I benefici della musicoterapia su alcune malattie e sull’anima

I benefici della musicoterapia su alcune malattie e sull’anima

Ciò che non si può dire e ciò che non si può tacere, la musica lo esprime.
(Victor Hugo)

Come abbiamo avuto modo di vedere nelle scorse settimane, la musicoterapia ha effetti benefici sulla psiche umana.

Ribadiamo un concetto chiave: non è una terapia sostitutiva delle cure tradizionali. È un aiuto in più, è un tassello in più per stare bene in situazioni difficili ma non è una cura a gravi malattie bensì un sollievo per trovare la forza in sè stessi in periodi poco semplici.

La musicoterapia è consigliata per bambini con spettro di autismo: questa patologia, tra le altre cose, non rende facile la comunicazione del bambino con il mondo esterno.

Musicoterapia
Pixabay

 

Questo crea non pochi problemi, perché spesso si scambiano silenzi e reazioni per qualcosa che non sono, semplicemente perché non riusciamo a capire.

La musicoterapia riesce ad abbattere questo muro, creando un ponte per il bambino con il mondo permettendogli così di comunicare e potersi esprimere.

Principio simile nei casi di demenza. Spesso gli anziani con questa patologia, si isolano e si chiudono nei loro pensieri dando vita così ad ossessioni che li possono rendere anche aggressivi.

Musicoterapia
Pixabay

 

Musicoterapia e yoga della risata, hanno fatto si che il malato di demenza riuscisse a migliorare un poco la sua condizione.

Siamo portati a pensare che chi ha questa malattia, sia ormai “andato”, non abbia più ricordi e non sappia più fare molto. In realtà non è così: anche in questi casi è fondamentale trovare un ponte su cui mettersi a parlare, e la musica è esattamente questo.

Sono moltissimi i campi in cui si applica la musicoterapia, e uno spazio centrale lo ha l’improvvisazione: creare della musica dal nulla aiuta le relazioni, migliora l’umore e fa sì che le persone siano meno aggressive.

Musicoterapia
Pixabay

 

La musicoterapia agisce sull’anima e sulla psiche, donando al soggetto sensazioni che si pensavano perse o improbabili. La musica in fondo è magica, tocca corde invisibili che non sappiamo di avere ma che sono fondamentali per la nostra vita. Ascoltiamola e ascoltiamoci, non può farci che bene.

Pubblicato da Tania Carnasciali

Sognatrice, curiosa, amante della scrittura. Probabilmente vivo in un mondo a parte, ma ci vivo bene! Amo gli hippie, e tutto ciò che è anni 60-70. Appassionata di tutto e di niente, cerco di mettere un po' di me in ogni articolo che scrivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.