Ambiente: Foglie Bioniche, una boccata d’ossigeno e un calcio ai combustibili tradizionali

Da sempre, le piante, soprattutto quelle a foglia, mandano avanti la vita sulla terra…

La produzione di Ossigeno attraverso la Fotosintesi Clorofiliana

Le foglie sono delle piccole industrie di energia, che mandano avanti l’ambiente trasformando la luce del sole, l’anidride carbonica e l’acqua in ossigeno, attraverso un processo naturale: la FOTOSINTESI CLOROFILIANA.

Questo meccanismo è un semplice processo biochimico : la luce viene catturata attraverso la clorofilla detta anche “linfa” presente nelle cellule delle piante, e trasformata in energia chimica.

Libera ossigeno grazie alla produzione di molecole glucosiche, utili a mantenere la pianta in vita.

L’ossigeno prodotto viene espanso grazie a dei piccoli fori presenti sulla superficie delle foglie, detti STOMI.

Salvaguardia del mondo vegetale

Come ben sappiamo il mondo vegetale è di estrema importanza per la nostra esistenza e sopravvivenza.

Oltre a fornirci materie prime essenziali per il nostro fabbisogno alimentare, ha la capacità di darci una parte di ossigeno necessario alle nostre funzioni fisiologiche.

Quindi dobbiamo imparare a proteggere l’ambiente che ci circonda.

Intelligenza artificiale

Dove la natura non può arrivare, la scienza gioca una partita fondamentale.

Dopo anni di studi, di gavetta e vari tentativi di imitare il processo, finalmente si è arrivati ad una conclusione.

È stata sviluppata in laboratorio, una foglia artificiale intelligente, che simula il processo della fotosintesi in maniera perfetta. Non solo, ma ha anche dei vantaggi rispetto ai meccanismi naturali.

Foglie Bioniche

Le foglie bioniche hanno dimensioni molto ampie (170 cm di lunghezza e 20 di larghezza), e sviluppano alla perfezione e con migliori risultati la fotosintesi. Incrementando così  ossigeno buono, essenziale alla vita sul pianeta.

Doppia funzione

Le foglie Bioniche oltre ad avere come già accennato, le medesime funzioni delle foglie in natura, hanno delle peculiarità che le caratterizzano:

  • Producono ossigeno in grandi quantità e più velocemente 
  • Durante la fase di trasformazione sviluppano monossido di carbonio

Il monossido è utile da sfruttare come combustibile “pulito” e in grado di eliminare fino al 15% di anidride carbonica dall’aria circostante.

Combustibile ecologico

Dunque, una valida alternativa ai combustibili fossili, potrebbe arrivare da questa creazione di vegetali bionici, e sarebbe un risultato importante.

Si andrebbero a sostituire i combustibili tradizionali, devastanti per l’ambiente, con altri ecologici al 100%, nati da fonti rinnovabili e pulite che darebbero un po’ di tregua alla salute, precaria, della natura e dell’ambiente.

Un passo in avanti della scienza

Una scoperta molto più che positiva, la produzione di queste foglie in provetta.

Oltre a sopperire alla deforestazione, potrebbero andare a colmare, al bisogno, la mancanza di verde,dovuta ad eventi a carattere incendiario anche di ampio raggio e entità.

Un passo in avanti della Scienza, verso il tentativo di salvaguardare la salute del nostro pianeta e di conseguenza quella di tutti i suoi abitanti.