Black Game: ha funzionato l’esperimento di Netflix?

black gameL’uomo può controllare la vita di un altro essere umano nei giorni d’oggi? Quali potrebbero essere le conseguenze? A queste domande ha tentato di rispondere Netflix Italia attraverso il “Black Game”.

Cos’è il Black Game?

Il Black Game è un esperimento sociale realizzato da Netflix Italia che aveva lo scopo di vedere fino a dove poteva spingersi la cattiveria. L’esperimento è stato fatto sul profilo instagram di Netflix, usando i sondaggi presenti nelle storie per realizzare quella che è esattamente una democrazia diretta. Tutti i visitatori delle storie potevano decidere, entro un limite di tempo prestabilito, cosa il soggetto protagonsita dovesse fare. La risposta della maggioranza poi diventava la scelta che il soggetto doveva fare.

Il gioco cita Black Mirror e il suo episodio “Bandersnatch”: episodio interattivo dove la vita del protagonista era nelle mani degli spettatori. Esattamente nello stesso modo, nel Black Game, i visitatori della storia di Instagram dovevano decidere la vita di un ragazzo di nome Pierpaolo.

Cosa è stato deciso?

Il gioco consisteva in nove prove in cui il soggetto si è trovato a mettere in atto comportamenti quali vestirsi in modo esuberante, buttare della panna sul viso di uno sconosciuto, tatuarsi il glifo di Bandersnatch e mangiare dei peperoncini a colazione. All’esperimento che prevedeva la distruzione di scarpe da calcio a cui lui teneva si è sottratto. Pierpaolo è stato quindi inseguito da ladri incappucciati e finito nella sede di Radio 105.

Ha funzionato?

Idea carina e a stento geniale quella di riproporre, in forma virtuale, una variante dell’esperimento di Milgram sulle scosse elettriche. Ed effettivamente sarebbe stata una cosa su cui discutere ampiamente se solo non si fossse rivelato un bluff. A partecipare all’esperimento, infatti, sono stati anche Elio e Zoo di Radio 105. Infatti i video erano al limite del credibile anche a causa dell’evidente recitazione dei personaggi protagonisti. Infatti la tensione che poteva scaturire da questo esperimento poteva essere molto maggiore di quella che è stata. Importante anche da considerare il finale: la narratrice misteriosa del black game ha infatti montato una polemica sulla stessa natura del gioco, ponendo troppa enfasi per le scelte che son state fatte.

Views All Time
Views All Time
327
Views Today
Views Today
1
Next Post

Pietra di inciampo: la memoria della Shoah per strada

Facebook Twitter LinkedIn Avvicinandosi il Giorno della Memoria, si moltiplicano le celebrazioni, i ricordi, le cerimonie. Uno dei modi con cui si celebrano le vittime dell’immensa barbarie che fu la Germania nazista è la cosiddetta pietra d’inciampo, o, in tedesco Stolpersteine. Di che si tratta esattamente?  Si tratta dell’iniziativa personale […]
Pietre d'inciampo

Subscribe US Now