Terza puntata di Sanremo 2019: Grandi ospiti ed emozioni- diretta testuale

Sanremo

Al via la terza serata del festival di Sanremo! 12 i cantanti in gara che devono esibirsi e che verranno votati dalla giuria demoscopica e dalla sala stampa.

La puntata inizia con l’ingresso di Baglioni che canta “Viva l’Inghilterra” mentre un gruppo di ballerini vestiti da scozzesi lo accompagnano.  Una intro un po’ troppo lunga e forse fuori luogo ma che prende gli applausi del pubblico che grida il nome “Claudio”.

Arrivano i due co-conduttori. Lui, Bisio con un elegante completo nero, lei, Virginia Raffaele con uno svolazzante abito bianco. Virginia introduce le regole per la serata mentre Bisio distrae lei e il pubblico mimando quello che lei dice. Scontato e banale. 

Il primo ad arrivare è Mahomood

“Testo duro e ironico in cui è presente una figura paterna più concentrata sui soldi che sull’affetto.” Con queste parole la Raffaele presenta Mahomood. Sullo sfondo di luci blu, canta una canzone quasi stonando, che sembra più un inno indiano che un testo da Sanremo.

“Un senso di nostalgia pervade la prossima canzone”. Canta Enrico Nigiotti

Vestito con un completo blu, intona una canzone dedicata a suo nonno. Bella interpretazione, con parole che toccano e che al tempo stesso stonano come quel “pisciare” un pò troppo informale. Si prende però un bell’applauso.

Momento revival. Un viaggio nel tempo con Virginia Raffaele che canta e finge di essere un grammofono, infatti si stoppa, si inceppa, e riesce nella sua performance.

Primo ospite della serata Antonello Venditti

Canta “Sotto il segno dei Pesci” classico stile di sempre: completo scuro, occhiali da sole. Parte come è d’obbligo l’applauso dal pubblico. Antonello e Claudio iniziano a parlare dei vecchi tempi, di musica e strumenti. Ed eccoli che sono pronti a suonare ognuno ad un suo pianoforte.  

Intonano “Notte prima degli esami” in versione lenta e romantica. Standing Ovation. 

“In amore bisogna sempre crederci… allontanarsi non è mai la fine” Bisio presenta  Anna Tatangelo

Vestita con un abito verde troppo corto per la sua età, la cantante intona il suo pezzo “Le nostre anime di notte”. Un brano che parla d’amore, cantato con piattezza e poca emozione.

Arriva Ultimo a cantare “I tuoi particolari”

Un’altra canzone d’amore, che in quanto a testo ed interpretazione del giovane cantante, batte alla grande la precedente. Sicuramente più orecchiabile di molti altri pezzi e che si sentirà in radio a ripetizione.

Momento di mezza serietà: Bisio e la Raffaele parlano del tema del festival, l’armonia e dell’innocenza dei bambini. Cantano dunque “Ci vuole un fiore” di Sergio Endrigo e fanno il loro sketch comico rovinando la canzone. Una parentesi sin troppo lunga. 

Entra Francesco Renga a salvare la situazione

Voce e sguardo profondo scende a cantare tra il pubblico delle prime file. Il suo è un brano che racconta dell’uomo che il cantante è oggi, del cambiamento nella sua vita con un amore nuovo e una consapevolezza matura.

“La ragazza con il cuore di latta” canta Irama

Il giovane cantante racconta una storia di violenza ed è bravo ad interpretarne il significato, sottolineando con il ritornello la possibilità di uscire da queste storie di violenza con l’aiuto di qualcuno che ci sarà comunque le cose vadano. 

Secondo ospite: Alessandra Amoroso

Arriva con un enorme pelliccia nera a cantare il suo ultimo pezzo “Dalla tua parte”.  Un modo per festeggiare i suoi dieci anni di carriera. Duetta con Baglioni “Io che non vivo senza te” e si abbracciano mentre lei è visibilmente commossa. 

