Udite udite: Mark Caltagirone non esiste!

Una delle manager di Pamela Prati confessa di non aver mai visto il fidanzato della soubrette, Mark Caltagirone.

Aveva dichiarato di averlo visto e conosciuto, ma adesso dice che non è così che lo aveva visto in un video sul telefono della sua socia, in cui l’uomo parlava per pochi secondi. Ma la voce è diversa da quella di chi ha telefonato a Barbara D’Urso.

La donna aggiunge anche che da 10 anni anche lei ha un fidanzato fantasma: le ha inviato video, regali, persino un anello ma non l’ha mai incontrato. Si dice spaventata e vorrebbe scappare in un convento o al Grande Fratello. Magari se chiama Suor Cristina riesce ad unire le due cose.

Ora noi non siamo nessuno per giudicare e dare consigli, ma crediamo che se hai una relazione con qualcino ad un certo punto lo devi incontrare. Essere fidanzati a propria insaputa, non regge alla lunga.

Se poi il tutto viene magistralmente orchestrato solo per finire sui giornali e far parlare di sè, allora le cose cambiano. Ma non si può sfuggire alle prese in giro. È il minimo che può accadere.

Pamela Prati e le sue manager, da settimane popolano i salotti televisi spergiurando che Mark esiste, e che forse si sposeranno presto. Poi la bomba numero uno: il fidanzamento è rotto. A cui segue la bomba numero 2: Mark ha avuto un infarto, Pamela è distrutta. Ed infine la bomba numero 3: Caltagirone non esiste.

Sulla terza circostanza più che bomba avremmo dovuto scrivere petardo, e anche bagnato con conseguente scoppio minimo, perché diciamocelo: lo avevamo già capito.

Ma si può stare fidanzati con uno che nessuno ha visto? Tutti lo conoscono, ma nessuno ne ricorda il volto, o si ricorda di avergli parlato. Questo Mark Caltagirone è un’entità che vaga tra Italia e Stati Uniti, sfornando soldi come fossero pagnotte, il cui nome a Roma sarebbe sulla bocca di tutti ma il cui volto provocherebbe gravi amnesie in chi lo ha incontrato.

Tranne in Pamela Prati, che lo ama e lo stava per sposare, hanno pure adottato due bambini (fantasma pure quelli) che non si sa dove vivano, o che volto abbiano: avranno preso dal padre?

Comunque sia speriamo che questa penosa storia finisca presto, perché Pamela Prati era una professionista, una donna che aveva una solida carriera e un nome costruito lavorando sodo. Spiace davvero vedere che a 60 anni, debba ridursi a fare del gossip spicciolo e senza senso per poter guadagnare soldi in più. La situazione risulta alquanto penosa e avvilente.