Gallera e la gaffe sui contagi in diretta web

Giulia

Da quando il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato la fase 2, gli italiani sono entrati in contatto con due nuovi termini: indice R0 e indice Rt. Per fortuna c’è Giulio Gallera a spiegarli.

L’indice R0, il “numero di riproduzione di base“, riguarda più gli individui: è il numero di contagi secondari causati dal singolo individuo in una popolazione che non era mai venuta in contatto con una malattia, ovvero il Covid-19.

L’indice Rt rappresenta il tasso di contagiosità dopo che sono state prese delle specifiche misure per evitare la diffusione. In questo caso, il corona virus dopo quasi tre mesi di quarantena.

Ovviamente, chi non è del campo e chi non si è informato su siti specializzati, non ha la più pallida idea di cosa questi due indici siano. Ed è per questo che, Giulio Gallera, assessore al welfare lombardo, ha cercato di spiegarli, facendo, però, una gaffe immensa che è stata oggetto di derisione e sconforto sui social.

Gallera: come ha spiegato l’indice Rt

«Siamo a un indice di contagio dello 0,51: che cosa vuol dire? Che per infettare me bisogna trovare due persone infette nello stesso momento perché è a 0,50 e questo vuol dire che non è così semplice trovare due persone infette nello stesso momento.»

È questa la dichiarazione lasciata venerdì 22 maggio durante una diretta su Facebook.

In poche parole, secondo l’assessore al welfare lombardo, quindi della regione che ha registrato più contagi e più morti dall’inizio della pandemia, indice Rt a 0,51, indica che per essere contagiato devi trovarti fra due infetti.

gallera-gaffe-contagi
Fonte: pixabay

«Quando è a 1 basta che io trovi una persona infetta che mi infetta.»

È così che ha continuato l’assessore schierato con Forza Italia, partito di centro-destra il cui leader è Silvio Berlusconi.

Sui social, in particolare su Twitter, dove è stato ideato l’hashtag #GALLERADIMETTITI, le critiche sono state tante e da chiunque. Qualcuno ha anche tentati di giustificare Gallera, dicendo “immaginate cos’ha passato negli ultimi mesi”.

Ovviamente nessuno vorrebbe essere nei panni dell’assessore alla salute nella regione italiana con più morti, ma sicuramente ci si aspetta che, in quanto assessore al welfare, sappia con precisione cosa significhino indici Rt e R0.

Come Gallera ha tentato di giustificarsi

gallera-gaffe-contagi
Fonte: pixabay

Giulio Gallera però non è stato zitto a sentirsi dire parole, né ha chiesto scusa per la sua figura. Ha, invece, negato che quella fosse una gaffe, ma ha affermato che il suo fosse solo un tentativo di semplificare il significato di Rt per renderlo comprensibile a chiunque.

Ha affermato di aver cercato di far comprendere a tutti come il virus stia ormai rallentando, spiegando un “concetto scientifico”.

Quest’ultima dichiarazione è avvenuta su Instagram, in un video postato sul profilo del diretto interessato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giulio Gallera (@giuliogallera) in data:

Il video inizia con una critica agli “pseudo giornalisti” e agli “eurodeputati in crisi di notorietà che fino a pochi mesi fa erano al centro del dibattito politico e che oggi sono un po’ nell’oscurità” .

Il compito di un assessore alla sanità è quello di tradurre in modo semplice a tutti i cittadini come si sta diffondendo il virus e come evitare che si diffonda”, dice, prima di leggere dal sito dell’Università di Padova cosa sono l’R0 e Rt.

Ed è leggendo degli appunti sui due indici, come uno studente durante un’interrogazione per cui non è molto preparato, che afferma che “anche in questo caso hanno commesso un grande errore e hanno preso una grande toppa. Ho cercato di semplificare il concetto dell’Rt e dell’R0, cioè degli indici di contagiosità.

Anche sotto al video su Instagram, i commenti non sono stati positivi, soprattutto per l’incoerenza fra le due versioni.

Mentre su Instagram, dopo aver letto dal sito dell’Università di Padova, dice

«Quando è 0,5 i testi scientifici dicono che in una comunità di 100 persone ne infettano 50 dire che due persone ne infettano una è esattamente la stessa cosa.»

Nel video diventato virale, afferma chiaramente che “per infettare me bisogna trovare due persone nello stesso momento infette“.

Views All Time
Views All Time
200
Views Today
Views Today
4
Next Post

Pollo al curry - Pop Cooking #7

Facebook Twitter LinkedIn Pollo al curry: ricetta di Manuel Cavazza È la spezia più conosciuta al mondo. Il curry con il suo sapore intenso, piccante e inconfondibile, si abbina molto bene a carne, pesce e verdure. Il più famoso e pregiato è sicuramente quello di Masala. Non è un’unica spezia […]
pollo-al-curry

Subscribe US Now