Dylan Dog: i 33 anni dell’ “Indagatore dell’Incubo”

Dylan Dog

Una donna vedova, di nome Sybil improvvisamente si trova davanti a sè il marito defunto…sotto sembianze di un terribile zombie, e decide di affidarsi ad un investigatore, ma non ad uno qualsiasi, ma bensì all “Indagatore dell’Incubo”

Dylan Dog
Fonte: Shop Bonelli

Inizia così “L’alba dei morti viventi”, il primo volume di una lunghissima serie di fumetti horror ideata da Tiziano Sclavi , disegnati da Claudio Villa ed Angelo Stano e pubblicata da Sergio Bonelli, destinata a diventare la più venduta in assoluto: protagonista un investigatore, Dylan Dog.

Dylan Dog: il protagonista

Dylan Dog
Fonte: Rolling Stone

Dylan è un giovane 32enne, alto, affascinante, vegetariano, che veste sempre allo stesso modo (jeans, camicia rossa e giacca nera)

Dopo aver lavorato per molto tempo per la polizia di Scotland Yard, decide di lavorare da “libero professionista”, stabilendo il suo studio e quartiere generale a Craven Road, che è anche la sua abitazione.

Non vive da solo, ma in compagnia di Groucho, suo assistente e amico, e spesso ospita i suoi “clienti”, soprattutto donne, perché Dylan non è un investigatore normale.

Egli infatti indaga privatamente, nell’ambito del paranormale, dove altri investigatori si rifiutano d’indagare. Viene ribattezzato “l’Indagatore dell’incubo” in quanto i clienti gli raccontano i propri incubi, e lui li affronta, cercandoli di risolvere per quel che può.

Il fatto che io creda o meno all’autenticità di tali fenomeni è del tutto irrilevante. Ciò che conta è che non mi rifiuto a priori di crederci, come fa la maggior parte della gente “seria”


Dylan Dog

Sì, perché Dylan non può definirsi un supereroe, ma un essere umano, con le proprie paure e fragilità: un uomo dal passato misterioso, che nessun conosce fino in fondo.

Not only Dylan Dog: amici e nemici

Dylan Dog non sarebbe Dylan Dog se non fosse circondato da una serie di amici e nemici che appaiono più o meno frequentemente nelle storie.

Groucho

Dylan Dog
Fonte: Pinterest

Come Sherlock Holmes e Watson insegnano, non può esistere un buon investigatore senza un ottimo assistente; ma per Dylan Dog, Groucho non è un semplice assistente: è un amico, con cui condivide il suo appartamento a Craven Road. Quando si tratta di combattere qualche fantasma o mostro, gli lancia la sua “pistola”, in maniera a volte goffa.

Dylan Dog

Insieme l’ironia dei due amici tende a “bilanciare” il tono horror dei racconti, anche se a volte Dylan di Groucho farebbe volentieri a meno… visto che spesso gli fa scappare i (le) clienti con i suoi interventi “non graditi”.

Ispettore Bloch

Ai tempi di Scotland Yard, prima che facesse della sua abitazione a Caven Road il suo studio, è il “maestro” di Dylan, che continua ad aiutare anche dopo, nonostante il suo “disprezzo” per il paranormale.

Xabaras

Tra i vari nemici coi quali si confronta Dylan Dog, è quello più conosciuto e il primo che compare, quando ne “L’alba dei morti viventi” guida contro l’investigatore una stregua di zombie (tra i quali il marito di Sybil). In realtà questo antagonista è in un certo senso “legato” al nostro “Indagatore dell’Incubo”.

Dylan Dog
Fonte: Dylan Dog

Nel numero 100 del fumetto, infatti si scoprirà che Xabaras è la “metà oscura” del padre di Dylan, separato dalla parte buona (che è stata relegata in un’altra dimensione), dopo aver provato su se stesso il siero capace di risvegliare i morti trasformandoli in zombie.

Morte

Fonte: Tiziano Sclavi Network

Nei videogames, ma anche in alcuni film la Morte ha la classica immagine “medievale” : un’entità completamente rivestita da un mantello e con una falce in mano, pronta a segnare il destino del predestinato. La stessa immagine che riscontriamo nei fumetti di Dylan Dog, del quale la Morte stessa rappresenta il secondo maggior antagonista.

E poi ci sono altri demoni, scienziati pazzi, alieni….insomma di nemici Dylan Dog non se ne fa di certo mancare.

Dylan Dog e le donne

Dylan Dog

Da Bree Daniels ad Anna Never, per non parlare Lillie Connolly e tante altre: sono davvero tante le donne che riempiono la vita di Dylan. Clienti che il detective aiuta e delle quali, alla fine se ne innamora (sempre se non ci si mette Groucho di mezzo).

Fonte: Youtube

Ma la donna che lo prenderà più di tutti ha con lui un rapporto molto forte: si chiama Morgana. È uno degli zombie che Dylan Dog. affronta ne “L’alba dei morti viventi”, ma solo più avanti, si scoprirà la vera natura di quel legame così forte: Morgana infatti è la mamma di Dylan.

SITOGRAFIA:

Almanacco

Il Sole 24 ore Nova

Noidegli8090

SergioBonelli