Intervista a Silvia Terreni: mamma, studentessa e freelance

Donna è ricoprire più ruoli.

Silvia Terreni è una giovane donna di 24 anni, è mamma , studentessa e freelance. Ha diversi progetti e qualcuno già avviato.

Abbiamo pensato di intervistarla, perché essere donna è una risorsa, è dover conciliare tante cose e riuscirle a fare.

Ecco l’intervista.

1.Silvia parlaci un po’ di te, chi c’è dietro questa giovane donna.

Sono una mamma, una studentessa, una donna, una compagna, un’amica e una persona, con sogni, preoccupazioni, debolezze, pregi e punti da migliorare.

2.Sei una mamma ma anche una studentessa. Come gestisci i due, diversi impegni?

Il lavoro di mamma assorbe la maggior parte delle energie e del tempo, IMPREVISTO è la parola d’ordine. I primi mesi di vita della bambina, studiavo la sera.

Poi ho iniziato a seguire la Miracle Morning e studiavo dalle 5 alle 7. Adesso la bambina ha una regressione del sonno che mi impedisce la sveglia alle 5. Io e il mio compagno riusciamo a fare squadra e mi assicuro un paio d’ore 3 o 4 giorni a settimana per studiare.

 3. Lavori anche come freelance in che settori?

Lavoro come traduttrice e come consulente per la comunicazione e per l’organizzazione dell’attività online ed offline per le piccole aziende che non trovano il tempo per curare la propria presenza nel mondo virtuale. Con un’amica e professionista abbiamo creato un percorso dal nome Equilibrium che aiuta le donne ad organizzare il loro business online ed offline sfruttando la consapevolezza sul ciclo mestruale e l’organizzazione.

4. Parlaci “Zen Mum, il tempio della donna”? cosa vuoi trasmettere alle donne?

Voglio che nessuna donna si senta sola. Ogni donna è una madre di un progetto o un sogno prima che dei figli. Donne felici e unite per un mondo migliore.

5. Perché, a tuo parere, le donne dopo la maternità rinunciano ai loro sogni lavorativi?

Perché la società non prevede che una madre sia altro. Non ha tempo, energia, aspettative e vogliono farci credere che questo sia normale.

6. Il lavoro on-line o da remoto è una scelta di molte donne, è più a portata di mano per i tanti impegni che si hanno?

Direi che è il futuro. È un’opportunità che però l’Italia non sta ancora abbracciando pienamente e non valorizza abbastanza.

7. Come è nato il progetto “le Ostetriche dei sogni”? a chi è finalizzato?

Le Ostetriche dei Sogni nasce per permettere a tutte le donne che hanno un sogno di realizzarlo. Troppe volte una donna abbandona il suo sogno perché non ha le possibilità economiche per realizzarlo. Questa è un’ingiustizia da combattere come ostetriche che accompagnano nella nascita e nella realizzazione di questi progetti.

Ringraziamo Silvia Terreni per la sua disponibilità.

Il suo blog è questo: zenmum.it

Virginia Di Leone

Views All Time
Views All Time
197
Views Today
Views Today
3
Next Post

The Web Coffee style: consigli di stile per essere perfette in ogni occasione

Facebook Twitter LinkedIn Fashion confused benvenute nella nostra nuova rubrica! Da oggi saremo il vostro punto di riferimento per quanto riguarda lo stile. Vogliamo aiutare chi vuol cambiare look, chi non sa come vestirsi per un evento importante, chi ha dubbi e chi non ne ha. Insomma vogliamo dare voce […]

Subscribe US Now