Crea sito

Caldo-freddo: le conseguenze dell’escursione termica sul nostro organismo

In questi ultimi tempi stiamo avendo a che fare con un clima che i telegiornali definiscono come “impazzito”, e soprattutto negli ultimi giorni con un caldo anomalo.

Un caldo eccezionale, che ci porta a cercare refrigerio in ambienti, come le case o i negozi, dove circola aria spesso molto fredda per ovviare al caldo soffocante; ma non ci rendiamo conto  che il nostro organismo non è incolume a questo sbalzo, a volte repentino di temperatura.

E sempre più spesso in piena estate ci troviamo con disturbi tipicamente autunno-invernali, come mal di gola (faringiti) o raffreddori.

Tutto questo è dato dalla risposta del nostro organismo davanti ad una variazione eccessiva tra la “sua” temperatura e quella esterna.

Una variazione alla quale il nostro corpo, la cui temperatura è regolata fisiologicamente da un processo denominato termoregolazione, si trova “impreparato”.

Nel dettaglio…la termoregolazione

Fonte :Esperti Formatori Sportivi

La temperatura corporea centrale viene regolata con grande precisione indipendentemente dalle condizioni ambientali; il nostro corpo ha una temperatura corporea fisiologica centrale in condizioni di normalità pari a 37.0°C, valore che può lievemente variare in determinate circostanze:

  • nel corso delle 24 ore, di qualche decimo di grado
  • in soggetti sottoposti ad un consistente sforzo fisico
  • nella donna , in relazione al ciclo mestruale

A queste si aggiungono l’ esercizio fisico, età, stress emotivi, digestione, alterazioni del battito cardiaco.

La termoregolazione ha lo scopo principale di mantenere l’equilibrio tra la quantità di calore prodotta dall’organismo e la quantità che lo stesso perde.

organismo

I processi di termogenesi e di termodispersione sono finemente regolati a livello nervoso: infatti a livello dell’ipotalamo sono presenti i cosiddetti centri termoregolatori, costituiti da neuroni sensibili alle variazioni positive e negative della temperatura corporea.

Tali neuroni si attivano in risposta sia ai segnali generati da termorecettori localizzati a livello cutaneo (s. periferici) che in risposta alla temperatura del sangue circolante (s. centrale), e la risposta si traduce in una modulazione dei processi di termogenesi e di termodispersione:

  • temperatura > 37°C : riduzione del processo di termogenesi,incremento di quello di termodispersione
  • temperatura ≤ 37° C: incremento del processo di termogenesi, riduzione di quello di termodispersione

Se fa freddo esso produce calore attraverso vie regolabili,come il metabolismo dell’energia proveniente dall’attività muscolare e dall’alimentazione, mentre se fa caldo disperde il calore attraverso i processi di sudorazione e minzione.

Ma cosa succede esattamente al nostro corpo con gli sbalzi di temperatura?

Fonte : 121 Magazine – 121Store

Se il nostro corpo subisce uno sbalzo brusco e continuo di temperatura tra quella interna e quella esterna (ambientale), il meccanismo di termoregolazione fa fatica ad adattarsi, con diverse conseguenze a vari livelli:

  • apparato respiratorio: lo sbalzo termico può compromettere il funzionamento delle cellule della mucosa respiratoria, responsabile della difesa contro i microbi, facilitando l’ingresso di questi ultimi
  • sistema nervoso : mal di testa
  • dolori articolari, contratture muscolari (come il torcicollo), crampi addominali
  • ormoni : meteropatia

Sbalzi di temperatura: come proteggersi

Fonte : DonnaMagazine

Esistono alcuni semplici accorgimenti per prevenire possibili danni causati da questi sbalzi repentini di temperatura (naturali o “artificiali” che siano):

  • vestirsi a “cipolla”;  indossare un abito sopra l’altro, ci permette di spogliarci e rivestirci in modo graduale a seconda della temperatura dell’ambiente in cui ci troviamo
  • non passare subito ad una temperatura “drastica” (nel senso se soffriamo il caldo, passare subito ad una temperatura eccessivamente bassa) ma diminuirla o aumentarla gradualmente
  • regola il termostato casalingo tra i 19 e i 22 gradi, tenendo monitorate sia la temperatura che soprattutto il tasso di umidità, che deve oscillare tra il 40 e il 50%

SITOGRAFIA:

https://www.humanitas-care.it/news/sbalzi-temperatura

https://www.saperesalute.it/sbalzi-di-temperatura

 

Views All Time
Views All Time
221
Views Today
Views Today
10

martysmith89

Se dovessi descrivere la mia vita, la definerei come un paesaggio pedemontano, dove rilievi irti e rocciosi si intrecciano con ampie vallate sconfinate.La mia prima grande passione,quella per la scienza, c'è stata fin da piccola ma ha cominciato ad assumere la forma della Biologia in seconda liceo, e dell'Immunogenetica adesso. L'altra, quella per la scrittura, quasi in parallelo, grazie ad eventi casuali: per me è stato come un fulmine, che mi ha colpita e ha lasciato un segno indelebile. Io e la scrittura siamo unite da un filo invisibile ma solido.

More Posts