Federica Pellegrini: una vita da record

Divina, immensa, infinita, unica, competitiva, combattiva.. tutto questo è Federica Pellegrini.

Federica Pellegrini nata a Mirano il 5 agosto 1988 comincia a fare nuoto, forse, ancor prima di fare i primi passi, prendendo parte a dei corsi acquatici per neonati.

Nel 1995 all’età di 7 anni, mamma Cinzia, la iscrisse ai primi corsi avanzati nella piscina della società serenissima di Mestre.

Già a quella età si mise in mostra disputando con successo le prime gare, sotto la guida tecnica di Massimiliano Di Mito, che l’ha seguita fino al 2006. Da quell’anno si susseguirono una serie di cambi tecnici che hanno poi portato a quello attuale, Matteo Giunta.

A qualche giorno dal suo trentunesimo compleanno vogliamo festeggiarla ricordando i suoi grandi successi in carriera.

Federica Pellegrini in piscina.
Fonte Foto Pinterest

OLIMPIADI

Atene (GRECIA) 2004: All’età di 16 anni, la Pellegrini vince l’argento nei 200m Stile Libero. Pur non vincendo l’oro, il suo secondo posto rappresentò il ritorno di una nuotatrice italiana sul podio dopo 32 anni. Divenendo così l’atleta italiana più giovane a salire sul podio olimpico individuale.

PECHINO (CINA) 2008: Realizza il record del mondo nella batteria di qualificazione dei 200m Stile Libero. Il 13 agosto è medaglia d’oro nei 200 stabilendo un nuovo record del mondo.

LONDRA (INGHILTERRA)  2012: Olimpiadi deludenti per l’Italia che chiude la competizione senza medaglie.

RIO DE JANEIRO (BRASILE) 2016: Federica viene scelta come porta bandiera per l’Italia sfilando proprio nel giorno del suo ventottesimo compleanno. Qui si piazza alla quarta posizione nella finale dei 200m stile libero e nelle sue dichiarazioni qualcuno sospetta un suo ritiro, ma la Pellegrini, qualche settimana dopo, ammette di volersi ritirare dopo le olimpiadi di Tokyo 2020

EUROPEI

BUDAPEST (UNGHERIA) 2006 : A causa di problemi alla spalla Federica partecipò solo ai 200m Stile Libero, fermandosi alle batterie. Dopo questi europei cambiò allenatore, passando da Massimiliano Di Mito ad Alberto Castagnetti.

EINDHOVEN (OLANDA) 2008: Per la Pellegrini è la volta di un argento e un bronzo guadagnati nelle staffette a 4, 4×100 e 4×200 stile libero. Questo mondiale finì per la Divina con un oro e un record mondiale nei 400m Stile Libero.

BUDAPEST 2010: La Pellegrini è ancora oro nei 200m stile libero.

BERLINO (GERMANIA) 2014: Compie un impresa nell’ultima frazione della staffetta 4×200 stile libero portando l’Italia a vincere l’oro.

Pochi giorni dopo vince l’oro nei 200m Stile libero.

EUROPEI VASCA CORTA

RIJEKA (CROAZIA) 2008: Vince un oro nei 200m.

DANIMARCA 2013: Oro nei 200m stile libero.

NETANYA (ISRAELE) 2015: Anche qui un oro per la divina.

MONDIALI

MONTREAL (CANADA) 2005: Stesso risultato di Atene, ma questa volta per la divina risultò più una delusione che un successo. Questo, però, l’aiutò a far uscire il suo vero carattere, quella Federica combattiva e competitiva a cui siamo abituati oggi.

MELBOURNE (AUSTRALIA) 2007: Il 24 marzo stabilisce il record italiano nei 400m Stile Libero. Tre giorni dopo ottiene anche il record del mondo nella semifinale dei 200m Stile Libero, battuto però meno di 24 ore dopo dalla francese Manaudou nella finale che la vide terza.

ROMA (ITALIA) 2009: Oro nei 400m stile libero e stabilisce un nuovo record del mondo in 3’59”15 Federica Pellegrini diventa la prima donna nella storia del nuoto a nuotare questa distanza in meno di 4 minuti. Pochi giorni dopo vince un altro oro e spezza ancora un record, quello dei 200m stile libero.

SHANGHAI (CINA) 2011: Ancora oro nei 400 e nei 200 stile libero. Diventa la prima nuotatrice a ripetersi nei 400 e nei 200 in due mondiali consecutivi.

BARCELLONA (SPAGNA) 2013 : Federica torna sul podio conquistando una medaglia d’argento.

KAZAN (RUSSIA) 2015: Argento nei 200m stile libero. Entra nella storia del nuoto, perché nessuna nuotatrice al mondo è mai riuscita ad salire sul podio nei 200m stile libero per sei mondiali consecutivi.

BUDAPEST  2017: Oro nei 200m stile libero. Entra ancora una volta nella storia come la prima nuotatrice –maschio o femmina- a vincere una medaglia mondiale, per la stessa disciplina, sette volte di seguito.

GWANJU (COREA DEL SUD) 2019: Di nuovo oro nei 200m stile libero. E diventa l’ottavo mondiale consecutivo in cui vince una medaglia, ma anche il suo ultimo mondiale.

Federica Pellegrini ai mondiali di Gwanju, dopo aver conquistato l'oro.
Fonte Foto Quotidiano.net

GOSSIP E CURIOSITA’  SU FEDERICA PELLEGRINI

La rivista Swimming world magazine la elesse “nuotatrice dell’anno” nel 2009 e “nuotatrice europea dell’anno” nel  2009, 2010 e 2011.

Per i successi ottenuti ai giochi olimpici nel 2004 e nel 2008 venne insignita dei titoli di Ufficiale e Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica italiana.

“A dodici anni ho sofferto di disturbi alimentari, non accettavo il mio corpo che cambiava. Oggi mi sento alta, bionda e bella. E mi vanno bene i muscoli che ho.”

Federica è ambasciatrice nei progetti che coinvolgono tematiche legate ai disturbi alimentari.

Ed è anche testimonial di ADMO e nel 2007 si è tipizzata per dare disponibilità a donare il midollo osseo. 

La bionda del nuoto è stata legata sentimentalmente a Luca Marin dal 2008 al 2011 e dal 2011 al 2017 con Filippo Magnini entrambi nuotatori.

“Se vinci c’è una specie di timore nei tuoi confronti. Quando perdi, invece, quelli che sono stati zitti si sentono più forti.”

Siamo sicuri che il nuoto, senza la divina, non sarà più lo stesso.

Annapaola Brizzi

Views All Time
Views All Time
132
Views Today
Views Today
1
Next Post

Quando giudicare è alla portata di tutti: accuse ad uno scrittore su Netflix

Facebook Twitter LinkedIn È così facile giudicare qualcuno solamente dal suo aspetto? Nel 2019 dovremmo pensare che il mondo sia evoluto, emancipato, progressista, eppure c’è sempre qualcuno pronto a giudicare qualcuno per il suo aspetto. Dal colore della pelle, al modo in cui ci si veste, persino il modo in […]
Giudicare

Subscribe US Now