UNA NOCE PREZIOSA: I MILLE USI DELL’OLIO DI COCCO

martysmith89

Dalla palma per la vostra bellezza 

Olio di cocco.

Natale è appena trascorso e sotto l’albero molte di voi sicuramente avranno ricevuto prodotti di bellezza: trucchi,rossetti, creme idratanti, bagnoschiuma.

Di tutte le fragranze possibili: dalle più comuni, come la mandorla dolce,la vaniglia, alle più “particolari”, come l’olio di cocco. 

Come sfruttarne al massimo le proprietà e i benefici?

Noi di THE WEB COFFEE vi vogliamo illustrare alcuni degli usi di questo olio…

E vi assicuriamo sono più di quelli che potreste immaginare.

Olio di cocco: conosciamolo meglio

L’olio di cocco è un olio vegetale che si ricava dalla noce di cocco, frutto della palma (Cocos nucifera), pianta tipica dei paesi tropicali.

[Si dice che il nome fu dato dai marinai di Vasco de Gama, durante un viaggio nelle Indie, in base ad una vaga somiglianza con la testa a forma di zucca intagliata del Coco, mostro della mitologia ispanica e molto simile all’uomo nero].

Esso viene ricavato dall’endosperma della noce di cocco, la copra (per intenderci la parte bianca che noi osserviamo all’interno quando apriamo una noce di cocco).

Questa viene fatta bollire e successivamente pressata.

L’olio di cocco è composto prevalentemente di acidi grassi saturi,quali gli acidi laurico, caprinico, caprilico e caprico. In particolare l’acido laurico ha la capacità di aumentare il colesterolo totale nel sangue, favorendo però la percentuale di colesterolo buono (HDL). Inoltre ha un’azione antisettica, antibatterica e antifungina.

Oltre ad essi, l’olio di cocco è ricco di vitamine A, D, E, K.

Facilita l’assorbimento di calcio a beneficio di ossa e denti e, infine, pare abbia un’azione benefica sulla flora batterica intestinale.

Dal punto di vista cosmetico, l’olio di cocco trova ampio uso.

capelli

Una piccola quantità di prodotto sulle punte dei capelli, li aiuta ad essere più lucenti e morbidi; e se siete ricce, sarà un valido alleato per tenere i vostri ricci a modo.

(continua nella pagina seguente)

Views All Time
Views All Time
683
Views Today
Views Today
1
Next Post

Hikikomori: quando la Rete ti prende la vita

Facebook Twitter LinkedIn I nuovi eremiti 2.0 Hikikomori. Immaginate se un giorno, improvvisamente, vostro figlio si rinchiude nella sua stanza e non ne esce più. Se è questione di qualche ora, o di un giorno, non è preoccupante, ma se i giorni seguenti la situazione non cambia, forse è meglio […]

Subscribe US Now