Tutti

Vita dopo i 30, le domande imbarazzanti: perché non hai ancora un figlio?

Avere un figlio è una cosa seria, che ognuno farà o non farà a sua scelta. Ma dai 25 anni in poi, pare che amici e parenti inizino ad interessarsi alla nostra vita privata.

Dopo i 30, diventa un’ossessione e chiunque si sente in dovere di chiederti perché alla tua veneranda età hai ancora l’utero nuovo di zecca.

Siccome non possiamo prendere a calci chiunque ce lo chieda, ma solo per mancanza di tempo materiale, abbiamo ideato 5 risposte creative per ovviare al problema. Vediamo quali sono!

Aspetto offerte convenienti

Quando l’ennesima persona ci chiederà perché abbiamo più di 30 anni, e nessun pargolo al seguito, potremo candidamente rispondere: sto aspettando una buona offerta in qualche supermercato.

Aggiungiamo che se fosse in quello di fiducia saremmo più tranquille, perché così potremmo sempre lamentarci in caso ci diano un bambino poco piacevole. Andandoci spesso, è più semplice ottenere un rimborso in caso di non soddisfazione.

Scherzi? Se mi nasce femmina devio condividere le Barbie!

Qua giochiamo sull’idiozia, per non allontanarci troppo dal tenore della domanda, lasciando intendere al pettegolo di turno che non siamo mai uscite dalla fase infantile.

Doppio risultato: smetterà di chiedere, e pensando che siamo matte si rallegrerà del fatto che non procreiamo. Vinciamo tutti.

Ci avevo pensato, ma non saprei dove lasciare il pargolo durante le sessioni di birra pong

Anche in questo caso ci manteniamo sulla stile della domanda, dicendo esplicitamente che la birra ci risulta più importante di un figlio.

Inoltre quasi sicuramente il povero pettegolo non saprà cosa sia il birra pong, e quindi potrete spiegarglielo cambiando sapientemente argomento.

Ci ho messo anni a trovare la linea, adesso dovrei perderla?

Questa è la motivazione principale che si danno molti, quando vedono una donna oltre i 30 anni senza figli. E allora perché infrangere le loro convinzioni?

Magari sono menti fragili, i cui appigli nella vita sono pochi. Quindi scegliamo il quieto vivere e assecondiamo i pettegoli.

La notte la dedico ai rewatch non ho tempo per un figlio

Questa potrebbe anche essere la realtà, ma come scusa è perfetta. Ai tempi dello streaming e di Netflix, la notte la si dedica alle serie tv. Sia per riguardare Friends per la miliardesima volta, o iniziare una nuova serie appena uscita.

In tutto questo rimane sempre utile spiegare che come usiamo l’utero, sono affari nostri. Ma se anche così continuano, c’è il sempreverde fatti gli affari tuoi in tutte le sue scurrili varianti.

icon-stat Vita dopo i 30, le domande imbarazzanti: perché non hai ancora un figlio?
Views All Time
209
icon-stat-today Vita dopo i 30, le domande imbarazzanti: perché non hai ancora un figlio?
Views Today
1