fatta con estrema moderazione, preferibilmente nelle prime ore del mattino e nel tardo pomeriggio.

Inoltre l’esposizione al sole non deve essere diretta sul pancione, quindi in questa fase è preferibile indossare costumi interi, mentre se si indossa bikini è consigliato rivestire la pancia con un pareo, meglio se in fibra naturale.

Importanti in questa fase sono anche l’idratazione, attraverso il consumo di acqua e cibi ricchi di sali minerali e vitamine (soprattutto vitamina A, E e betacarotene) e il riposo nelle prime ore del pomeriggio.

Nel secondo trimestre, per quanto riguarda l’esposizione al sole particolare attenzione va rivolta a sbalzi pressori, che possono essere frequenti in questa fase della gravidanza, oltre che al rischio d’insorgenza della cosiddetta “maschera gravidica“.

Per questo è importante tenere rinfrescato il corpo e il viso durante la giornata, oltre ad utilizzare una crema solare con fattore protettivo 50 evitando l’esposizione al sole diretta al viso.

Nel terzo trimestre, invece, sono concesse camminate in spiaggia e qualche bagno in più evitando se possibile gli sbalzi caldo/freddo.

3) Protezione contro il surriscaldamento

Contrariamente a quanto si pensa, il sole può far bene al pancione e al feto in quanto l’esposizione solare rappresenta una delle fonti di approvvigionamento della vitamina D, fondamentale per la salute di pelle e non solo. Tuttavia è importante che tale esposizione non sia prolungata, soprattutto nel primo trimestre, al fine di evitare un surriscaldamento che può compromettere il corretto sviluppo fetale.

4) Salute e tintarella, anche a tavola

Un valido aiuto per una sicura abbronzatura in gravidanza deriva anche da una sana e corretta alimentazione, fatta soprattutto di frullati e succhi di frutta e verdura preferibilmente di stagione e ricche in sali minerali, per aiutare a contrastare il caldo. Inoltre alle neo-mamme sono consigliati pasti piccoli e frequenti, oltre ad evitare cibi grassi e bevande alcoliche.

 

 

 

 

 

 

 

Views All Time
Views All Time
109
Views Today
Views Today
2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Soul, il nuovo film Disney Pixar in arrivo nelle sale a novembre 2020

Facebook Twitter LinkedIn Dato soprattutto l’enorme successo riscosso da Disney+, Disney di certo non si ferma e continua, nonostante l’emergenza coronavirus che ha rallentato anche il mondo dello spettacolo, a portare avanti le sue produzioni originali. A breve, il 22 luglio, uscirà Onward – Oltre la magia, della casa produttrice […]
Soul

Subscribe US Now