MATERA: alla scoperta di una città “bellissima, pittoresca e impressionante”

MATERA: alla scoperta di una città “bellissima, pittoresca e impressionante”

“Chiunque veda Matera non può non restarne colpito, tanto è espressiva e toccante la sua dolente bellezza” Carlo Levi

La città di MATERA si trova in BASILICATA (leggete questo articolo per scoprirne le bellezze). Conosciuta come “LA CITTA’ DEI SASSI”  è caratteristica proprio per i SASSI, la parte storica di Matera. Considerati “vergogna nazionale” negli anni 50-60 a causa delle cattive condizioni igieniche, sono dal 1993 PATRIMONIO DELL’UNESCO.  Rappresentano un complesso architettonico e paesaggistico  che mostra diversi stadi della storia dell’umanità.

Infatti  oggi, passeggiando tra i vicoli dei SASSI, e salendo lungo la MURGIA MATERANA, possiamo vedere come accanto a moderni b&b, case e ristoranti, tutti rigorosamente scavati nel TUFO, troviamo luoghi che ricordano la vecchia civiltà: si tratta delle CHIESE RUPESTRI. Scavate nella roccia e nate come luoghi di preghiere sono diventate poi abitazioni e luoghi di ricovero. Ed oggi gli affreschi religiosi sono una testimonianza della presenza dei monaci che si rifugiavano li.

La sera, quando le luci del giorno scompaiono  e si accendono le luci notturne, le pietre dei SASSI si illuminano creando cosi uno spettacolo notturno, un piccolo e magico presepe.

“Matera è un posto difficile da descrivere. È difficile persino da fotografare. Sfugge alle definizioni, sguscia via tra uno scatto e l’altro, tra parola e parola. Bisogna andarci. […] È un posto unico al mondo, che va attraversato in silenzio, assorti, in modo da catturarne la bellezza selvaggia, caotica, che sfugge a ogni definizione.”(Licia Troisi).

Per la sua unicità, la città di MATERA ha colpito anche tanti personaggi famosi e registi. Per citarne alcuni: M.Gibson, (La passione di Cristo) Tornatore (L’uomo delle stelle) Pasolini (Il vangelo secondo Matteo) o recentemente la Torrini (Sorelle) La città è  diventata un vero e proprio set cinematografico naturale.

Ma oltre ai SASSI, potrete immergervi nelle bellezze naturali di MATERA, facendo una passeggiata nel PARCO DELLA MURGIA MATERANA. Si tratta di un estensione di ottomila ettari caratterizzati da rupi, cascate, grotte naturali (come la grotta dei pipistrelli) e una grande varietà di flora e fauna. Simbolo del parco è il falco grillaio.

MATERA è stata anche dichiarata CAPITALE DELLA CULTURA 2019 dimostrando dunque di essere attiva in quest’ambito grazie a manifestazioni e tradizioni popolari.  A proposito delle tradizioni popolari, non si può parlare di Matera senza parlare della festa patronale della MADONNA DELLA BRUNA che si svolge il 2 luglio.

 

La festa patronale della madonna della Bruna

Da più di 600 anni a MATERA si festeggia questa ricorrenza dedicata alla madonna della Bruna.

Diverse sono le leggende che riguardano l’origine della festa e da queste è nato  l’evento caratteristico della festa patronale: il passaggio del carro per le strade di Matera con la statua della madonna e il suo assalto. 

Oltre allo STRAPPO DEL CARRO, la festa è caratterizzata da altri aspetti più profani, come l’ACCENSIONE DELLE LUMINARIE”, la “PROCESSIONE DEI PASTORI”  e i FUOCHI DI ARTIFICIO MUSICALI.  Si tratta di una festività molto sentita dal popolo materano, infatti tra eventi religiosi e non  dura quasi una settimana durante la quale MATERA si riempie di turisti curiosi di conoscere questo evento.

 

MATERA  dunque è una città suggestiva, ricca di cultura, tradizione,e ambienti naturali.

“..in effetti la prima volta che l’ho vista ho perso la testa per lei, era semplicemente perfetta…” M.Gibson

 

 

 

Pubblicato da Silvia Rosiello

Studio psicologia e amo scrivere. Con la scrittura esprimo parti di me che altrimenti rimarrebbero nascoste. Attraverso la psicologia mi piace scoprire quello che si cela dietro l'animo delle persone e poter aiutare a combattere la loro oscurità. Perché ogni giorno è un "bel giorno per salvare delle vite".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.