” Buonanotte bimbe ribelli”: il libro che incoraggia a liberarsi dagli stereotipi

Buonanotte bimbe ribelli

C’era una volta, in un paese tanto lontano, la storia di due donne: un’autrice e regista teatrale e l’altra giornalista ed imprenditrice. Avevano un sogno: quello di scrivere un libro che potesse ispirare le donne (e gli uomini), liberando tutti dagli stereotipi. Questa è la storia di Francesca Cavallo ed Elena Favilli, autrici del libro “Storie della buonanotte per bambine ribelli”.

 

“Storie della buonanotte per bambine ribelli” è stato forse il caso editoriale del 2017 per quanto riguarda l’editoria d’infanzia. Un libro che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo e che ha permesso alle autrici di scrivere un seguito, uscito nelle librerie pochi giorni fa.

Il libro è una raccolta moderna di favole, nella quale non vengono raccontate le classiche storie con cui molte bambine sono cresciute, ma storie di donne vere, realmente esistite e che hanno cambiato il mondo, anche solo un pezzettino di esso.

Le due autrici sono Elena Favilli e Francesca Cavallo.

Elena è una scrittrice e giornalista professionista, ha studiato semiotica all’Università di Bologna e poi giornalismo digitale all’Università di Berkeley, in California.

Francesca è una scrittrice e regista teatrale. Si è laureata in scienze umanistiche per la comunicazione all’Università statale di Milano e si è successivamente diplomata in regia alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi. È anche fondatrice di Sferracavalli, un Festival Internazionale di Immaginazione Sostenibile nel Sud Italia.

 

 

Insieme sono andate via dal Bel Paese per trasferirsi in California, dove ancora vivono e qui hanno fondato la Timbuktu Labs, la prima rivista su iPad per bambini.

Nel 2016 pubblicano “Storie della buonanotte per bambine ribelli” ed ottengono i fondi tramite il crowdfunding, raccolta fondi che si fa prevalentemente su Internet, attraverso piccoli o grandi contributi di numerose persone che condividono il medesimo interesse o che hanno un progetto in comune.

Un progetto che è iniziato “dal basso” e che poi è diventato il libro inedito più finanziato della storia del crowfunding, con più di un milione di dollari donati da 20’000 persone.

Il libro ha avuto un grande successo negli Stati Uniti, che ha convinto la nostrana Mondadori a comprarne i diritti e pubblicare anche in Italia.

 

La composizione del libro è molto semplice: il primo volume raccoglie cento storie di donne straordinarie che hanno compiuto imprese mondiali, che hanno cambiato il mondo, anche in piccolo o di cui la vita ha ispirato altre persone.

Ogni donna ha la sua piccola biografia di una ventina di righe e accanto un’illustrazione, tutte rigorosamente fatte da illustratrici donne. Sono raccontati tratti solo accennati di un’intera esistenza, che si presentano in un formato da libro delle favole. Non servono pagine e pagine di biografie, questi sono solo accenni, “favole della buonanotte”, che innescano nei bambini la curiosità di chiedere più dettagli sulle storie che gli sono piaciute di più.

 

 

Tra le tante storie raccontate ci sono quelle di Ada Lovelace, matematica inglese a cui piacevano le macchine e che inventò una forma rudimentale del moderno computer. Amelia Earhart, aviatrice statunitense che aveva un aereo giallo che chiamò “il Canarino” e che fu la prima donna a sorvolare l’Oceano Atlantico in solitaria. Coco Chanel stilista francese che ha fondato la casa di moda Chanel e che ha mosso i suoi primi passi nella moda cucendo gli scampoli dei vestiti delle suore del convento nel quale viveva. Malala Yousafzai, attivista pakistana a cui piaceva andare a scuola, che ha combattuto per il diritto delle donne di andare a scuola. La nostra Rita Levi di Montalcini, scienziata italiana che fu costretta a scappare dalla dittatura, per poter lavorare alla sua amata scienza.

E Frida Kahlo, la pittrice messicana diventata emblema del femminismo di oggi.

 

 

Queste ed altre storie in questo piccolo capolavoro per bambini e grandi, per donne e uomini.

 

Pochi giorni fa, sempre tramite il crowfunding, le due autrici sono riuscite a pubblicare anche un secondo volume: “Storie della buonanotte per bambine ribelli 2”.

 

 

Il libro, sempre di Mondadori, torna con cento nuove storie scritte per ispirare le bambine e i bambini a sognare senza confini. Storie di poetesse, chirurghe, astronaute, giudici, cantanti ed imprenditrici.

Le nuove storie comprendono quelle della scrittrice Agatha Christie, l’astronauta Samantha Cristoforetti, la politica Emma Bonino, la testimone contro la mafia Serafina Battaglia, la ginnasta Nadia Comaneci, la scrittrice J.K. Rowling, le cantanti Madonna e Beyoncè.

 

 

Questi due volumi rappresentano ciò che va oltre agli stereotipi, storie che possono essere lette dalle bambine e dai bambini, come qualcosa di nuovo, come qualcosa che li rende liberi di essere ciò che vogliono.

Questo libro ricorda alle donne quanta forza hanno e di come non devono arrendersi davanti alle difficoltà, anche se sembrano insormontabili.

Storie che possono ispirare anche chi è più grande, così da ricordargli quanta forza ognuno di noi ha dentro di sé, anche se nascosta dalla paura.

 

Buon 8 marzo donne.

 

 

Fonti immagini: 

Feltrinelli

Valigia Blu

Art Special Day

Illustratore italiano

Il Dolomiti

Amazon

GreenMe