Terzo ospite: Ornella Vanoni

Con un ingresso del tutto inusuale, come se si trovasse a casa sua, la Vanoni inizia a controbattere con la Raffaele, presentandosi in total look red. Cantano e dopo una serie di chiacchiere, incomprensibili, presentano i prossimi cantanti:

Salgono sul palco Patty Pravo e Briga

Ornella ancora sul palco saluta l’amica di vecchia data Patty Pravo che si esibisce con Briga. Due voci di due generazioni diverse che paiono aver trovato il loro equilibrio. 

Con “Abbi cura di me” arriva Simone Cristicchi

La sua è una poesia, uno dei testi più apprezzati di questa edizione. Completamente vestito di nero, trasmette però meno emozioni rispetto alla prima serata. 

Boomdabash “Ti aspetterò. Perchè sei tu che mi porti il sole”

Finalmente un pò di ritmo e musicalità diversa sul palco. Il ritornello entra già in loop e mantengono attivo il pubblico. 

Arrivano come ospiti RAF e Umberto Tozzi 

Fanno un medley di canzoni iniziando con “Battito Animale” e continuando con “Gloria”  facendo ballare e cantare tutto l’Ariston. Sicuramente sono gli ospiti che coinvolgono maggiormente il teatro di Sanremo che canta “Si può dare di più”.  Segue “Gente di mare”.

Con “Dov’è L’Italia” Motta entra in scena 

Non convince e stona persino, cantando e saltellando sul palco come se davvero “si fosse perso”. 

“Mai aver paura delle diversità”. Cosi presentano gli Zen Circus

Un brano che sembra più un monito gridato a gran voce. “Cantare l’amore è una dittatura in questo momento è una canzone politica, è una fotografia di questa Italia”. Queste le parole dei membri del gruppo.

Momento di comicità: Bisio è sul palco con Paolo Cevoli, famoso comico di Zelig.

Seguono Nino D’angelo e Livio Cori

Chiudono la gara due voci diverse che si uniscono in una canzone tra l’italiano e il napoletano che presenta una doppia visuale della città di Napoli tra ieri ed oggi. Un confronto reso ancor meglio dall’interpretazione dei due cantanti.  

Siamo ormai alla fine. Ci viene presentato un riassunto di tutte le performance dei cantanti. 

Dopo la pubblicità ritroviamo Fabio Rovazzi sul palco. 

Definendosi “Distruttore artistico”  si improvvisa presentatore al posto di un Baglioni che sembra essersi dileguato da un pò. Poi però Bisio lo presenta come ospite. Vestito in bianco si trova a suo agio sul palco e inizia con “Andiamo a Comandare”. Poi prosegue con una versione parlata di “Voglio volare” e anima di nuovo la platea cantando “Faccio quello che voglio”.  Magicamente ricompare Baglioni che canticchia la canzone sembrando totalmente fuori luogo e compare giusto per un secondo Fausto Leali. 

Per il finale di questa puntata abbiamo un momento dedicato a Mia Martini, Rocco Papaleo e Baglioni che si esibisce in solitaria 

Virginia Raffaele recita il testo “Oltre la collina” di Mia Martini, mentre Baglioni la accompagna al piano. Presenta poi Serena Rossi che canta “Almeno tu nell’universo” insieme al direttore artistico. Tanta commozione ed applausi per l’attrice che avrà il ruolo di interpretare Mia Martini nella fiction “Io sono Mia”.

Rocco Papaleo fa un’apparizione sul palco con uno sketch di “E tu” di Baglioni ed assaggio del dopofestival.

Baglioni solo sul palco canta “E tu” .

Termina cosi la terza serata di Sanremo tra ospiti importanti, tante emozioni sul palco, sicuramente un salto in più rispetto ieri. A voi è piaciuta? Avete già la vostra canzone preferita tra quelle in gara?

 

CLASSIFICA 

FASCIA BLU:

CRISTICCHI

MAHOMOOD

IRAMA

ULTIMO

FASCIA GIALLA:

NIGIOTTI

MOTTA

ZEN CIRCUS

RENGA

FASCIA ROSSA:

TATANGELO

NINO D’ANGELO E LIVO CORI

BOOMDABASH

PATTY PRAVO E BRIGA